Ho un padre/padrone che è molto severo e non so come cambiare questa situazione

Xeremia00Xeremia00
modificato 2 February in Terapia familiare

Salve mi chiamo Francesca e ho 19 anni (a settembre 20).. il mio problema è il rapporto con mio padre, è molto severo, e ha la mania di comandare, di imporre "le sue leggi" a casa. Lui fa il camionista e torna a casa solo nel weekend.. inutile dire che nei giorni settimanali io e mia mamma viviamo con meno ansia di quando c'è lui.. Ha la mania dell'ordine, e credo che ci consideri come delle cameriere, non vuole trovare nulla fuori posto o sporco ecc... la causa di questo suo carattere sono il lavoro perché non c'è mai, parte il lunedì e ritorna nel weekend.. ma anche per motivi del suo passato, di come i suoi genitori lo trattavano ed infatti lui trattava mia sorella e mio fratello (quest'ultimo non tanto) proprio come i suoi genitori facevano con lui.. ed ora diventata grande lo fa con me.. non vuole che esco troppe volte, il mio orario di ritiro se mi va bene è alle 23.30, ma si lamenta comunque.. il mio fidanzato o i miei amici, infatti si stupiscono di ciò.. ho provato a parlare anche con altri genitori, e tutti dicono la stessa cosa ovvero che è esagerato trattarmi così. I tempi sono cambiati ma lui non vuole capirlo e continua ad imporre ciò che devo fare e questa cosa in questi ultimi 3 anni mi sta stressando. Vivo con ansia, con paura.. anche se provassi a parlargli lui non vuole sentire ragioni e dice che se le sue leggi non vanno bene allora possiamo pure andarcene di casa. A me non dispiacerebbe affatto andarmene.. ma purtroppo non ho possibilità economiche.. anche mia mamma è sua succube fosse per lei l'avrebbe lasciato da un bel po' di anni, solo che ci resta insieme per motivi economici dato che non lavora, infatti dato che ormai lo odia i litigi sono diventati abitudine..

Commenti

  • Lisa421Lisa421

    Ciao Francesca,

    Purtroppo cambiare un padre "padrone" è molto difficile perché questa è l'educazione che ha ricevuto e che ha portato avanti tutta la sua vita anche con tuo fratello e sorella.

    Loro vivono già in case separate? Come hanno affrontato questa situazione durante i loro anni in casa?

    So che è difficile da accettare, ma credo che ti libererai di questa "dittatura familiare" quando sarai indipendente ed vivrai non sotto il suo tetto. Non so se sei una persona ribelle, ma forse potresti provare a farti ascoltare imponendo le tue considerazioni e la tua visione in modo da mostrare un carattere forte e deciso.

    Ricorda che hai il diritto di essere libera, voglio capire che possono esserci dei limiti e delle regole da rispettare in famiglia, ma arrivare a questo punto mi sembra troppo.

    Facci sapere come va!

    Ps: perché non provi a chiedere a uno psicologo? Potrebbe darti dei consigli, magari, su come comportarti con lui.

  • Xeremia00Xeremia00

    Mio fratello ha 30 anni e non ha mai avuto dei limiti in realtà..(il motivo di ciò è perchè credo sia maschio), ultimamente però stanno nascendo discussioni su di lui perché abita ancora con noi, e non è in grado di adattarsi a un qualsiasi lavoro e andarsene.

    Per quanto riguarda mia sorella (26 anni), anche lei alla mia età ha subito tanti limiti infatti non aveva molti amici perchè poteva uscire solo il sabato, e il suo rientro erano le 20.00, mentre la domenica poteva uscire solo un po' la mattina. Queste conseguenze l'hanno portata ad avere un figlio a 17anni, dato che le veniva privato ogni cosa.. lei ora abita in una casa tutta sua e solo così ha posto fine questo inferno.. so che da quanto potete leggere magari starete pensate, un po' sono cambiati (i miei genitori).. mia madre sì, ma mio padre so che infondo vuole ritornare di nuovo a questa "dittatura".. tra me e lui non esiste un rapporto, e credo che se continuerà così non esisterà mai.

  • Xeremia00Xeremia00

    Vi racconto anche un fatto avvenuto sabato.. partendo che lui è un tipo che se litiga con mia madre se la prende con tutti, quel giorno appunto avvenne sta cosa ed ora io il pomeriggio dovevo uscire col mio fidanzato.. mio padre sale, io ero seduta sul divano vestita, mi chiese se dovessi uscire e io rispondo di sì e a sua volta mi risponde "eh allora torna presto che qua si devono cambiare le regole". Mia madre si mise in mezzo dicendo "e perché deve tornare presto?" E lui le rispose perché così doveva essere. Poi sempre mia mamma si avvicina e mi tranquillizza. Lei lo sa che quando mio padre mi rivolge la parola mi spaventa, e non riesco a contrabbattergli..

  • Lisa421Lisa421

    Capisco bene la situazione; tipico padre padrone maschilista.

    Una persona così non la fai entrare in ragione e né la puoi cambiare. Putroppo penso che respirerai un poco di pace quando ti allontanerai.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie