Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vaginismo e dispareunia: quando il dolore impedisce il piacere

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Sono diverse le cause psicologiche che possono provocare vaginismo, per questo è importante realizzare, in una prima visita con il terapeuta sessuale, una diagnosi dettagliata del caso.

15 MAG 2014 · Tempo di lettura: min.
Vaginismo e dispareunia: quando il dolore impedisce il piacere
Il vaginismo è una contrazione involontaria dei muscoli del terzo inferiore della vagina che realizza la donna incoscientemente durante la penetrazione e ciò rende impossibile il coito. Anatomicamente, i genitali della donna che soffre di vaginismo sono normali.

Nonostante ciò, nel momento in cui si prova la penetrazione, la vagina si chiude letteralmente di colpo, tanto che è impossibile l’atto sessuale o introdurre qualunque altra cosa. Il vaginismo, infatti, è una causa comune di matrimoni non consumati, anche dopo molti anni. È dovuto a uno spasmo involontario dei muscoli che circondano l’entrata della vagina che si manifesta ogni volta che si prova ad introdurre un oggetto nell’orifizio vaginale. Oltre allo spasmo vaginale, le pazienti con vaginismo solitamente hanno la fobia del coito e della penetrazione in vagina. Questa fobia fa sì che i tentativi siano sgradevoli e dolorosi. Spesso è una reazione secondaria al vaginismo primario, però a volte la fobia della penetrazione precede il vaginismo.

Visto che questo disturbo esclude completamente l’atto sessuale, è raro che lo si tolleri con pazienza. Il vaginismo può esercitare un effetto psicologico devastante non solo sulla donna ma anche sull’uomo. La donna si trova solitamente intrappolata in un dilemma: da un lato la consapevolezza di avere bisogno d’aiuto, dall’altro il timore di una possibile cura. Oltre agli sforzi della coppia per penetrare una vagina chiusa e causare così un grande dolore fisico, la donna può sentirsi terrorizzata, umiliata e frustrata per questi tentativi. I ripetuti insuccessi nel coito possono inoltre far nascere sentimenti d’inadeguatezza, soprattutto nelle donne giovani; la paura di essere abbandonata dal partner potrebbe essere causata da queste esperienze. Non è un caso che queste donne cerchino di evitare ogni contatto sessuale. Qualunque tentativo di penetrazione vaginale evoca un’ansia intensa, tensione e rabbia, e questi sentimenti spariscono solo quando si allontana il “pericolo” della penetrazione.

Cause psicologiche del vaginismo, dispareunia e problemi con la penetrazione

Sono diverse le cause psicologiche che possono provocare vaginismo, per questo è importante realizzare, in una prima visita con un psicologo sessuologo, una diagnosi dettagliata del caso. Possono incidere numerosi fattori fra cui:

  • Paura del dolore;
  • Paura del fallimento;
  • Insicurezza sessuale;
  • Sentirsi obbligata a tentare la penetrazione per il partner (paura dell'abbandono);
  • Paura di una gravidanza;
  • Paura delle malattie a trasmissione sessuale;
  • Esperienze sessuali traumatiche;
  • Situazioni di stress;
  • Educazione sessuale ricevuta.
psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

Ultimi articoli su Psicologia della coppia