Storia di un lutto

Durante l'elaborazione del lutto è importante ottenere e mantenere la vicinanza fisica e psicologica con un altro essere umano; Amina, nome fittizio a tutela dell'identità della paziente...

2 GEN 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Storia di un lutto

La storia di Amina, nome fittizio a tutela dell'identità, è quella di un lutto vissuto in intimità, in solitudine, che ha rischiato di diventare isolamento: a giugno ha perduto una sorella carissima, più giovane di lei. Amina è una donna sui 35 anni, proveniente dal Marocco, non parla un italiano fluente ma dimostra di comprenderlo bene e risponde in modo adeguato.

La società mussulmana in Marocco rimane legata ad una visione arcaica dell'agire sociale: la comunità, il gruppo, la famiglia rimangono basi intoccabili della società e l'individuo è ad esse funzionale. I processi di modernizzazione hanno prodotto un rafforzamento nei meccanismi di definizione dell'identità e il conseguente irrigidimento nell'ordine maschile dominante.

Per le donne lasciare il Marocco e seguire il marito con un progetto migratorio di ricongiungimento è tra i doveri di obbedienza.

Per gli uomini lo stress di acculturazione, arrivati in Italia pesa in maniera maggiore rispetto alle donne.

Amina ha perduto una sorella minore (laureata, 33 anni, l'unica dei dieci fratelli e sorelle che fosse portata per lo studio) da due anni in Italia con la figlia di sette anni. Il marito arrivato dal Marocco l'ha uccisa con un coltello pochi giorni dopo il suo arrivo in Italia.

Amina mostra di essere confusa ma fa parte del processo di elaborazione del lutto, non la correggo, non riesce a ripercorrere alcune strade del centro storico della città dove vive perché le percorreva con la sorella. Mi racconta dell'ultima telefonata ricevuta dalla sorella. E' molto preoccupata per la nipotina che non ha più una madre e il padre, accusato di omicidio, è in carcere.

Amina ha un eloquio piatto, incolore, con tonalità monotona. Il tono cambia quando riesce ad esprimere la rabbia che prova e che non sa spiegarsi perchè sia successo proprio ad uan persona buona, disponibile e che aveva sofferto così tanto come sua sorella.

Amina teme di dover tornare in Marocco e che sua madre si possa aggravare dopo questa grave perdita familiare.

Storia di un lutto Storia di un lutto

PUBBLICITÀ

Scritto da

Studio Associato di Psicologia e Arteterapia

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su stress