L'apatia si può curare mediante la terapia cognitivo - comportamentale?

GiovannaUbaldiGiovannaUbaldi

Buon pomeriggio,

Sono Giovanna e ho bisogno di un parere, di un aiuto.

Da molti anni ormai, ho perso la mia spensieratezza e la motivazione. Il motivo di tali perdite non riesco ad individuarlo.

Forse tutto è cambiato da quando ho conosciuto il mio primo amore, e che mi ha delusa.

Mi dicono che il mio atteggiamento sia passeggero, e che abbia bisogno di sforzarmi per cambiare, ma anche se per un po' cerco di farlo, la pigrizia ha la meglio su di me.

Non dico che sono assolutamente priva di emozioni o non capace di provare più sentimenti, ma non ho più cura di me stessa e delle cose. Insomma, mi sto lasciando un po' vivere. La scuola, prima, mi appassionava e riuscivo a concentrarmi, ora è come se tutto questo mi provocasse noia, rinuncia.

Sto cercando di scegliere il mio percorso universitario, siccome ho diciannove anni, ma vivo il tutto sempre con un certo distacco. Anche l'interesse per le mie relazioni è andato a scemare lentamente. Infatti, non ho più voglia di fare amicizia o di lanciarmi in un'altra storia d'amore, provocando un forte dispiacere nei confronti di chi crede in me e di chi riconosce il mio valore, in qualità di persona.

Il fatto è che me ne accorgo di tutto questo, ma il punto è che non mi causa sofferenza, anzi mi da, talvolta , anche un senso di sollievo, di tranquillità, di conforto.

Preferisco guardare un film, dormire, fare la doccia e parlare con i miei familiari, piuttosto che chattare o parlare a telefono con amici o uscenti.

Forse perché non sono quelli giusti, ma non credo.

Verificando su internet ho scoperto di essere un soggetto apatico e che psicologicamente, avrei bisogno di una terapia come quella cognitivo - comportamentale.

Voi che mi consigliate? Cosa mi sta succedendo da così tanto tempo? Perché?

Aspetto una risposta.

Cordiali saluti

Commenti

  • Cristina - AmmCristina - Amm

    Buongiorno Giovanna,

    Sono Cristina, benvenuta nella comunità di GuidaPsicologi.

    Spero che qualcuno che ci è già passato possa rispondere raccontanto la sua esperienza da cui sicuramente poter estrapolare consigli, etc.

    Nel frattempo, ti consiglio di rivolgere una domanda pubblica ai nostri professionisti, sapranno orientarti al meglio su cosa fare: https://www.guidapsicologi.it/domande 

    Grazie e buona fortuna!

    Cristina - Amm del Forum

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie