Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

La depressione...Da perdita

SaraavemariSaraavemari
modificato July 2018 in Depressione
Ho gia' scritto..."l'abbandono improvviso e il dolore di un aborto".
Sono di nuovo qui per buttare fuori tutto il dolore.
Sto' cadendo ...anzi e' il mio cuore che si sta' sgretolando. Non riesco ad alzarmi dal letto o mangiare...Non vedo la vita perché la mia vita era lui e il nostro bambino. Bambino che non è potuto nascere e che volevamo tanto finché lui nega completamente la gravidanza arrivando all'indifferenza totale nei miei confronti senza pietà e senza rimorsi....Io non ti amo io non ti voglio...parole durissime pronunciate da quell'uomo che prometteva amore, casa, famiglia...peccato che un bel giorno dopo sole due settimane di convivenza lui distrugge tutto questo...lasciandomi vivere nel dolore più atroce...
AllOra mi chiedo che razza di mostro sia uno così. ..alcuna sensibilità alcuna pietà. ..
Lo so vi sembrerà assurdo ma io lo voglio...Non riesco a vedermi senza di lui

Commenti

  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao Sara,
    perché non vai a parlare con un terapeuta, credo che ti potrebbe essere utile per superare questo lutto.
    Puoi anche fare una domanda pubblica ai nostri esperti, sono certa che sapranno dirti come è meglio comportarti: https://www.guidapsicologi.it/domande

    Tienici aggiornati.
    Un abbraccio
  • Leonardo56Leonardo56
    Ciao, sei in piena fase negazione e rifiuto, ma prima o poi dovrei passare all'accettazione per quanto triste di quanto successo. Non ci puoi fare niente, se non ripartire.
  • PazientecontraumaPazientecontrauma
    Ciao, ho vissuto esattamente quello che scrivi tu. Dopo 11 anni, siamo andati a vivere insieme. Ha atteso 4 mesi per farmi scoprire che aveva un'altra, credo da parecchio tempo; la cosa terribile è che ha continuato a dirmi ti amo...ci sposiamo...mentre celava la sua doppia vita.
    Un mostro. Ho desiderato che lui, ai miei occhi meraviglioso, tornasse, ma dopo anni, non lo hai mai fatto. Non ne aveva intenzione allora, quando mi ha voltato le spalle come fossi nessuno, come non aspettasse altro; finché ho preso atto che non lo avrebbe mai fatto dopo tanto tempo. Cerco ancora di convincermi che non poteva essere meraviglioso un uomo che mi ha fatto quanto scritto. No, solo un mostro può godere del dare sofferenza a chi non ha fatto nulla, se non amarlo.
    So cosa provi. Mi sono annullata dopo averlo perso. Mi sentivo una morta in vita e ora, solo la percezione del tempo, finalmente, mi sta costringendo a restituire un senso alla mia vita. Riparto da zero e spero un giorno di ritrovare il sorriso. Si vive senza più riuscire ad esprimere affetto; ci si sente sopravvivere. È terribile. Arriverà un istante in cui guarderai te stessa e solo tu potrai aiutarti affidandoti a uno psicologo preparato. Purtroppo sono passata per psicologi che non mi hanno saputo aiutare, ma ora credo di aver incontrato quello adatto.
    Posso dirti: credi in te e impara a volere bene te stessa. Non meriti di soffrire per chi se ne frega.
  • Marisa44Marisa44
    Ciao, mamma mia, già mi sembra strano aspettare 11 anni prima di andare a vivere insieme e poi farlo proprio quando si ha un'altra... Comunque tu ora stai meglio?
  • PazientecontraumaPazientecontrauma
    Aspettavamo di avere un lavoro per vivere insieme.
    Io sto iniziando ora a dimenticarlo.
  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao Pazientecontrauma,
    benvenuta anche tu nella Comunità di GuidaPsicologi.
    Sei stata ferita e come sempre in questi casi serve tempo. Tu ora provi ancora rabbia o sei riuscita a superarlo? La tristezza resta, ma occorre superare la rabbia per abbassare le barriere e dare una possibilità al futuro.
    Puoi anche fare una domanda pubblica ai nostri esperti, sono certa che sapranno dirti come è meglio comportarti: https://www.guidapsicologi.it/domande

    Facci sapere
    Un abbraccio
  • PazientecontraumaPazientecontrauma
    No, non sono ancora riuscita a superarlo. È da poco che inizio a provare rabbia. È difficile provarlo a per chi hai amato. L'amore rende ciechi.
  • Sandra66Sandra66
    Mi pare di capire che tu sia abbastanza giovane. Non è una consolazione ma la prima delusione grande d'amore sembra definitiva ma poi ci si riprende. È un processo e provare un po' di rabbia al principio può aiutare. Lui non si è comportato bene.
  • PazientecontraumaPazientecontrauma
    Salve Sandra. Sono giovane ma non giovanissima. Solo quando si riesce a provare rabbia, si riesce a vedere i fatti a distanza e viceversa.
  • MaxBrainsMaxBrains
    Non era né meraviglioso né un mostro. Le persone vivono la loro vita e a volte fanno male, così come a volte lo ricevono. Concentrati su te stessa e lascia che lui viva la sua vita, è l'unico modo con cui tu potrai vivere la tua.
  • Sandra66Sandra66
    Ciao, ma vi sentite ancora o lui è scomparso dalla tua vita? E tu avresti ancora voglia di sentirlo?
  • Leonardo56Leonardo56
    Non credi di aver sviluppato una certa dipendenza affettiva? Parli di annullamento dopo la rottura, ma forse avevi investito troppo in questa relazione senza coltivare anche te stessa come individuo.
  • PazientecontraumaPazientecontrauma
    Rispondo ai vostri ultimi commenti.
    Caro MaxBrains, lui è uscito dalla mia vita è non l'ho più cercato né voglio più vederlo. Per cui lui era ed è libero di vivere la sua vita, né più mi importa come la conduca. Il rispetto viene prima di tutto; mai farei del male ad altro essere umano. Lui non l'ha fatto.
    Sandra66, lui è scomparso dalla mia vita. Non ha senso voler rivedere qualcuno che ti ha fatto male.
    A Leonardo56 rispondo che credevo in lui è nei progetti di vita che desideravo realizzare e che sono caduti nel nulla quando l'ho perso. L'inganno di chi si prende gioco della vita altrui, ferisce più di qualsiasi tradimento.
  • Sandra66Sandra66
    A me sembra che un po' di rabbia tu la stia provando. Dici che lo ami ancora, ma hai saputo chiudere definitivamente ed hai ben chiaro che ti ha fatto del male. Ora devi solo iniziare ad accettare che le cose sono andate così e non ci puoi più far nulla. Accettare un fallimento emotivo non è semplice ma aiuta anche a crescere, non devi viverlo né come una colpa né con vergogna. Non dipende da te ed è ora che inizia guardare avanti.
  • Leonardo56Leonardo56
    Ciao, ma non sarà che più che lui ciò che ti fa veramente male è aver perso il progetto, l'idea di relazione che avevi in testa? È un fenomeno molto comune, ma devi capire che quel progetto non dipende da lui, è tuo e lo puì ancora realizzare con un'altra persona.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie