Ansia sul lavoro e annientamento psicologico...

MarionettaMarionetta
modificato June 2017 in Burnout
Buonasera,

sono una ragazza di 24 anni, da due lavoro in una piccola azienda. Negli ultimi 6 mesi la situazione è degenerata... ho continue crisi di pianto, sono convinta di non saper fare più niente, continuo a fare errori e la mia salute fisica è peggiorata... per non parlare della vita sociale: praticamente inesistente perchè il mio tempo lo regalo all'azienda dove lavoro (praticamente gratis) ricevendo in cambio solo sfuriate.

- non rispetto mai l'orario lavorativo perchè sono l'unica lì dentro che sa svolgere alcune mansioni, perciò se manco io (ad esempio per malattia) mi vedo arrivare messaggi con frecciatine sul fatto che sono rimasta a casa e il lavoro non è andato avanti.
- Ho l'ansia di dover stare a casa anche solo un giorno per impegni personali, perchè so già che al mio rientro seguiranno frecciatine sulla mia assenza dal posto di lavoro.
- mi sento dare dell'incapace, dell'inetta... e tutto questo ha portato a far sì che io ormai sia convinta di ciò...
- più mi sforzo per fare bella figura e compiacere il mio datore di lavoro, più sono grandi le sfuriate di cui sono vittima.
- Mi vengono sempre date risposte con tono sarcastico, come se tutto fosse ovvio e io non potessi fare domande perchè è una cosa stupida.

Sono arrivata al punto di piangere ogni mattina prima di andare al lavoro, piango al lavoro e piango dopo. Appena mi appare un messaggio dal mio datore di lavoro mi viene l'ansia perchè so già che sarà una sfuriata per qualcosa. Non riesco più a lavorare tranquillamente, non riesco a svolgere il mio lavoro, non sono più sicura di nessuna scelta.
Tutto ciò si sta ripercuotendo sia sulla vita professionale che su quella privata.
Ho salvato anche dei messaggi poco carini da parte sua, non so se in qualche caso possano essere utili.

Vorrei sapere a chi posso rivolgermi, come agire... la situazione è diventata ingestibile.
«1

Commenti

  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Ciao Marionetta,
    benvenuta nella Comunità di GuidaPsicologi. Mi spiace molto per il momento che stai attraversando, non è assolutamente giusto che tu stia così e che tu debba sopportare tutto questo. Hai preso in considerazione la possibilità di cambiare lavoro? Ti è possibile? Ti consiglio di iniziare col porre una domanda pubblica ai nostri psicologi qui: https://www.guidapsicologi.it/domande

    Coraggio!
    E ricorda che noi siamo qui.

    A presto,
    Francesca
  • Paranoica666Paranoica666
    Perché non cambi lavoro? Tanto stress...e in più lavori quasi gratis! Ricorda che NESSUNO ha il diritto di trattarti in questo modo. Nessuno!
  • Emilia33Emilia33
    Ciao Marionetta, vedo che purtroppo tante persone sono in una situazione simile alla tua...bisogna però reagire altrimenti quelli se no approfittano senza porsi alcun problema!
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Ciao io sono Susy e sono nella tua stessa condizione lavoro sempre con ansia e paura se provo ad esprimere le mie paure passo per esaurita, cambiare lavoro ho provato ma è difficilissimo e non posso stare a casa. Il clima è sempre teso mi fanno tantissimi lavoro spesso per paura faccio errori stupidissimi e quindi si forma un circolo vizioso. I capi nei miei confronti e anche con una mia collega usano sempre toni duri bestemmie mi fanno sentire una merda faccio molta fatica a sopravvivere e spesso vado a casa stanca e triste.
    Spero che le cose cambino sono stanca e mooolto demotivata
  • Paranoica666Paranoica666
    Ma scherziamo? Queste sono cose de denuncia! Non potete permettere che vi maltrattino in questo modo sul lavoro!
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Sembra facile ma appena tenti di dire qualcosa fanno peggio un altro lavoro non lo trovo e senza non posso stare
  • Virginia26Virginia26
    Come un altro lavoro non lo trovi Susy?
  • Mafalda2Mafalda2
    Assertività Assertività Assertività! Basta farsi mettere i piedi in testa!
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Virginia26 si un altro lavoro non lo trovo un po' di colloqui ma niente o perlomeno sono mooolto lontani
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Ciao Susy,
    benvenuta anche a te nella Comunità di GuidaPsicologi. Mi spiace per quello che stai sopportando. Tenete conto, ragazze, del fatto che anche da un punto di vista legale tutto ciò non è assolutamente corretto e tantomeno legale. Credo dovreste prendere in considerazione la possibilità di difendervi seriamente.

    Anche a te, Susy, consiglio di iniziare col porre una domanda pubblica ai nostri psicologi qui: https://www.guidapsicologi.it/domande

    A entrambe, a te e a Marionetta. consiglio la lettura di quest'articolo: https://www.guidapsicologi.it/articoli/come-sopravvivere-a-un-capo-tossico

    Fatemi sapere cosa ne pensate.
    Coraggio a entrambe!

    A presto,
    Francesca
  • MarionettaMarionetta
    Grazie a tutti per le risposte!
    Io purtroppo (o per fortuna!) per problemi di salute e dovendo stare a riposo per almeno 30 giorni mi sono dovuta "licenziare". Purtroppo si finirà per vie legali in quanto non vuole pagarmi gli ultimi due mesi di lavoro, essendo io una libera professionista.
    Ma nonostante tutto almeno in qualche modo mi sono liberata da quella realtà che non era più sopportabile...
  • Tania28Tania28
    Buongiorno Marionetta, credo che il finale sia positivo, se almeno ha recuperato la serenità. Peccato per la coda legale e spero che risolva i suoi problemi di salute. Un saluto.
  • Paranoica666Paranoica666
    Non vuole pagarti gli ultimi due mesi??? Ma scherziamo?!? Oltre il danno la beffa...robe da matti! Marionetta come ti senti ora?
  • Paranoica666Paranoica666
    Susy non arrenderti, continua a cercare! Ci vuole pazienza lo so...ma non arrenderti!
  • Paoletta1Paoletta1
    Ciao Susy, i capi che urlano non sanno fare il loro mestiere. L'autorità è diversa dall'autorevolezza. Purtroppo queste cose a chi è un po' ignorantello è difficile spiegarle, soprattutto se credono che la loro posizione li dia il diritto di trattare male le persone. Esiste il ricatto del posto lavoro, ma a volte occorre essere assertivi e spiegare che certi toni non sono accettabili.
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Grazie mille ha tutti sono veramente stanca non cambia mai niente sempre frasi mezze dette dai capi, per esempio dovevo lasciare a casa prima tutto il lavoro viene fatto male non è colpa tua non ci arrivi (nel senso che sono interdetta) spero tanto di trovare qualcosa d'altro per adesso cerco di pensare un po' positivo e lasciami correre le cose addosso!! Mi domando perché solo io e qualche altra mia collega??? Le altre non si fanno tanto problemi come me
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    In che senso le altre non si fanno tanti problemi? Susy: tieni conto del fatto che la sensibilità è un qualcosa di estremamente soggettivo! Ci sono persone che lasciano "scivolare via" più facilmente determinate cose rispetto ad altre, ma non devi colpevolizzarti per questo.
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Io sono tantissimo sensibile per esempio vedo una bimba piccola che casca io corro con le lacrime agli occhi le mie colleghe spesso si fanno dei torti tra di loro e non si fanno problemi sorridono non capisco come facciano
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Capisco Susy. Hai posto una domanda ai professionisti? Cosa dicono?
  • Paranoica666Paranoica666
    Addirittura? Forse dovresti migliorare quest'aspetto della tua personalità...
  • Tania28Tania28
    La sensibilità non è un difetto, ma deve essere accompagnata da una corretta coscienza di sé e del proprio valore. Il giudizio degli altri va preso in considerazione per valutare alcuni nostri comportamenti, ma non può formare l'idea che abbiamo di noi stessi. Credo che, come le ha già suggerito qualcuno, le farebbe bene avvicinarsi al tema dell'assertività.
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Proverò a considerare lasserverita so' di essere troppo sensibile e troppo debole verso gli altri e sopratutto verso chi non se lo merita grazie per i consigli
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Perla di oggi:
    Mi chiama la mia responsabile da un cliente comincia ad insultarmi dirmi che il mio lavoro è fatto di merda che a lei girano, io controllo il lavoro è corretto il programma non prende dei dati glielo faccio notare con documenti alla mano lei comincia ad urlare tirarsi i capelli dirmi che non valgo un cazzo che dopo 14 anni faccio certe cose io gli faccio notare che l'errore non c'è lei urla e urla ancora misice di andare a casa e io gli dico no vado avanti con il mio lavoro lei esce dalla stanza sbattendo la porta torna chiama una mia collega e dice che io ho sbagliato tutto ed è tutto da rifare mi minaccia di prendere provvedimenti di farmi una lettera di richiamo io risp che vorrei capire dove ho sbagliato e lei urlando mi dice che non è tenuta a spiegarmi io gli dico se ho sbagliato prendi provvedimenti e lei minacciandomi mi dice licenziati dai licenziati ma a voi sembra una persona normale e sana di mente???
  • Tania28Tania28
    Guardi, stando a quando dice, lei ha agito in modo molto calmo e sensato. Qui il problema è della sua responsabile. Reazioni del genere non sono giustificate nemmeno difronte ad errori concreti e reali, per prima cosa perché non li risolvono, anzi tendono a peggiorare la situazione. Mi pare che non sia all'altezza delle sue mansioni. Se così fosse, probabilmente sarà lei a cedere il passo.
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    No Susy, tutto questo non è assolutamente normale. Ammettendo anche che tu abbia sbagliato (aspettiamo le spiegazioni, a questo punto!), la tua responsabile non ha nessun diritto di urlarti contro e di mancarti di rispetto. In questo modo non fa che passare automaticamente dalla parte del torto.
  • Paranoica666Paranoica666
    Ma scherziamo?!? Ma questa sta fuori proprio! Guarda ti direi di registrarla, ci credi?!?
  • SusygandolfiSusygandolfi
    L errore non lo so ancora stamattina ha ribadito che era sbagliato

