Disperazione totale

SimoneCarenzoSimoneCarenzo

Ho 55 anni mai avuto un problema giudiziario, due settimane fa dopo un controllo il mio tasso alcolico era di 1,35 e quindi ciao patente. Ancora oggi non sono riuscito a metabolizzare, non bevo quasi mai, ma la cosa che mi fa più paura sono le conseguenze, non avendo io pratica con cause penali. Ho paura di finire in carcere e poi non lavorando non potrò permettermi un avvocato e quindi non so come fare, in famiglia ho solo mia madre che è sempre stata ossessiva e poco disposta al dialogo e quindi non mi sono potuto sfogare anzi ho dovuto raccontare cose non vere per riuscire a giustificarmi. Sono distrutto e vorrei tanto oltre che sfogarmi sapere a cosa posso andare incontro perchè sono su l'orlo di un precipizio psichico, non riesco più a pensare a dormire e spesso penso che la mia vita sia finita qui. Non vedo vie di uscita e ora si, che ho paura di trovare sfogo in cose sbagliate, poi che vivo solo e non mi posso confidare con nessuno. La paura, il rimorso la vergogna mi attanagliano e penso se sia davvero il caso di vivere una vita futura così incerta per uno come me abituato a il suo classico tran tran. Mi ritengo un uomo finito senza avvenire anche perchè come detto sono disoccupato e con una sfilza di problemi che ciò comporta. Non so come finirà questa storia se potete spiegatemi come mi devo comportare almeno cosa mi devo aspettare, anche perchè le eventuali multe non posso pagarle e poi quanto ci vuole per arrivare ad una sentenza? Ho addirittura deciso di non riprendere più la patente, questa storia mi ha destabilizzato completamente.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie