Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come rimediare ?

AlessandraSttAlessandraStt
in Orientamento professionale

Ciao a tutti,

Ho 24 anni e lavoro come impiegata amministrativa da quasi un anno in un azienda a Roma.

Non so neanche io come iniziare a spiegare tutto ciò che ho dentro, spero di tirarlo fuori al meglio in modo che sia comprensibile...

Alla fine del liceo mi sono iscritta all'università di lingue, dopo il primo anno ho deciso di interrompere e mi sono trasferita all'estero, in Inghilterra, dove ho vissuto per due anni lavorando principalmente in reception per hotel e in un azienda. Là inoltre ho conosciuto il mio grande amore, poi la storia finì per motivi che non sto qua a dire...Dopo due anni torno in Italia, all'età di 23 anni. Ho cominciato a sentirmi pentita della mia scelta di non aver studiato, ma SOPRATTUTTO, ho sempre avuto questa sensazione di non sapere cosa fare, sempre a interrogarmi e fare ricerche su ciò che potrei fare, eventualmente studiare e su ciò che potrei diventare. alla fine non concludo mai niente. Ora lavoro in un azienda e mi sento completamente piatta, senza stimoli, non so che voglio fare della mi vita, dico sempre che vorrei iniziare a studiare ma non so come fare, non so se sia inutile. Inoltre vivo a Roma con il mio fidanzato e dunque mi mantengo sia per la mia metà affitto che per il resto, ho l'ansia al pensiero di lasciare il lavoro per studiare, potrei fare la telematica ma non so, in definitiva , quale corso fare, non so se ne valga la pena.

Io sono una persona molto riflessiva, osservatrice, aperta al dialogo, sono bravissima a ricordarmi tutto ciò che le persone mi dicono quando si confidano, ho sempre pensato che psicologia sarebbe stata ok per me, ma sempre scartata sia per poca occupazione sia perchè è un percorso molto lungo e io nel 2020 faccio 25 anni.

Vado a lavoro senza minima voglia ultimamente, non so proprio che fare delle mie giornate. mi sento un emerita cretina e sfigata a non essere laureata. La cosa peggiore è che sono sempre stata brillante a scuola, ho sempre avuto una visione aperta e una certa maturità... In sostanza è tutto un casino, sento di essere caduta in basso a fare il lavoro che faccio. NEL CAMPO linguistico non c'è molto lavoro, punto a un lavoro come lavorare in traduzioni ( ho un livello di inglese molto alto), assistente didattica ( già fatto l'anno scorso ma lo stage non mi è stato rinnovato)...quindi ecco mi sento veramente persa.

Non ho nessuno con cui parlarne, il problema principale è che sono indecisa su tutto e non ho nulla di chiaro, mi sento in ritardo per tutto.

Scusatemi per il post lungo

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie