Disturbo di identità: non so chi sono

Christina29Christina29
modificato 16 March in Sessualità

Buonasera a tutti, vi scrivo perché ho bisogno di capire la mia situazione. Sono un ragazzo di 19 anni, in passato ho avuto 1 fidanzata con la quale sono stato 4 anni. Quando avevo 16 anni ci siamo lasciati. In questo periodo con la mia migliore amica per carnevale mi sono vestito da donna per la prima volta. Quella sera ho scoperto un nuovo mondo del quale mi sono innamorato, mi sono sentito pieno di me, ero felicissimo. Già a casa della mia amica, mentre lei mi truccava e mi sistemava i capelli, mi sentivo donna e desideravo di poter essere sempre donna. Di lì a poco iniziai a vestirmi da donna in casa, con sempre maggior frequenza, usando gli abiti di mia madre. Nell’ultimo anno ho comprato molte scarpe e vestiti da donna che indosso ogni ggiorno, dal momento che sono all’università. Da qualche mese mi sono accorto di essere attratto dagli uomini, nel periodo precedente questa scoperta non ho più avuto alcuna relazione. Da ormai un paio di mesi ho iniziato a praticare la masturbazione anale, ho anche comprato dei falli di gomma, e il desiderio di essere una donna e di avere un ragazzo è diventato costante. Ora che non si ppuò uscire sono sempre en fenme e mi ssono dato un nome femminile. Sono molto confuso, vi prego di darmi consigli e raccontarmi esperienze simili. Sono forse transessuale e ancora non me ne sono reso conto? Grazie millle a chi mi aiuterà

Commenti

  • Natalia53Natalia53
    modificato 16 March

    Datti del tempo ed ascoltati, vedrai che prima o poi troverai le risposte alle tue domande.

    Può darsi che tu abbia scoperto solo adesso questo nuovo IO che era già dentro di te, ma nascosto dalla società e dai limiti che ci vengono imposti. Con il tempo tutto verrà fuori, devi solo accettarlo ed essere felice.

    Non puoi parlarne con nessuno? Non so, una persona di fiducia con cui confidarti.

  • Christina29Christina29

    Grazie mille del consiglio. Stavo pensando di affidarmi ad uno psicologo e magari iniziare la transizione, nonostante ciò cambierebbe radicalmente. Sto vivendo questo lockdown vestito e truccato da donna per capire se è davvero questo ciò che sento. Mi sta piacendo moltissimo essere una donna a tempo pieno.

  • ValeriaBlandizzi1ValeriaBlandizzi1

    Tutto sommato mi sembri abbastanza consapevole di ciò che ti sta accadendo, la paura è normale, sono cambiamenti enormi ma volti al benessere e questo non dovrebbe spaventarci, il malessere si, il vivere a metà sì! Vita ne abbiamo una fino a prova contraria. Anche se la società e alcune persone a noi care potrebbero fare fatica ad accettarci, lottare per quello che siamo e per la felicità vale sempre la pensa 😉

    Se hai bisogno di sostegno una psicosessuologa farebbe al caso tuo, invece per iniziare la transizione bisogna rivolgersi a centri che si occupano di questo, non a privati, es a Roma il S.A.I.F.I.P.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie