Ho perso mio padre che era il mio punto di riferimento ed ora lo è un amico

SilviaL1SilviaL1
modificato 13 January in Elaborazione del lutto

buongiorno,

a marzo ho perso mio papà per colpa del covid, era l'unico punto di riferimento in quanto non ho più la mamma da 15 anni e sono figlia unica. Subito dopo la perdita circa 1 mese dopo, è venuto in mio soccorso un amico, siccome non mangiavo e avevo crisi di panico, a cui mi sono legata molto.

Prima questa persona era solo un amico, in seguito a questo brutto periodo ci siamo molto avvicinati e l'ho preso come punto di riferimento, è normale che sia così? e sopratutto se questa persona dall'oggi al domani si allontanasse (per vari motivi, nuova relazione o altro) sarebbe come rimanere da sola e ho paura.

Commenti

  • Andrea_C_3Andrea_C_3

    Buongiorno Chiara,

    mi dispiace per la su perdita per cui le rivolgo le mie condoglianze.

    Il percorso del lutto può richiedere tempo e modalità variabili per ognuno di noi. Vi sono dei gruppi di ascolto apposta anche online per l'argomento. E può anche provare a praticare mindfulness ogni giorno per rasserenarsi. Generalmente è sufficiente, ma se la risalita è ardua, allora può anche consultare uno psicologo specializzato nei lutti.

    Nel suo caso è importante soprattutto ripartire da se stessa, altrimenti ogni relazione sarà "rannuvolata" dal terrore di perdere la persona che si ha di fianco, e le impedirà di vivere serenamente i suoi rapporti umani.

  • SilviaL1SilviaL1

    grazie per la risposta ma più che paura per la relazione la mia è paura di rimanere sola in generale in quanto non ho più punti di riferimento (i genitori) quindi ho trovato l'appoggio di una persona che è corsa in mio aiuto nel momento del bisogno.

    Ho paura di aver sostituito la figura paterna con una persona che mi ha aiutato.

  • Pamela89Pamela89

    Io ho perso mio padre ed ora vorrei solo morire

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie