Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Crisi dei 29 anni e paura dei 30

Amanda9Amanda9
modificato April 2018 in Depressione
Salve a tutti, sono Amanda, ed ho 29 anni. è da qualche mese che sono molto depressa, nonostante prenda costantemente antidepressivi. Fino a poco tempo fa continuavo a piangere, poi ho tentato il suicidio ma mi è andata male/bene nel senso che sono sopravvissuta. Dopo quel momento, sono completamente incapace di provare qualunque tipo di emozione, eventualmente rabbia, fastidio, ansia. Mi scivola tutto addosso, non ho obiettivi, non mi piace fare nulla, non ho mai appetito, non riesco ad andare a letto con il mio fidanzato. L'unica cosa che riesco a fare è guardare film e cantare canzoni, cose che mi portino completamente fuori dalla mia esistenza insomma. I momenti più strazianti sono quelli con il mio fidanzato, quando mi propone di fare qualcosa con cui le persone normali si divertono (cena fuori, passeggiate all'aperto, week end fuori porta, gite al mare/collina...) perché vedo la gente che mi diverte e non riesco a capacitarmi di come facciano loro...a me non importa nulla di nulla...qualcuno di voi ha mai provato qualcosa di simile? Non sono normale io o è un periodo che potrà passare? Grazie in anticipo a tutti. Amanda

Commenti

  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao Amanda,
    benvenuta nel Forum di GuidaPsicologi. Mi spiace per quello che stai vivendo. Può capitare, ma credo che da quello che dici sarebbe il caso di sentire uno specialista. Oltre ai farmaci non pensi di affrontare un percorso terapeutico? Puoi anche rivolgere una domanda pubblica ai nostri professionisti: https://www.guidapsicologi.it/domande Sono certa sapranno orientarti al meglio.

    Facci sapere!
    A presto
  • Tania28Tania28
    Ciao, la depressione ti è stata diagnosticata da un medico?
  • Roberto311Roberto311
    Ciao, scusa, non ho capito, questa situazione è dovuta al fatto che stai per compiere 30 anni? Pensi di essere vecchia?
  • LoLita1LoLita1
    Ciao Amanda, sono anni che combatto anche io problemi di depressione. Come te ho avuto periodi in cui l'apatia colpisce qualsiasi cosa, in cui anche svegliarmi per me era un problema, figuriamoci tutto il resto. Ho iniziato una terapia psicologica e man mano la situazione è migliorata, posso dirti che gli strascichi ci sono ancora, ma vivi per le passioni che hai! Ti piace cantare? Inizia dei corsi di musica, o di canto e ogni volta che ti sembrerà tutto nero potrai rifugiarti nella tua passione. Capisco ogni singola parola che hai scritto. Non sei sola. Un abbraccio
  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao LoLita,
    benvenuta anche tu nel Forum di GuidaPsicologi. Mi fa piacere che le cose stiano andando bene. Ti va di dirci che tipo di terapia stai seguendo? Tu canti?
    A presto
  • Marisa44Marisa44
    Amanda, riesci ad immaginarti fra 5 anni? Come vorresti essere? Figli? Casa? Oppure in viaggio? Cerca di capire come vorresti essere ed inizia piano piano a metterti in cammino verso l'obiettivo.
  • Mafalda2Mafalda2
    Sei sicura che non sia una conseguenza di un disamoramento dal tuo ragazzo?
  • Amanda9Amanda9
    @Tania28: si, la depressione mi è stata diagnosticata sia da un neurologo, poi da uno psichiatra e poi dall'analista con cui sono in cura da oltre 2 anni.
    @ LoLita 1 Cara, mi dispiace per te però mi fa stare meglio sapere che qualcuno è stato nella mia stessa situazione (soprattutto se ora stai meglio).
    Io adoro cantare, pensa ho iniziato proprio da 2 mesi un corso, in quel momento mi sento distante dai problemi, però sono 40 minuti a settimana e purtroppo i brutti pensieri mi tornano continuamente.
    @Marisa44: faccio molta fatica ad immaginarmi nemmeno tra 5 anni; ho sempre avuto fin da piccola il grande sogno di fare carriera nell'ambito per cui ho studiato, purtroppo la mia depressione ha intaccato anche quell'ambito e ho dovuto abbandonare quella strada per curarmi e fare un lavoro più vicino a casa (55 km) e più tranquillo; ora sono molto spiazzata perché non ho altri sogni;
    @Roberto311: anche Roberto, tieni conto che io ho sempre vissuto di sogni, e purtroppo a 20 anni il destino è ancora tutto da definire, ormai la mia depressione si è mangiata tutto: ho sprecato opportunità con gli uomini, mi sono giocata male le opportunità di studio/lavoro, e il fatto dell'età non aiuta... :(
  • Tania28Tania28
    Cara Amanda, so che farai fatica a crederlo e che i condizionamenti sociali a volte sono talmente forti che non è semplice vedere dati oggettivi diversi da quelli che ci vengono imposti. Io ho 57 anni e ti assicuro che a 30 non si è affatto vecchi (mamma mia...) che tutto è ancora a disposizione e da fare. Non è un discorso retorico, ma proprio realista vedendo i tempi in cui viviamo e ti confido che sento anche un po' di invidia. Se avessi io la tua età...
  • Amanda9Amanda9
    Grazie Tania28, purtroppo oggi il mercato del lavoro si è fatto veramente rigidissimo e taglia fuori anche persone volonterose solo perché non hanno "il requisito" che loro cercano ti gettano via come un calzino. So che ci sono problemi peggiori, ma vedere tanti giovani e universitari che si costruiscono un futuro mi fa molto male, soprattutto perché io la spensieratezza non l'ho mai avuta. Comunque apprezzo molto il tuo commento e sapere che qualcuno la pensa diversamente da me mi aiuta, spero di riuscire davvero a convincermene. Grazie di cuore.
  • Mafalda2Mafalda2
    Esiste anche la possibilità che uno il lavoro se lo inventi. Anzi nei paesi un po' più avanzati è spesso l'opzione migliore. Noi in Italia speriamo ancora nel posto fisso, con la busta a fine mese fino alla pensione, ma bisognerebbe cambiare un po' mentalità. Prova a pensare a che passioni hai e se possono diventare un mestiere, non so: ti piace cucinare? Fai la chef a domicilio. Ti piace la moda o i gioielli? Apri un ecommerce dove rivendere cosette che compri a poco qua e là. Ti piace il teatro? Prova a entrare in una compagnia. Ti piacciono le lingue e viaggiare? Prova a fare la guida per i free tour nella tua città. Tutte cose che praticamente non richiedono investimenti, ma solo voglia di fare. Il movimento genera movimento, non si può aspettare che arrivi il lavoro che ci risolve la vita, l'amore che ci sistema o il governo che ci paga per non fare nulla e le difficoltà non devono essere un alibi. Forza e coraggio che hai tutta la vita d'avanti.
  • Amanda9Amanda9
    Grazie Mafalda, sono ottimi spunti di riflessione i tuoi.
    Però fidati che non ho mai ambito al "posto fisso" per avere la possibilità di non fare nulla. E se dovessi mai trovarmi nella situazione in cui il governo mi paga per non fare nulla, per me sarebbe solo molto ma molto frustrante.
    Ciò detto, al momento non ho difficoltà concrete a cui mi aggrappo per non andare avanti con la vita, ma mi impegno per fare delle cose anche se sono immensamente DEPRESSA (malata di depressione, non "triste"); la depressione chi non l'ha provata fatica a concepirla, e non sei l'unica, ma purtroppo siete ancora in tanti a confonderla con uno stato di tristezza che dipenda dalla persona quando è totalmente autonomo. Si vede che non sei del settore (psichiatra, neurologo o psicoanalista) e che non la hai mai provata sulla tua pelle o sulla pelle di un tuo caro, e ti auguro ovviamente che non succeda mai.
    Apprezzo ogni intervento per la buona volontà e perché comunque hai messo impegno per aiutare una sconosciuta in difficoltà.
  • Mafalda2Mafalda2
    Hai senz'altro ragione e mi scuso se non sono statain grado di capirti. Penso quindi che la strada migliore sia affidarsi a dei professionisti che ti sappian oindicare la terapia migliore sia farmacologica che analitica. In bocca a lupo e un abbraccio.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie