Trattamento EMDR dei disturbi sessuali

La Terapia EMDR risulta particolarmente efficace nel trattamento delle disfunzioni sessuali riconducibili a esperienze traumatiche passate, non elaborate ed emotivamente disturbanti.

26 NOV 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Trattamento EMDR dei disturbi sessuali

La sessualità è un'area centrale dell'esperienza umana durante l'intero ciclo di vita adulta (come riconosciuto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità).

Una vita sessuale soddisfacente e appagante è fonte di benessere psicologico e fisico.

È importante pertanto affrontare con fiducia i disturbi sessuali che ne ostacolano la piena espressione, rivolgendosi a uno specialista.

Tra i disturbi sessuali più diffusi troviamo le disfunzioni delle varie fasi della risposta sessuale (desiderio, eccitazione, orgasmo).

  • Le disfunzioni sessuali maschili più comuni sono l'eiaculazione precoce o ritardata e l'incapacità di ottenere o mantenere un'adeguata erezione (disturbo erettile).
  • Tuttavia attualmente, tra gli uomini, è in aumento il malessere legato a un persistente e significativo calo del desiderio sessuale (disturbo del desiderio sessuale ipoattivo maschile), che si manifesta con una scarsità o assenza di pensieri/fantasie erotiche e di interesse per qualsiasi tipo di attività sessuale, anche quando è il partner a prendere l'iniziativa.
  • Per quanto riguarda le donne, il desiderio sessuale è più strettamente legato all'eccitazione (disturbo del desiderio sessuale e dell'eccitazione sessuale femminile), poiché entrambi risentono generalmente in misura maggiore della qualità dell'intimità di coppia.
  • Le difficoltà, persistenti e ricorrenti, a raggiungere l'orgasmo sono le più frequenti (disturbo dell'orgasmo femminile).
  • Vi sono poi disfunzioni femminili che provocano dolore durante l'attività sessuale e suscitano notevole ansia e disagio (disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione, precedentemente definite vaginismo e dispareunia).
Lo Psicoterapeuta può offrire un valido aiuto per comprendere le cause all'origine del disturbo, che solitamente sono multifattoriali.
Fattori biologici (la salute fisica), psicologici (il funzionamento mentale) e socioculturali (il contesto sociale in cui si vive e la cultura di appartenenza) si intrecciano in maniera articolata e complessa.
Per formulare una diagnosi accurata, è fondamentale ricostruire in maniera approfondita e completa la storia del disturbo e la storia di vita del paziente, con particolare attenzione al contesto familiare in cui si è cresciuti e ai vissuti emotivi nelle relazioni sentimentali. Inoltre, è essenziale tenere conto dei fattori che influenzano il funzionamento sessuale: l'età; le condizioni di vita generali (fattori stressanti); la qualità delle relazioni affettivo-sessuali; le patologie mediche; l'uso di sostanze o farmaci; la presenza di altri disturbi mentali non sessuali (per esempio il disturbo depressivo maggiore).
Per valutare la presenza di eventuali cause organiche che necessitano di una terapia medica (farmacologica o chirurgica), lo psicoterapeuta si avvale della consulenza di medici specialisti (principalmente il ginecologo, l'andrologo e l'urologo), con i quali è utile collaborare per un trattamento integrato più efficace. In alcuni casi, la consulenza psicologica di breve durata può essere sufficiente a risolvere il problema sessuale.
In altri casi, il disturbo è riconducibile a esperienze traumatiche passate che non sono state elaborate e continuano pertanto a influenzare negativamente la vita sessuale.
Frequentemente le esperienze negative, dolorose o angoscianti, riguardano i temi del rapporto con il proprio corpo, del contatto fisico, dell'immagine di sé e del proprio valore, dell'educazione ricevuta nel campo della sessualità, della capacità di fidarsi e "lasciarsi andare" nelle relazioni intime.
In questi casi, la Terapia EMDR risulta particolarmente efficace, poiché mirata alla desensibilizzazione e rielaborazione (attraverso i movimenti oculari) dei ricordi emotivamente disturbanti.
Il trattamento può essere individuale o coinvolgere entrambi i partner della coppia, a seconda delle necessità e delle situazioni.
Articolo della Dott.ssa Marina Zappador, iscritta all'Ordine degli Psicologi della regione Piemonte

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Marina Zappador

Bibliografia

  • DSM 5. Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Quinta Edizione (2014) American Psychiatric Association

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su sessualità e problemi sessuali