Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

come capire se una persona sta andando verso la strada dell'alcolismo?

Valentina510Valentina510
modificato April 2018 in Tossicodipendenza
Ciao vorrei sapere quali sono i segnali per sapere se una persona è alcolista oppure no. Se una persona cerca spesso l´alcool, se arriva a comprarlo preso da una voglia insostenibile e a berlo di nascosto anche in un bagno pubblico, se arriva a far di tutto per aprire la bottiglia, se ha la smania di bere e non riesce ad aspettare, se aspetta che non ci sia nessuno per finire l´ultimo goccio avanzato, se arriva a trovare delle ricette con l´alcool pur di "berne" un pochino. La persona che sto descrivendo spesso parla di suicidio di certo sta attraversando un anno molto difficile e questi comportamenti li ha negli ultimi mesi. Sò anche che è autolesionista non tanto per provare dolore o per punirsi quanto perche si odia molto e non vede prospettive nel futuro inoltre lo ha usato anche come tentativo di suicidio. Vi posso assicurare che mai prima d`ora aveva pensieri o comportamenti del genere nemmeno lontanamente, si puo quindi escludere un disturbo di personalita`? . Devo preoccuparmi?

Commenti

  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Caro Valentina,
    benvenuta nella Comunità di GuidaPsicologi.
    Direi proprio che sia il caso di occuparsene. Mi pare che la situazione sia già abbastanza grave. Hai provato a sentire da qualche associazione o telefono di aiuto? Oltre all'autolesionismo l'alcolismo da quanto descrivi mi pare evidente, ma dovresti sentire un medico. Ti consiglio di fare una domanda pubblica ai nostri esperti, sono certa che sapranno dirti come è meglio comportarti date le circostanze: https://www.guidapsicologi.it/domande

    Tienici aggiornati.
    Un abbraccio
  • Mafalda2Mafalda2
    Scusa, ma a me sembra che la situazione sia già abbastanza allarmante.... Cosa ti fa ancora dubitare che abbia un problema??
  • Valentina510Valentina510
    Mafalda dubito sia un problema per il quale intervenire immediatamente perche non lo fa tutti i giorni e questi episodi sono successi nell arco di 3-4mesi ... Certo la persona ne soffre e non li vorrebbe ... Non avendoli mai fatti prima temo sia un suo ennesimo modo per affrontare questo periodo critico e credo si debba andare alla fonte del problema e risolverlo... Va già infatti due volte al mese da una psicoterapeuta in un centro di disturbi alimentari... Insomma c'è molto ed io da sola che posso fare ? Spesso si chiude in casa e non risponde al telefono oppure i miei msg o chiamate la scocciano ...
  • Leonardo56Leonardo56
    Lui ha senz'altro dei problemi. Però va in terapia che è il luogo per cercare di risolverli. Tu non devi sentirti in dovere di salvarlo. Cerca di esserci se ne avrà bisogno, ma non farti trasportare troppo, anche perché non gli saresti utile.
  • Valentina510Valentina510
    Mi sento di dover far di più, di dover trovare degli aiuti insieme, sembra non ce ne siano !!! E questo mi fa anche rabbia ! in più la forza di uscire di casa è scarsa anche se vuole uscire da questo tunnel ... Non so proprio che fare mi sento inutile
  • Roberto311Roberto311
    Io capisco che tu sia una buona amica, ma i compiti degli amici hanno dei limiti. Tu gli puoi dare ascolto ed appoggio e qualche buon consiglio ma credo che la sindrome da crocerossina o il desiderio di salvare il mondo non sia utile.
  • LauraValianteLauraValiante
    Valentina, non puoi aiutare che non lo chiede.
    L'etilista è l'essere più bugiardo e vigliacco che si possa incontrare.
    Deve essere lui in primis ad ammettere di avere una dipendenza, poi di accettare aiuto da specialisti.
    Non pensare si salvarlo col solo amore, non funziona.
    Io ho messo con le spalle al muro il mio compagno, si sta curando, la strada è in salita e di Madre Teresa ce ne era una sola.
    Ti abbraccio, laura
  • Roberto311Roberto311
    Ciao Laura, come si manifestava la sua dipendenza se posso chiederti? Nascondeva bottiglie in casa o beveva fuori?
  • LauraValianteLauraValiante
    Roberto ciao. Nascondeva bottiglie ovunque. In casa, al lavoro, nella borsa dello sport, in macchina..... Caramelle di menta in bocca tutto il giorno.... Un delirio credetemi
  • Sandra66Sandra66
    Quasi sempre l'alcolismo inizia per nascondere delle insicurezze. Il commerciale che si fa il cicchetto prima di vedere il cliente per essere più sciolto o la casalinga che beve l'amaretto perché è sola in casa e si sente inutile. Bisognerebbe intervenire su queste cause. Dopo ovviamente aver trattato la dipendenza con i mezzi necessari.
  • LauraValianteLauraValiante
    Sandra66 è verissimo.
    Sai la cosa antipatica qual'è? la famiglia che fa finta di niente, lo abbraccia, sente odore di alcool ed ignora.
    Quando scoppia la bomba, come ho fatto scoppiare io, non essendo la prima moglie, ma la compagna, mi sono sentita dire: ma non te ne sei mai accorta?
    sai non essendo nè falsa nè ipocrita, ho risposto: e voi per 49 anni avete abbracciato il vicino di casa?
    che vergogna!!!!
  • Sandra66Sandra66
    Mamma mia, cosa volevano dire? Che visto che era così evidente te lo dovevi tenere così? Cioè pensavano fosse una lamentela e non il tentativo di aiutarlo? Se posso chiederti, a chi vi siete rivolti? A.A. o un terapeuta?
  • LauraValianteLauraValiante
    Sandra ciao.
    In tutta franchezza, volevano dire che dovevo essere io ad accorgermi del problema.
    Siccome io sono molto diretta, ho detto loro di vergognarsi, perchè io fino al 2013 ero una semplicissima collega e lui il problema lo aveva da 20 anni......Quando sono diventata compagna di vita, ho preso prima lui per la maglietta e l'ho sbattuto al muro, dicendo: o ti curi o la porta è aperta in sola uscita, e poi alla "falsa famiglia felice", ho detto che alla prima stronzata che sentivo, avrei strappato loro i capelli, senza tanti preamboli e di salire in cattedra a giudicare a casa loro.
    Io mi sono rivolta ad un centro di autoaiuto e ad un centro che cura le dipendenze, qualunque esse siano. (scusa per il linguaggio colorito)
  • Mafalda2Mafalda2
    Cavolo Laura, hai un bel carattare ;-) Complimenti. Per affrontare queste cose ci vuole decisione e mi pare che tu ne abbia da vendere... A lui non poteva andare meglio incontrandoti, vediamo se saprà sfruttare l'occasione. In bocca al lupo.
  • LauraValianteLauraValiante
    Grazie Mafalda, effettivamente ho dovuto tirare fuori le unghie......
  • MaxBrainsMaxBrains
    Il problema spesso e che queste persone non riescono a vedere il problema... scusate il gioco di parole. Pensano che siano paranoie degli altri e si mettono sulla difensiva, mentono a loro stessi prima che agli altri. Per questo è così dura uscirne.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie