Accettazione della fine del matrimonio

SalvadorIzzoSalvadorIzzo
modificato May 2019 in Obiettivi personali
Domanda
Ho 52 anni, sposato da 25,mi  sono separato fisicamente da un anno,legalmente da 6 mesi, ho una compagna con la quale sto benissimo ma dopo un po di frequentazione mi sento in colpa (perchè lei è stata la causa apparente della separazione)e prendo le distanze per stare solo,ma finiamo sempre per cercarci.
Abbiamo un intesa perfetta,piú giovane di me ha 34,anni, lei mi capisce e mi comprende in ogni situazione, mi ama tantissimo, ha sopportato e sopporta ancora tutti i miei sbalzi e le mie indecisioni, sono sempre stato leale e sincero
Quindi si restiamo sempre impantanati, non riesco ad accettare, non riesco a prendere coscienza che il mio matrimonio dopo 25 anni sia finito,e questo lascia ad entrambi sempre un filo di speranza pensando  di poterci riappacificare.
È rimasta ancora una Attrazione fisica tra me e mia moglie,lei ha scoperto questo tradimento quasi subito,ovvero oltre un ano fa.
Abbiamo fatto vari tentativi ma niente,ma ci ostiniamo a credere che tutto si può aggiustare, ipotizziamo nel parlare anche che se un giorno tornassimo insieme.......bla bla
Ma alla fine io non la cerco,lei fa la sua vita,senza avere un altro uomo.
Con giusta ragione dopo tante mie delusioni si è messa sul piedistallo.
A volte ci baciamo,ma non oltre,solo fino alla separazione ci sono stati rapporti sessuali.
Nei nostri confronti si finisce come in passato spesso per litigare,oggi peggio,perché tira in ballo spesso il tradimento come causa della fine del matrimonio,io la reputo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Vorrei schiarirmi le idee, e capire se è giusto ricucire il matrimonio o svoltare per sempre.
Non capisco perché nonostante razionalmente mi dico che con mia moglie sia finita,non riesco ad accettare la fine di questo matrimonio e godermi la vita con la mia perfetta nuova compagna.
Oltre tutto,ho detto talmente tante volte alla mia nuova compagna di essermi finalmente liberato da questo cordone ombelicale,che se oggi accadesse non glielo direi perché il primo a non crederci sarei io,ho perso fiducia in me stesso su questo argomento.
Per ora sono per l'ennesima volta,in distanza con la mia compagna,senza sapere come andrà.
Ma nel frattempo se mia moglie mi chiede di accompagnarla da qualche parte lo faccio volentieri.

Commenti

  • Sandra66Sandra66
    Ciao, con la tua ex hai dei figli? Avete situazioni economiche per cui siate obbligati a condividere momenti? Dopo tanti anni è impossibile non sentire un legame, però forse è meglio sforzasi, almeno per un po' di non vedersi se questo pregiudica la tua nuova vita.
  • SalvadorIzzoSalvadorIzzo
    Grazie per la risposta Abbiamo 3 figlie maggiorenni,economicamente no,le do gli alimenti che mi ha chiesto.
    Il fatto di stare un po da solo,mi fa sentire meno in colpa,cosa che invece sento di più se vedo la mia compagna.
    Mi fa anche ingelosire,infastidire,tutte quelle cose che con.me non hai mai fatto,come andare a ballare da sola,con il suo gruppo di scuola da ballo.
    Non è facile, mi ostino a pensare che tutto prima o poi si,potrebbe aggiustare,ma nel frattempo non sono molto interessato a fare qualcosa.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie