Doc da relazione

AriannacheliniAriannachelini
modificato December 2020 in Disturbo ossessivo compulsivo

Salve a tutti, sono una ragazza di 19 anni e cercherò in breve di raccontarvi cosa mi è successo. Premetto che da quando ho 6 anni che ho avuto tipi di ossessioni, e nel corso della mia vita fino ad oggi ho continuato ad averle ma in modo più lieve. Sono fidanzata da 2 anni e mezzo tra cui 1 e mezzo di convivenza,la nostra storia è sempre stata fantastica, c'è sempre stata sincerità e tantissima complicità. Circa 1 mese fa.. Una sera mi sono fatta prendere dall'ansia perché sentivo di avere i sintomi del covid e mi sono spaventata tantissimo tanto di passare tutta la nottata nel wc. (ossessione di avere le malattie). Il giorno dopo mi sono svegliata malissimo perché non sentivo più le emozioni verso tutti....ma la persona che mi preoccupava in assoluto era il mio fidanzato. Quel giorno tra varie rassicurazioni e pianti passò. Il giorno dopo dato che mi piace tanto confrontarmi con altre ragazze mi venne il doc omosessuale... Cioè avevo paura di essere bisex e ne ero sempre più convinta...pianti ecc... Ma grazie al mio fidanzato e mia mamma riuscii a zittire anche quella... I giorni a seguire il mio doc si spostava sempre sulla paura di avere malattie... Finché un giorno si è spostata sulla mia relazione... Mi cadde il mondo addosso.. Quella persona che per me era la vita adesso la. Vedo con degli occhi diversi... Non ho mai voluto allontanarmi da lui non ho mai voluto far vincere la mia testa però vivevo le giornate con ansia... Attacchi di panico l, non mangiavo più tanto da perdere 6 kg in meno di 1 mese...dopo questi giorni così...la mia ansia diminuii è quasi le lacrime non esistevano più.. Ero entrata in una sorta di depressione ma che mi faceva soffrire perché avere quei brutti pensieri in testa e essere impassibile ti far credere che tutto arrivi alla realtà... Per farla breve cercavo di adattarmi alla situazione perché è possibile che io stia facendo un cambiamento nella coppia ovvero passare dall'innamoramento all'amore ma dato che sono una persona ossessiva lo sto affrontanto malissimo. Per le feste di natale siamo andati a Napoli dai suoi. Pensavo di stare meglio e invece: appena vedo la nostra migliore amica sento il piacere di vederla, la trovo carina e mi torna il doc omosessuale,vedo il nostro migliore amico lo trovo simpatico e anche carino si, e mi viene l'ossessione che a me piaccia lui e mi sento in una colpa pazzesca perché non è così ma la mia testa mi fa sembrare questo... Addirittura ho preso in braccio il nipotino e sento che mi piacciono i bambini e mi è venuto il doc di pedofilia. Io capisco che sono cose della mia testa ma dato che non mi suscita tanta ansia ma solo tanto malessere mi fa stare male. A lui gli ho sempre detto che cosa mi passava per la testa ma queste cose ancora non ci sono riusciya perché sono cose molto pesanti... Però ogni volta che lo guardo mi dico quanto sono cattiva che ho pensato a queste cose e che ancora non gliel'abbia dette... Io in fondo so che voglio stare con lui... Ma questa voglia attualmente probabilmente è soffocata da questi pensieri che mi fanno stare male. Sono andata da una psicoterapeuta 1 sola volta sto aspettando il prossimo appuntamento a gennaio.. Nel frattempo però mi sembra di morire.

Ho anche avuto una sorta di dissociazione verso di lui come se non lo riconoscesse più ai miei occhi...tutto mi sembra così pesante voglio solo tornare ad essere una persona normale! Che dite potrebbe essere doc? Dato che è da tutta la vita anche colpa del mio passato un po' disastroso che ne soffro? Ogni tot di anni mi prendono queste cose.. Questa volta si è attacato alla mia prima relazione importantissima...!

Commenti

  • Andrea_C_3Andrea_C_3
    modificato December 2020

    Buonasera,

    di certo è importante a mio avviso, quando purtroppo si soffre da tanto tempo di questi disagi, intraprendere un percorso orientato e continuativo. Fare terapia occasionale o a intermittenza potrà al massimo portare ad un sollievo temporaneo, ma poi il problema riemerge e magari anche più insidioso.

    Bisogna che col terapeuta si instauri un rapporto tale che ci porti a lavorare su noi stessi ogni giorno, pazientemente e gentilmente, ma ogni giorno, non solo quando si va alla seduta. Se col tempo si vede che , anche fra alti e bassi, la terapia sta portando tendenzialmente a far diminuire la sofferenza, anche di poco, ma gradualmente e continuativamente, allora è la strada giusta.

    Ma bisogna scegliere di fare qualcosa subito, oggi stesso, non domani, e rinnovare la scelta ogni giorno, o la nostra mente, il nostro ego paranoide, si prenderanno della nostra vita quel che possono.

  • AriannacheliniAriannachelini

    Non è mai stato diagnosticato perché in questi anni non sono mai più andata da uno psicologo.. L'ultima volta ero molto piccola e gli approcci sono diversi.

    Quindi potrebbe essere veramente un disturbo?

    La ringrazio!

  • Andrea_C_3Andrea_C_3

    A mio avviso vale la pena confrontarsi con un professionista proprio per valutare la presenza di un disturbo e l'eventuale percorso da intraprendere.

    E al contempo rasserenarsi e lavorare su se stessi anche con l'aiuto della mindfulness ogni giorno.

  • AriannacheliniAriannachelini

    Grazie per il consiglio... Ma è giusto sentirsi in colpa per i pensieri che si hanno, sentirsi una brutta persona perché penso cose non belle? Mi sento un persona orribile perché nella mia testa passano tutti tipi di pensieri e dubbi!

  • AriannacheliniAriannachelini

    Ha ragione... Ma la paura che possano essere veri mi fanno sentire una pessima persona! Perché sono pensieri che un tempo sarebbero venuti lo stesso ma sarebbero stati nella mia testa 3 secondi... Senza nemmeno dargli peso!

    Invece adesso tutto mi sembra così pesante!

  • AriannacheliniAriannachelini

    Perché I pensieri mi fanno così paura nonostante io so che sono nella mia testa?

  • Andrea_C_3Andrea_C_3

    Perché, come le dicevo, lei si identifica in quella paura e la rende permanente. Non basta sapere che sono pensieri, bisogna imparare a gestirli. Ci sono pratiche per farlo, non si nasce imparati in questo.

  • AriannacheliniAriannachelini

    Buongiorno, auguri di buon natale!

    È possibile che durante il ciclo mestruale l'ansia e l'ossessioni si facciano più forti? Ne sto soffrendo troppo di più!

  • AriannacheliniAriannachelini

    È possibile che durante il ciclo mestruale l'ansia e l'ossessioni si facciano più forti? Ne sto soffrendo troppo di più!

    La mattina mi sveglio sempre con l'ansia a mille, sempre fissa su un pensiero che non mi abbandona... E se invece tutto questo fosse dato da una verità e io cerco di sopprimerla?

    Ho paura perché non voglio sia così!

  • MassimoMenghiniMassimoMenghini

    Il doc da relazione, della quale ne soffro tantissimo anche io ,è un disturbo ossessivo compulsivo talmente mutante, Talmente potente che riesce a mettere in dubbio ogni situazione.

    Infatti a breve Anche io voglio continuare con la mia terapia cognitivo comportamentale perché quando sopraggiunge il doc da relazione, La sofferenza è così grande che l'unica soluzione da trovare per avere un po' di sollievo e lasciare il partner. Io ne soffro dal 2004, e solo in questi ultimi mesi ho scoperto di avere questo disturbo.Solo Dio sa quante ragazze ho lasciato per questo motivo. Il doc da relazione addirittura metti in dubbio se ci sia stato l'innamoramento all'inizio, cosa che tutti credono sia fondamentale in realtà non lo è , e i processi mentali che cambiano durante il doc da relazione sono così repentini da mettere in discussione la nostra stessa esistenza. Addirittura al punto da portare delle depersonalizzazioni. Come si risolve il doc da relazione, come fare per affrontare questa cosa?Con molta probabilità affidarsi ad un buon esperto di doc da relazione ed a mio parere, l'unico modo efficace per superare il doc da relazione, è non prendere decisioni decisioni nei momenti di crisi e andare avanti con il proprio partner anche se potenzialmente potrebbe essere sbagliato. Quando la crisi passerà Le porte si apriranno da sole ma prendere delle decisioni durante la crisi è una cosa sbagliata perché poi ritornerebbe. Questo significa compulsare.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie