Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Stabiliamo un contatto: la ripresa delle relazioni e il desiderio di incontrarsi

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Riflessioni ciniche sulle relazioni in tempo di crisi. Cosa succede post fase 1 e cosa è successo durante l'attesa?

13 MAG 2020 · Tempo di lettura: min.
Stabiliamo un contatto: la ripresa delle relazioni e il desiderio di incontrarsi

Da Marzo, come psicologa, ho scelto di avvalermi delle metodologie cliniche di terapia a distanza (interventi che attuavo già per alcune consulenze tramite Skype) per mantenere viva e stabile la relazione terapeutica durante l'emergenza COVID - 19. É importante nel mio approccio alla professione psicologica parlare di "relazione" e soprattutto "stare nella relazione" il che significa riporre un valore al dono che essa rappresenta. Si, perché come disse un mio stimato docente: "da soli non si va da nessuna parte!". Abbiamo bisogno di contatto e in questi mesi difficili ogni piccolo gesto ha assunto un valore prezioso.

Durante alcuni colloqui con i pazienti è emerso il tema della "mancanza" che ha sottolineato quanto l'amore e l'affetto siano energia vitale e quanto spesso diamo per "scontato" questo dono della relazione e della presenza dell'altro.

La quarantena ci ha tutelati dal contagio ma ha messo le relazioni dinanzi ad un banco di prova simbolico fatto di incontri in video-call e per i più vintage come me, prevalentemente di telefonate. Durante un colloquio, carico di commozione, una donna mi dice "la mia relazione è stata buttata giù da quest'onda Covid come un castello di sabbia in riva al mare". Ho riflettuto molto su questa metafora. Quanti castelli di sabbia sono stati abbattuti e quanti castelli di pietra sono rimasti intatti?

Solo adesso che sta arrivando il tempo per stabilire o ristabilire i contatti si potrà riflettere sui propri "edifici relazionali", su ciò che abbiamo costruito e sulla possibilità di "abitare" nuove relazioni fondate sulla vicinanza.

Queste semplici considerazioni che ho voluto scrivere nascono dalla mia felicità di aver contribuito al contenimento e all'ascolto di chi ha scelto di ricevere il mio aiuto. Nasce adesso in me il desiderio e la volontà di "accogliere" chi ne avrà necessità, all'interno del mio studio di psicologia sito a Catania rispettando tutte le indicazioni a tutela della Salute e del Benessere e di garantire la mia presenza in funzione della cura e dei cambiamenti che rendono la vita migliore.

Scritto da

Studio di Psicologia Dott.ssa Roberta Curatolo

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale