Ansia e difficoltà a gestire lo stress

Nick1_Nick1_
modificato 3 January in Stress

Buonasera a tutti,scusate il disturbo. Tra poche settimane compio 28 anni e, purtroppo per me, sono ancora impegnato con l'università ; mi mancano 4 esami per chiudere questo percorso. Si tratta della facoltà di Giurisprudenza . Nonostante nel periodo del primo lockdown abbia fatto dei bei progressi con lo studio, ora percepisco di essere in calo, come ho avuto modo di sperimentare anche in passato. Credo che questo sia dovuto a una bassa autostima e insicurezze, nonché a un dialogo interno negativo. Percepisco di essere sempre più apatico,e anche cose che mi interessavano in passato(come andare dal dentista o dal parrucchiere o a correre) ora mi stimolano meno. Uno psicologo potrebbe aiutarmi? Oppure (detto senza mezzi termini) mi riserverebbe solo "calci nel sedere" / critiche?

Grazie a chi risponderà.

Commenti

  • Cristina - AmmCristina - Amm

     Buongiorno @Nick1_ ,

    Sono Cristina, benvenuto nella comunità di GuidaPsicologi.

    Nel Forum potrai trovare riscontro nelle opinioni altrui, ma se hai bisogno del parere di un professionista, ti consiglio di rivolgere una domanda pubblica ai nostri professionisti, sapranno orientarti al meglio su cosa fare: https://www.guidapsicologi.it/domande 

    Grazie e buona fortuna!

    Cristina - Amm del Forum

  • [Utente Cancellato][Utente Cancellato]

    Buongiorno Nick.

    Ci sono molti altri ragazzi, come te, che all'avvicinarsi della conclusione del corso di laurea, cominciano a sentire molto intensamente il peso dello stress e dell'inadeguatezza. E' un periodo importante, che porta ad una crescita, ad un cambiamento, ad esporsi ad una realtà non facile.

    Hai degli amici o dei cari con cui confidarti di questi problemi? O tieni tutto dentro di te?

  • Nick1_Nick1_

    Buongiorno Andrea, leggo ora il tuo commento. Tendenzialmente tengo tutto dentro di me. Credo che in famiglia non sarei compreso ; nella mia famiglia sono tutti laureati e io sono l'unico che non è, e che non è stato, felice per le scelte fatte nello studio. Anche a livello di scuole superiori, dico.

  • Nick1_Nick1_

    Buongiorno Cristina, leggo ora il tuo commento. Grazie per le indicazioni.

  • [Utente Cancellato][Utente Cancellato]

    Ecco diciamo che il fatto di "tenersi tutto per sé", che è comprensibile in un periodo di difficoltà, è proprio quell'attitudine che va approfondita in vista piuttosto di una apertura e condivisione, quindi di una accettazione di aiuto. Sono le strade che possono portarci ad orientarci meglio nel nostro disagio.

    Se non sei ancora orientato ad un colloquio psicologico, hai provato con dei gruppi di ascolto o di meditazione?

  • Nick1_Nick1_
    modificato 14 January

    Ho deciso che se entro massimo due mesi non riscontro miglioramenti nella mia situazione, mi rivolgerò a uno psicologo. Ho già individuato la figura del professionista.

    Non so cosa siano questi gruppi di ascolto o meditazione.

    Ti ringrazio.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie