Di depressione non si soffre, è una ragione per tirare avanti

ChristianeBlumChristianeBlum
modificato 11 March in Paure, ansie e fobie

Ragazzi, ho 60 anni e sono depresso da una vita. E un male di famiglia. Però io ho scoperto che le persone depresse riescono ad avere una vita 1000 volte migliore degli altri. Nel corso della mia vita mi sono trovata all'incirca ogni due anni di rivalutare il tutto. Ad un certo punto mi sono sempre trovata a chiedermi se valeva tirare avanti oppure farla finita. Ho tirato avanti. Mi sono reinventato di nuovo e di nuovo e di nuovo.... Credo che le persone depresse alla fine ricavano più delle vita di chiunque altro. Siamo quelli fortunati. Quelli che non smettono mai di pensare che cosa ci potrà essere di meglio. Semplicamente pensiamo troppo. Pensiamo alla vita e a come dovrebbe essere veramente. Siamo gli Neandertal, che vivevano semplicamente perchè erano nati in questo mondo e cercavano di dare il meglio di loro. Ecco, mi sento un Neandertal, una alla quale interessa soltanto ad avere un famiglia che ti vuole bene, un nido, dove uno si può rifugiare ed un posto dove mangiare. Non serve altro..

Commenti

  • Marc89Marc89

    Dipende anche dalla persona perché non tutti reagiscono alla depressione nello stesso modo; ci sono anche persone che non riescono a superarla e stanno male.

    Poi c'è chi ne prende atto per cercare un qualcosa di meglio nella vita e quindi reinventarsi, etc.

  • [Utente Cancellato][Utente Cancellato]

    Effettivamente ogni crisi, ansiosa, depressiva, ossessiva, potrebbe essere vista non come un vicolo cieco, ma una grande opportunità per reinventarsi. Anzi, forse, è proprio il nostro corpo stesso che ce lo chiede, che vuol farci capire che il nostro io, così come è ora, semplicemente ha fatto il suo tempo. E' giunto il momento di cambiarlo. L'apocalisse ha da essere gioiosa, come allegri erano i naufragi di Ungaretti.

    La crisi non ha interrotto nulla di importante, ma può farlo iniziare.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie