Essere costretto a lasciare la propria ragazza per non far soffrire i propri genitori

Italo87Italo87

Salve a tutti,

Vi volevo raccontare brevemente la mia ultima storia d'amore e il rimorso che mi porto dentro in modo che sia di monito a tutti quelli che si trovano nella mia stessa situazione. Sono stato 2.5 anni con una ragazza, dolce, carina e follemente innamorata di me. Le nostre vite erano e sono totalmente diverse, ovvero: io provengo da una famiglia di professionisti che con anni di sacrificio hanno raggiunto ottimi obiettivi sia a livello accademico che lavorativo, inoltre, anche per imitare i miei sono un ragazzo intraprendente ed in carriera e molto ambizioso, ho fatto tante esperienze nella vita e ho visto il mondo. Lei invece proviene da una famiglia molto umile del sud, che ha fatto una vita completamente diversa dalla mia (non aveva avuto la possibilità di viaggiare ne di fare esperienze) e svolge un mestiere umile molto diverso dal mio che sicuramente la porterà a rimanere nella stessa situazione per sempre. Io sono stato innamorato di lei e lo sarei ancora, se non fosse che vivo con il dubbio enorme che mi ha tolto ogni entusiasmo. Infatti, i miei genitori non l'hanno mai voluta conoscere e non fanno altro che dirmi che si aspettavano da me un'altra persona ovvero una donna ambiziosa e in carriera che avesse la voglia di raggiungere livelli di vita più alti. Lei invece vuole andare a convivere ed iniziare una vita insieme a me. Io non so che fare... l'amore nei suoi confronti si spegne sempre di più perché i miei genitori mi fanno pesare la storia con lei. Addirittura mia madre quando ha saputo che ci stavamo rivedendo e stavamo pensando di andare a convivere è svenuta! e ha pianto tutto il giorno ed è stata male. Mi sono trovato in tal senso a decidere tra il bene dei miei genitori e l'amore per la mia fidanzata.... Amo i miei genitori e devo tutto a loro, non me la sono sentita di tradirli e quindi è finita che ho messo fine alla storia con la mia ragazza. Ora vivo di sensi di colpa nei suoi confronti per il tempo che le ho fatto perdere e il rimorso di una vita insieme che magari ci avrebbe portato ad essere felici, tutto è finito per cause di cui mi sono preso la colpa senza dirle la verità. La verità avrebbe messo solo benzina sul fuoco e avrebbe portato ad un danno irreparabile tra i miei e lei. Oggi vivo sempre con il dubbio che fosse lei la donna della mia vita.

Grazie per l'attenzione

Commenti

  • MaryBo1MaryBo1

    A prescindere dalla tua decisione finale che può scaturire da vari motivi validi per te, ma rompere una storia con una persona che si ama solo perché i propri genitori non sono d'accordo, non mi sembra giusto né nei confronti di questa persona né tantomeno nei tuoi riguardi.

    Si tratta della tua vita ed è per questo che le decisioni devono dipendere soltanto da te.

    È vero che forse con questa persona non avresti avuto il futuro che ti sei sempre immaginato, ma lo devi sentire tu. I tuoi possono darti un consiglio, ma sei tu a decidere sulla tua vita.

    Il dubbio che fosse lei la donna della tua vita, lo avrai sempre finché non troverai un'altra persona che possa riempirti e farti felice.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie