Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Stress e reazioni correlate

Lo stress è la risultante dell’interazione tra le diverse variabili ambientali (richieste) e le caratteristiche dell’individuo (capacità).

22 FEB 2017 · Tempo di lettura: min.
Stress e reazioni correlate

Seyle (1974) distingue due forme di stress: una positiva (eustress, dal greco eu: buono) l'altra negativa (distress, dal latino dis: cattivo). Se i livelli di stress vengono contenuti entro certi parametri si ha una reazione adattiva all'ambiente ed alle sue richieste, al contrario elevati livelli di stress possono compromettere la prestazione cognitiva individuale.

"Sindrome di adattamento allo stress" (Selye):

1. fase di allarme: modificazioni a livello fisiologico (aumento battito cardiaco, tensione muscolare, etc.);

2. fase di resistenza: l'organismo funziona a ritmo più elevato;

3. fase di esaurimento: incapacità di recuperare dagli episodi di stress (malattie psicosomatiche, etc.).

Reazioni psicologiche:

  • rabbia;
  • frustrazione;
  • paura;
  • ansia (tratto/stato);
  • depressione;
  • apatia;
  • sensi di colpa;
  • sentirsi sotto pressione;
  • crisi di pianto;
  • irritabilità;
  • impazienza;
  • difficoltà di concentrazione;
  • confusione;
  • perdita del senso del controllo situazionale.

Reazioni comportamentali:

  • rapidità dell'eloquio;
  • camminata veloce;
  • abuso di alcol e/o farmaci;
  • fumo;
  • bruxismo;
  • fare più cose in una volta;
  • incapacità di restare fermi;
  • disturbi sessuali;
  • disturbi alimentari;
  • toccare continuamente i capelli;
  • mordicchiare le labbra e/o unghie;
  • assenteismo;
  • scarsa produttività;
  • mancanza di motivazione.

Reazioni fisiologiche:

  • aumento produzione ormoni (corticotropina: responsabile cicli del sonno);
  • aumento pressione arteriosa;
  • modificazioni respiratorie;
  • tensione muscolaretensione facciale;
  • circolazione sanguigna lenta alle estremità (mani fredde);
  • disturbi del sonno;
  • mal di testa;
  • sintomi gastro-intestinali;
  • affaticamento;
  • asma;
  • attacchi di panico.
Scritto da

Dott. Guido Scopece

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale