Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

HO BISOGNO DI UN AIUTO CONCRETO

Cinzia128Cinzia128
modificato January 2017 in Tossicodipendenza
Buongiorno,
ho una figlia di 24 anni che ha fatto uso di alcool e di sostanze stupefacenti, e' stata in comunita' l'Aquilone solo 3 mesi ' poi e' scappata, non siamo riusciti a farle cambiare idea.
L'ho fatta seguire al Centro di salute mentale da una psichiatra, seguiva un piano terapeutico, per farla breve ora ha mollato tutte le cure e non vuole piu' andare dalla dottoressa.
Mi ha sfasciato casa, mi aggredisce verbalmente, bisticcia con tutti in maniera violenta.
«13456

Commenti

  • Cinzia128Cinzia128
    Ho paura, sono da sola a combattere questa dura battaglia, si dice di comunicare quando ci sono problemi del genere, ma con chi??? Ci vogliono soldi per potersi rivolgere ad uno specialista, ma io ho perso il lavoro nel 2011 ed ora cerco di darmi da fare con lavori di assistenza anziani, ,ma immaginate con che forza
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Gentile Cinzia,
    benvenuta nella Comunità di GuidaPsicologi.
    Sono profondamente dispiaciuta per la battaglia che stai combattendo e per tua figlia. È una situazione piuttosto complicata e non posso darti torto per quanto riguarda l'aspetto economico.

    Hai provato a recarti nella tua Asl di riferimento? Ti suggerisco anche di porre una domanda ai nostri esperti nelle sezione Lo Psicologo risponde: https://www.guidapsicologi.it/domande Sono certa che conoscendo la tua situazione nel dettaglio saranno in grado d'indirizzarti.

    Ricorda inoltre che qui nella Comunità siamo a disposizione.

    Un abbraccio,
    Francesca
  • xxx_2xxx_2
    Signora caspita.... mi spiace tantissimo!! Le auguro davvero che come dice Francesca l'Asl in qualche modo possa aiutarla e che gli esperti qui possano darle qualche buon consiglio sul come gestire il tutto...

    le faccio i miei più sinceri auguri e le sono vicina!!
  • Silvio_Silvio_
    Figa che tristezza :(((

    Signora Cinzia...guardi vorrei avere le parole adatte da dirle. Lei è molto coraggiosa e questo le fa molto onore...

    Capisco il suo dolore di madre perché è lo stesso che ho procurato alla mia. Anche io esco da una dipendenza e sto continuando a lottare per uscirne...certo nel mio caso non ci sono (e non ci state) dinamiche di violenza quindi immagino che nel suo caso sia ancora più difficile....ma in parte lo capisco, figa se lo capisco!!! Alcuni amici miei avevano gli stessi atteggiamenti che lei descrivie.

    Le auguro signora le auguro davvero di trovare una soluzione, che sua figlia accetti il suo aiuto...le auguro di trovare le risorse di cui ha bisogno per continuare a lottare e di trovare anche la forza il coraggio e tutte le energie di cui ha bisogno per andare avanti.

    Le auguro il meglio. E se vuole parlare sono qui...
    Un abbraccio
  • Cinzia128Cinzia128
    Vi ringrazio tutti, siete gentilissimi. Mi avete commosso, purtroppo in questo sito mi ha risposto solo una psicologa molto gentile , ma purtroppo mi ha dato le indicazioni che avevo gia' effettuato, cioe' rivolgermi alla asl e dall'assistente sociale. Sono sola, disperata, non so' dove sbattere la testa.
  • Cinzia128Cinzia128
    La cosa triste e' che se non hai possibilita' economiche non ti fila nessuno.
    Vorrei capire perche' un figlio che ha fatto uso di sostanze, alcool etc odi la madre , perche'??
    Mia figlia, mi dice che e' per colpa mia che si e' ridotta cosi', ed io gli ho risposto, non credo di averti obbligato io a usare stupefacenti.
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Cara signora Cinzia,
    spero che qualcun altro dei nostri esperti possa risponderle magari dandole qualche consiglio in più.
    Asl e assistenza sociale non sono stati sufficienti? Quali carenze ha riscontrato.

    Non deve ringraziare, siamo qui per questo.
  • xxx_2xxx_2
    Signora guardi credo sia un discorso soggettivo. Lei ha provato a riflettere a come ha educato sua figlia? Ha per caso avuto dei traumi da piccola che lei sappia? La situazione familiare era diciamo positiva? Le mie non sono accuse, ci tengo a precisarlo! Ma solo un invito a riflettere.
  • Silvio_Silvio_
    Signora Cinzia mi scusi ma davvero Asl e assistenti sociali non hanno fatto nulla di concreto per aiutarla?!? Figa che vergogna....

    Sicuramente non le ha detto di farlo né l'ha obbligata signora. Però mi aggiungo alle domande che le ha posto xxx. E tenga conto che non tutti abbiamo la stessa sensibilità non tutti abbiamo la stessa forza non tutti abbiamo le stesse reazioni. Con questo non voglio giustificarla sia chiaro eh però sono cose che dico da (quasi) ex dipendente.
  • GianninaGiannina
    signora cinzia mi spiace tanto. sono sensibile alla sua storia perche insomma quello che voglio dire e che anche mio zio era tossicodipendente da giovane ovvero il fratello di mio mamma. mio nonno lo tiro fuori dal giro a furia di pigliarlo a calci ma insomma sa a quei tempi. pero io non ho mai smesso di pensare che mio zio avesse bisogno di aiuto perche altrimenti arrivare a certi livelli di autodistruzione perche volersi quasi uccidere lentamente. perche cercare consolazione nella droga cioe quale vuoto cercano di riempire queste persone e questo quello che mi chiedo
  • Cinzia128Cinzia128
    L'assistente sociale mi ha consigliato di scappare da casa, il problema e' dove vado? Ho la casa da sgomberare, non posso rivolgermi alle forze dell'ordine, perche' immaginate quello che troverei al mio rientro.
    Dimenticavo di dirvi che mia figlia ha una pensione, diagnosi psicosi nas(per psicosi nas si intende un disturbo psichiatrico, nas significa non altrimenti specificato. La psicosi è un problema di una certa gravità, il paziente perde il contatto con la realtà, possono presentarsi deliri e allucinazioni: si può curare con terapia farmacologica e con quant’altro lo specialista ritenga opportuno (ad esempio concomitante trattamento psicoterapeutico di sostegno o interventi di tipo psicoeducativo). E’ ovviamente della massima importanza che la diagnosi sia quella giusta e che il paziente sia seguito da strutture ed operatori competenti.)
    Poi percepisce un mensile di mantenimento dal padre, non contribuisce alle spese, in poche parole ha quasi la mia stessa entrata , la differenza che io devo sostenere tutte le spese comuni( affitto, luce, gas)
  • Cinzia128Cinzia128
    Purtroppo sono in arretrato con tutte le utenze, tranne l'affitto e l'enel.
  • xxx_2xxx_2
    In che senso l'assistente sociale le ha consigliato di scappare di casa?!? A che pro mi scusi signora?! Parla di casa da sgomberare cioè uno sfratto o cosa?! Mi scusi ma non ho ben capito...

    E mi scuso di nuovo se mi permetto ma il padre in tutto questo cosa fa, oltre a inviare il mantenimento dico?!

    Che situazione signora mi spiace davvero tanto...insomma diciamo che la tossicodipendenza è solo una parte del tutto, no...
  • GianninaGiannina
    mi scusi signora cinzia ma il comune della sua citta non puo fare nulla non ci sono case popolari o aiuti che vivono situazioni cosi difficili
  • Silvio_Silvio_
    Ragazzi ma in che mondo viviamo?! Figa ma che roba è mai questa? Possibile che la signora Cinzia non possa avere degli aiuti con tutti i problemi che ha figa?! Signora ma il padre della ragazza non la aiuta?! Non ha una famiglia o degli amici che possonjo sostenerla?!?!
  • Cinzia128Cinzia128
    Caro Silvio, triste e' trovarsi in situazioni del genere e tu me lo insegni, anzi ti faccio i miei complimenti e auguri per la tua rinascita.
    Purtroppo come vi ho cercato di spiegare, nel 2011 ho perso il lavoro, perche' l'azienda ha chiuso, prima ero una persona benestante, per farla breve mia figlia ha iniziato a fare uso di sostanze a 15 anni, prima era una bambina tranquillissima che non aveva mai dato segni di nessun genere. Sinceramente non so' i motivi, purtroppo il padre cara xxx2 non si e' mai interessato, anzi mi ha creato ulteriori problemi.
    Oltre la gravita' del problema di mia figlia,io sto' lavorando per pagare l'affitto, voi mi direte vai in una casa che costi meno( pago 550,00), ma purtroppo non ho i soldi per potermi spostare e poi non ho altra soluzione abitativa. Non e' facile spiegare la mia difficile situazione, nonostante ho la famiglia, mia mamma mi aiuta mensilmente con un piccolo contributo.
    Gentile Giannina, l'assistente sociale mi ha aiutato con un piccolo contributo, case non ne danno facilmente. Mi basterebbe poter lavorare di piu' e soprattutto riuscire ad aiutare mia figlia a curarsi.
    In questo sito mi hanno contattato due dottoresse, una mi ha dato gli stessi consigli che mi avete dato voi, l'altra dottoressa mi ha proposto molto gentilmente la prima seduta gratis, ma le ho detto che la ringraziavo ma le altre sedute a pagamento non le potevo sostenere anche se mi sarebbe venuta incontro, ragazzi e' difficile, ma soprattutto per me che non ho mai chiesto niente a nessuno e che al contrario ho sempre aiutato io gl'altri, mi inbarazza tantissimo, ti senti umiliata. Scusate, vi sto' angosciando, siete carinissimi tutti
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Cara Cinzia: non pensare nemmeno per un attimo che tu ci stia angosciando. E lo dico davvero! Questo spazio è pensato appositamente per scambiarsi idee, consigli, supporto.

    Non devi sentirti umiliata all'idea di aver bisogno dell'aiuto altrui. È una cosa perfettamente umana, e sono certa che non appena potrai renderai il favore.
  • Silvio_Silvio_
    Signora la ringrazio davvero. La mia non è una rinascita totale, non ancora - figa magari lo fosse! - ogni tanto ancora inciampo ma cerco sempre di rialzarmi....c'è speranza anche per sua figlia sa....purtroppo quella è un'età particolare che può portare a perdere "la retta via", lo so perché ci sono passato.....non la biasimi e non la giudichi, solo sua figlia sa cosa provava,.....

    e non dica più che ci sta angosciando!!! ma che scherza!! mi spiace non poterla aiutare di più semmai!!
    E non abbia paura di chiedere aiuto. Metta da parte imbarazzo e orgoglio signora, siamo umani e in quanto tali anche deboli. E il primo passo per superare le proprie debolezze è ammetterle a se stessi e ammettere di aver bisogno di aiuto. Me lo dice sempre anche la mia terapeuta :)))
  • Paranoica666Paranoica666
    Signora. Ho letto. Le auguro il meglio. E che lo cose si possano sistermare al più presto. Coraggio.
    Un abbraccio, per quello che vale.
  • Cinzia128Cinzia128
    Grazie anche a te Paranoica 666, tutti voi in questo sito mi state aiutando tantissimo, almeno posso parlare con qualcuno che cerca di darmi coraggio.
    Cari ragazzi e ragazze, altra nota positiva e' che una dottoressa di questo sito ha preso a cuore la mia storia "mia Figlia" e mi vuole sentire giovedi, grazie, grazie
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Signora Cinzia, ma questa è bella notizia, no?! Coraggio!!
    E ricorda che noi siamo qui!
  • xxx_2xxx_2
    Signora Cinzia, ma certo, noi siamo qui per parlare!! E starle vicino nei limiti del virtuale!
    Che bella notiziaaa signora, sono contentissima di sentirla così
  • Paranoica666Paranoica666
    Ma si fuguri signora, è davvero il minimo cercare di darle almeno qualche parola di conforto...
  • Cinzia128Cinzia128
    Grazie ragazze,
    vi faro' sapere, devo andare giovedi
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Rimaniamo in attesa di tue news!
    Intanto ti auguriamo il meglio :)
  • Cinzia128Cinzia128
    Grazie Fra, vi abbraccio
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Anche noi a te Cinzia, coraggio!
  • Silvio_Silvio_
    Signora Cinzia come sta?
  • Paranoica666Paranoica666
    Signora...come va?
    Spero meglio, spero ci scriva presto e spero ci possa dare buone nuove.

    Un abbraccio signora
  • Cinzia128Cinzia128
    Ciao ragazzi e ragazzi,
    perdonatemi se non mi sono fatta piu' sentire, come avrete capito non avevo piu' forze.
    Pero' in tutta la mia situazione non facile, la mia felicita' e che sono riuscita a ricucire un rapporto con mia figlia, e' piu' tranquilla e sta' gestendo meglio il suo carattere. Altra novita' e' incinta, in un primo momento ho avuto molta paura, potreste immaginare il perche', poi invece l'ho interpretato come una sua salvezza, ha smesso gia' da molto di bere e di fare uso di canne, il fidanzato e' un ragazzo in gamba che riesce a mitigare la sua ansia.
    Comunque volevo dirvi che siete tutti delle persone meravigliose, che sapete stare vicini alle persone in grosse difficolta', credetemi conosco molte persone, ma nessuno come voi mi e' stato cosi di conforto, i problemi economici purtroppo ci sono sempre. Un grazie di cuore lo devo anche alla dott.ssa di questo sito, cito anche il suo nome, dott.ssa Sanna Cristina, che mi ha dato dei consigli giustissimi, senza chiedermi dei soldi per la sua prestazione professionale.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie