Terapia online: che cos'è, quali sono i vantaggi e le differenze con la terapia tradizionale e quando sceglierla

Terapia online: che cos'è, quali sono le caratteristiche, quali i vantaggi e le differenze con la terapia tradizionale e quando sceglierla

18 SET 2020 · Tempo di lettura: min.
Terapia online: che cos'è, quali sono i vantaggi e le differenze con la terapia tradizionale e quando sceglierla

Nei mesi passati, durante l'emergenza sanitaria covid-19, si è assistito allo sviluppo rapido ed esponenziale di disturbi emotivi, ansia, stress, somatizzazioni e attacchi di panico e, in alcuni casi, si è osservato il peggioramento di patologie fisiche e psichiche pregresse, con l'aggravarsi di condizioni psicopatologiche caratterizzate da tendenza all'irascibilità, facilità al pianto, rabbia, aggressività, depressione, apatia, insicurezza, abuso o ricorso all'uso di sostanze psicotrope, bassa autostima e incapacità di progettualità e pianficazione.

Ad oggi, nella fase post- emergenza, seppur sembrerebbe possibile avanzare ipotesi su un ridimensionamento in Italia della diffusione e delle conseguenze da contagio e, di conseguenza, di un miglioramento globale delle condizioni di salute della popolazione, si mantiene costante la percezione soggettiva di rischio, vulnerabilità e incertezza e le persone descrivono insicurezza, preoccupazione per il futuro, tendenza al rimuginio, agitazione costante e paura.

Molti descrivono la fatica a riprendere, soprattutto con l'inizio di Settembre, la normale e ordinaria routine e a muoversi nel mondo in modo più o meno sereno: andare a lavorare, tornare a scuola, fare sport o attività fisica all'aperto, intrattenere pubbliche relazioni, coltivare amicizie e relazioni affettive, andare al bar o a fare la spesa, tutto è causa di irrequietezza e timori che si ingigantiscono e diventa difficile ridimensionare e controllare.

Le persone si sentono perse, smarrite, confuse, continuamente in pericolo e minacciate nel loro bisogno fondamentale di sicurezza di base, la capacità di percepire il proprio ambiente in modo sicuro e di sentire di poter esercitare un po' di controllo è compromessa e il vissuto personale è di rabbia, impotenza e frustrazione e, in alcuni casi più gravi (patologie preesistenti, fragilità sociali e individuali, presenza di sintomatologie invalidanti), si osserva un peggioramento significativo della qualità della vita e del benessere con una compromissione del funzionamento lavorativo e sociale.

In queste circostanze, è stato importante assicurare, e lo è tutt'ora, la continuità nelle cure e la disponibilità ad offrire consulenze e supporto a distanza alle persone più in difficoltà e agli individui più fragili nel pieno rispetto delle regole di prevenzione e contenimento del contagio e tutela della salute previste dall'OMS e, pertanto, sono stati attivati servizi di supporto telefonico e videochiamata con lo scopo di dare brevi, generiche e immediate indicazioni per affrontare emotivamente la situazione e tamponare l'emergenza psicologica in fase acuta.

Di questa popolazione, però, ancora oggi, circa la metà preferisce continuare con la terapia online e con l'utilizzo dei dispositivi e delle norme di sicurezza che tutti ormai conoscono benissimo da mesi e che assicurano protezione interpersonale, sicurezza e distanziamento sociale .

Ma quali sono, nello specifico, i vantaggi della terapia online? Vediamoli insieme!

  • Consente di continuare un percorso di psicoterapia già iniziato senza dovervi rinunciare per privilegiare la terapia vis a vis e il contatto diretto quando queste generano ansia e paura.
  • Consente al paziente di scegliere in tutta libertà il proprio terapeuta di fiducia senza vincoli quali la distanza e il tempo necessario per recarsi in studio: penso ai pazienti che hanno iniziato una terapia con un terapeuta in una regione o in una città precisa e che desidererebbero continuare il lavoro con il medesimo terapeuta senza dover necessariamente cambiare professionista o interrompere la terapia
  • Garantisce in modo più serrato l'anonimato e il rispetto della privacy: non tutti amano l'idea di poter essere visti recarsi in studio o essere posti nella condizione di dover dare spiegazioni
  • È più conveniente e comoda perchè annulla le distanze e permette di risparmiare tempo (per recarsi e tornare dallo studio, per organizzare i propri altri impegni, ecc..).
  • È più economica: solitamente, rispetto alla terapia tradizionale, ha costi più contenuti e, con più facilità, risponde alle esigenze o alle eventuali difficoltà economiche di ciascuno.
  • È accessibile a chi ha difficoltà a raggiungere lo studio per ragioni di tempo, orari di lavoro o patologie di varia natura (disabilità motoria, dolore cronico o altre patologie invalidanti): spesso, ci sono persone che hanno un notevole bisogno di terapia e supporto ma che si trovano costrette a rinunciare o posticiparne l'inizio anche di mesi a causa dell'impossibilità di raggiungere lo studio negli orari di apertura o a causa di orari di lavoro che impegnano la persona sino a ora tarda. Nel caso di quest'ultima circostanza, spesso se non sempre, le persone sono esauste e, seppur motivate ad uscire per recarsi in studio, alla fine desistono a causa dell'eccesiva stanchezza rinunciando a prendersi cura di Sé. La terapia online potrebbe, invece, offrire una valida alternativa alla terapia presenziale e un'utile occasione per investire sul proprio benessere proprio perchè comodamente fruibile anche da casa.
  • Offre sicurezza e garanzia in circostanze metereologiche avverse dove le possibilità di spostarsi agevolmente in caso di forte maltempo sono limitate.
  • In caso di malattia e sedute già concordate, offre la possibilità di continuare a lavorare in sicurezza ed è una possibilità molto utile soprattutto in caso di crisi o emergenza emotiva di qualsivoglia natura.
  • Garantisce l'accesso anche a ragazzi maggiorenni che si sentono in imbarazzo a presentarsi presso i servizi psicologici di competenza e, a volte, finiscono per rinunciare a chiedere aiuto.
  • Consente di fruire dei servizi di terapia e sostegno anche alle persone con disabilità motoria o a coloro che sono costretti a letto e non possono spostarsi oppure possono deambulare solo con l'aiuto di un'altra persona.

In un contesto di cura che rende possibile un setting con le suddette caratteristiche e i vantaggi elencati, alcune delle preoccupazioni descritte possono essere significativamente ridotte o contenute e, pertanto, la psicologia online potrebbe essere una valida ed altrettanto efficace alternativa alla psicoterapia tradizionale e una buona occasione da sfruttare e rendere opportunità di crescita, cambiamento e trasformazione!

Dott.ssa Federica Martino

Psicologa Clinica, Psicoterapeuta Cognitivo - Costruttivista

Scritto da

Dott.ssa Federica Martino

Lascia un commento

ultimi articoli su psicologia online