    Tania28 non ho capito chi non è all'altezza delle sue mansioni!! Io lo so non sono completa un po' vivo anche nel terrore di sbagliare e quindi magari ci scappa l'errore
  • SusygandolfiSusygandolfi
    Aggiornamento di stamattina una mia collega si è licenziata ha trovato un posto migliore cereremo ora


    Anche se avessi fatto un errore gravissimo mi fai la lettera di richiamo mi lascia a casa ma non urli come una pazza E MI FAI SENTIRE E MI DICI MERDA
  • Lisa56Lisa56
    Mamma mia quanta gente stupida a 'sto mondo! Io ho pensato che certa gente si aspetta che l'altro faccia più del lavoro necessario. Oppure che chi fa il proprio lavoro in silenzio, dà sui nervi agli altri. Mia sorella un giorno mi disse: "Bisogna imparare a rompere le scatole, a discutere con le persone", a far vedere che si è interessati al lavoro. In un team, chi sta per i cacchi propri viene bersagliato di insulti. Io penso così.
  • Paranoica666Paranoica666
    Susy sono certa che Tania si riferiva alla tua responsabile...lei è palesemente non all'altezza del suo ruolo, non per come si comporta! Scusa ma perché non ti spiega quest'errore?! È così che si impara e si evita di commetterlo di nuovo!

    Lisa sono curiosa. Perché secondo te chi sta per i fatti suoi viene bersagliato? Susy è il tuo caso?
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie