Essere ipersensibili

Lisa56Lisa56
modificato March 2019 in Obiettivi personali
Salve, di recente ho cercato sul web molto su questo argomento. Penso di essere ipersensibile e sto cercando di assecondare questa mia caratteristica e ascoltare cosa prova il mio corpo agli stimoli esterni per poi elaborare strategie per difendermi e stare meglio. Di libri ne sono stati scritti, non li ho letti, ma dalle recensioni sembra che siano solo delle descrizioni di cosa è e cosa prova una persona ipersensibile.
Qualcuno di voi ha la soluzione a questo dilemma, questo modo di essere che stanca e fa sentire dei deficienti nei confronti del mondo?
Grazie.

Commenti

  • Moreno18Moreno18
    Ciao, ti rifersici ad una ipersensibilità emotiva o a qualcosa che riguarda i sensi fisici?
  • Lisa56Lisa56
    Le cose sono collegate, Moreno. Se non ti riconosci o non conosci qualcuno di simile, non puoi capire più di quel tanto.
  • AlessandroBoldriniAlessandroBoldrini
    Quante persone pagherebbero chissà quale cifra per poter leggere nel cuore e nella mente delle altre persone, soprattutto di quelle che per loro sono importanti? Gli esseri umani diciamo ipersensibili hanno un talento maggiore rispetto ad altri per capire chi ci sta intorno e questo può essere un dono prezioso, sanno osservare gli altri e percepire i riscontri che loro mandano con il tono della voce, con lo sguardo, con il linguaggio del corpo..il rovesco della medaglia è che proprio per questo si possono sentire più facilmente delusi per la mancanza di sensibilità che molti dimostrano senza nemmeno esserne consapevoli...
  • AlessandroBoldriniAlessandroBoldrini
    Una possibile soluzione per evitare di sentirsi troppo delusi, tristi o arrabbiati consiste nel cercare di stabilire relazioni umane con persone dotatedello stesso prezioso talento, inoltre bisogna a mio avviso abituarsi all'idea che le persone che dobbiamo comunque frequentare, per motivi di lavoro per esempio o familiari, forse ci danno a volte il massimo di quello che per loro è possibile in quel momento, non dipende tanto dalla loro volontà quanto piuttosto dalle loro risorse...Non avere aspettative eccessive nei loro confronti può essere un modo ragionevole di affrontare la situazione
  • AlessandroBoldriniAlessandroBoldrini
    Vorrei aggiungere alcune riflessioni. Quando si è ipersensibili si provano di solito sensazioni più forti in momenti non positivi ma anche in momenti belli che in un certo senso si apprezzano di più...si può immaginare per fare un esempio alla differenza che passa tra vedere un bel tramonto con tutte le minime sfumature di colore invece checvederlo quasi in bianco e nero, oppure ascoltare un concerto che ci piace apprezzando tutte le tonalità alte e basse invece che sentire solo le medie. Vorrei precisare che questo discorso può valere per le persone ipersensibili ma no per quelle ipersuscettibili, la differenza consiste nel fatto che le reazioni delle prime sono comunque appropriate al contesto di comunicazione mentre le reazioni delle seconde sono soli eccessive senza motivazioni
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie