Tradimento: quali le cause? Monogamia o no?

Perché si tradisce il proprio partner? Chi invece viene tradito, può arrivare a perdonare? La monogamia è naturale oppure no?

4 GIU 2018 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Tradimento: quali le cause? Monogamia o no?

«Si può essere innamorati di diverse persone per volta, e di tutte con lo stesso dolore, senza tradirne nessuna, il cuore ha più stanze di un bordello», Gabriel Garcia Marquez.

A livello europeo, sarebbe l'Italia il paese in cui avvengono più tradimenti. Questo dato è il risultato della statistica del sitoIncontri-ExtraConiugali. Secondo questa indagine più della metà della popolazione avrebbe tradito il partner. Seguono il nostro paese, per tendenza all'infedeltà, lSpagna e Francia, mentre i paesi del nord Europa sono quelli in fondo alla top ten. Si tratta, evidentemente, di un tema piuttosto diffuso.

La domanda è: perché si arriva a tradire il partner? Il motivo non è unico ma ci sono molteplici ragioni che possono portare uno o entrambi i partner a tradire l'altro.

Si può arrivare a essere infedeli se abbiamo problemi con il nostro partner, ad esempio perché non riceviamo attenzioni sufficienti o semplicemente perché la relazione dura da diversi anni e si è spenta un po' a causa della routine. Il tradimento può essere causato anche da un bisogno di migliorare la propria autostima e sentirsi al centro della vita di un'altra persona, per provare nuovamente alcune emozioni legate all'innamoramento. Le ragioni non finiscono qui.

Per quanto, a livello culturale, nella nostra società, il tradimento sia considerato per lo più come una mancanza di rispetto, l'infedeltà continua ad avere il suo fascino. La curiosità di conoscere una nuova persona, di uscire dalle responsabilità imposte all'interno della coppia e la scarica di adrenalina che si prova sono tutte motivazioni abbastanza forti che ci possono far scegliere la strada dell'infedeltà.

Ovviamente, il tradimento, soprattutto se viene scoperto dal partner, porta a una reazione a catena fatta di emozioni e di azioni: dalla rabbia al senso di colpa fino, a volte, alla rottura della relazione. In altri casi, invece, la domanda è: posso perdonare? Questa decisione è del tutto personale e dipenderà dalla voglia di entrambi i partner di continuare o interrompere la relazione, da quanto riusciranno a costruire una spiegazione che dia significato al tradimento, che condivisibile da entrambi e utile a migliorare la relazione.

shutterstock-1051467905.jpg

Monogamia o no?

Quando si parla di tradimento, si pensa al concetto di monogamia. Non tutti sono d'accordo con l'idea che la fedeltà, e quindi la monogamia, debbano essere viste come implicite e ovvie nelle relazioni di coppia, data la grande percentuale di persone che risulta essere infedele. Diverse coppie, infatti, vedono il tradimento quasi come un elemento naturale, ad esempio quelle che decidono di avere una relazione aperta o poliamorosa. Il dibattito è aperto, ma sono sempre più le persone che mettono in discussione il concetto di fedeltà, come nella docuserie "In poche parole" di Netflix dedicato alla monogamia.

La terapeuta di coppia Esther Perel, in una conferenza di Ted (*Ted è un marchio di conferenze statunitensi), ha parlato proprio del tradimento dopo una lunga esperienza nel tema con coppie e infedeltà. La stessa terapeuta ammette che la definizione di infedeltà è incerta ma che, senza dubbio, il concetto è nato con il matrimonio stesso. La monogamia, infatti, nel passato non aveva niente a che vedere con l'amore ma più con una questione economica.

Tuttavia, con l'arrivo del concetto romantico del matrimonio, l'infedeltà è entrata in contrasto con le nostre emozioni, ci ferisce perché ci fa sentire sostituibili e mette in discussione il nostro concetto di amore e la stessa idea che abbiamo di noi stessi, scatenando una vera e propria crisi di identità. Tuttavia, nell'epoca attuale, siamo sempre più invogliati a seguire i nostri desideri e la nostra felicità, cosa che, in alcuni casi, può coincidere con la licenza di tradire e di esplorare nuovi territori.

Secondo la terapeuta, questo comportamento non dev'essere necessariamente legato alla infelicità o alla fine dell'amore nei confronti del partner. La necessità di sentirsi speciali e desiderati, di vivere un'avventura, infatti, sono i principali motivi che portano al tradimento anche persone che non sembrerebbero "portate" a essere infedeli. A seconda della coppia, questa esperienza può significare la rottura definitiva del rapporto o, all'opposto, una ridefinizione in positivo della relazione.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in terapia di coppia.

Articolo rivisto e corretto dalla dottoressa Patrizia Mattioli

PUBBLICITÀ

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 1
  • Marco Privacy

    Il prof.re Semerari scrivera' uno dei Testi migliori a mio avviso in Italia sul ciclo di allarme invalidazione e validazione protezione.Ora questo ciclo che e' del Borderline ma e' lo stesso del Dipendente e del Narcisista va a irrigidire la percezione di Se come Oggetto Ideale o Disgustoso.Questa bipolarita' Oggettuale di Se e dell'Altro produce delle disfunzionalita' nella sfera relazionale.Quando io vedo una bella donna e provo a contatto cn quell'oggetto pulsioni io nn sto facendo altro che prestare ATTENZIONE a quell'oggetto xhe ha caratteristiche molto piacevoli.Il punto e' che quella li` e' una persona e un individuo Sano Desidera la persona che e' anche quell'oggetto.Ora io ho fatto difetto come oggetto tra mille svalutazione e aggressioni ma ho portato all'esasperazione il valore persona per compensare quel deficit di origine e il risultato e' stato che io nn posso tradire mai.Sarei invaso da sensi di colpa enorme perche' per me l altro nn e' mai simbolo ma solo persona..Fare sesso con 100 donne o fare l'amore xon uomini donne e trans e transgender insisme ci dice che siamo in contatto con oggetti che stuzzicano narcisisticamente i desideri oggettuali tra superamento della Norma(Ubris greca)o Idealizzazione della Norma Conformista(sposati con e figli)ma nulla dice questa xondizione di come mi sento con quella persona che se percepisco Unica ma anche uguale a Me(Identita` di Razza Umana condivisa)ecco che capiamo il fulcro vero dell'Uomo ovvero l'intersoggettivita'.Noi abbiamo tutti gli stessi processi primari il punto e' come Noi reagiamo ad essi.L'errore di Naranjo ma anche della PnL e della Gestalt e di tanti ancora e' nn capire che siamo uguali tutti nella misura di appartenenza ad un Unico ESSERE UMANO INTESO COME SPECIE ,non come ESSERE ASTRATTO,e ognuno di noi struttura in modo diverso le potenzialita' di specie in base alla propria struttura individuale esistente nel qui ed ora.La Norma o Simbolo e' figlia dell'Idealismo ovvero di un proiezione narcisistica su un oggetto Caregiver.E' un memori biologica.Recalcati ci dice che rincorriamo sempre lo stesso oggetto di piacere forcluso(Mamma,Papa'..Nonno Nonna)ma in realta' questo e' valido solo se idealizziamo oggetti e nn persone.Se io Ti amo e' improbabile nn desiderare sempre quella donna perche' quella donna ha dentro non fuori caratteristiche percepite come non fungibili ne' negoziabili.Succede solo se le persone reinvestono della Persona desiderio costante.A quel punto nn sara' piu' la minigonna il punto ma Lei.Raitzinger parla della necessita' della caduta dei Simboli ovvero il Teutokos..caduti i falsi Dei siamo nel reale e l'investimento nn sara' piu` oggettuale ma interpersonale.Nn mi gusto Te oggetto come un panino di mcdonald ma godo con Te della Tua persona.Questa si chiama maturita' che li' fuori manca al 90% della popolazione.Terapeuti compresi in una misura ancora nn chiara.

ultimi articoli su terapia di coppia