Sport e benessere psicologico

Gli effetti dell'attività fisica sul nostro benessere psico-fisico sono numerosissimi, dal miglioramento del tono dell'umore alla capacità di gestire lo stress.

2 SET 2020 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Sport e benessere psicologico

In questo articolo parleremo dell'importanza dell'attività fisica e degli effetti che può avere sul nostro benessere. È risaputo che lo sport ha un impatto positivo sulla nostra mente oltre che sul nostro organismo. Infatti, contribuisce al miglioramento della forma fisica e al mantenimento di un equilibrio psicologico grazie alla produzione di endorfine, sostanze chimiche che creano una situazione di benessere e di felicità e che contribuiscono al miglioramento e alla regolazione del tono dell'umore. In questo senso, lo sport può essere utile anche per la cura e la prevenzione del disagio psicologico.

  • In primo luogo, perché aumenta la produzione di norepirefina, un agente chimico che permette al cervello di migliorare la reazione a situazioni di stress.
  • In secondo luogo, perché l'attività fisica contrasta direttamente lo stress riducendo il livello di cortisolo nel sangue. Il cortisolo è un ormone prodotto dal surrene nei momenti di maggior tensione in cui viene richiesto al nostro organismo un maggior livello di energia. L'aumento della produzione di cortisolo, in condizioni ottimali, determina l'aumento di glicemia e di grassi nel sangue, fondamentali per produrre l'energia di cui il corpo ha bisogno per migliorare le prestazioni fisiche, anche grazie alla adrenalina e alla noradrenalina che combinandosi col cortisolo determinano un aumento della pressione sanguigna e conseguentemente un maggior livello di vigore fisico.

Il ciclo dello stress è composto da tre fasi ben distinte. La prima detta fase di "allerta" è caratterizzata dal fatto che l'organismo si predispone a fronteggiare una richiesta proveniente dall' ambiente in cui viviamo. La seconda fase è detta di "resistenza" e rappresenta il momento in cui l'organismo è impegnato a fronteggiare l'evento stressante per cercare di ristabilire una condizione di equilibrio. La terza fase è detta di "esaurimento" ed è la fase in cui l'organismo ha consumato l'energia utile per gestire una situazione di stress ed è seguita da una condizione di malessere fisico e psicologico che può portare anche a somatizzazioni di varia natura.

L'attività fisica presenta anche il beneficio di permetterci di staccare dalla routine quotidiana, regalando al cervello un po' di riposo. Il nostro stile di vita, infatti, è molto frenetico e consente di regalarci solo pochi momenti di relax. Lo sport rappresenta quindi un'opportunità per prendersi cura di sé ritagliandosi dei momenti "speciali" per noi. Qualunque esercizio fisico può contribuire a distrarre la mente e a far sì che il cervello e il corpo si rilassino.

Quel che è certo è che fare sport comporta fatica, ma è impossibile non pensare a quella sensazione di benessere che si prova una volta rientrati a casa.

L'esercizio fisico apporta numerosi altri benefici al nostro corpo, migliorando la tonicità dei tessuti e dei nostri muscoli e migliorando la luminosità della pelle. Sentirci più sicuri di noi stessi migliora anche l'approccio con gli altri per cui possiamo trarne beneficio anche da un punto di vista delle relazioni sociali.

Inoltre, aiuta a prevenire le malattie degenerative. Facendo sport tra i 35 e i 45 anni, contribuiamo all'aumento della produzione di reazioni chimiche nel cervello, che prevengono la degenerazione e l'ossidazione dei neuroni dell'ippocampo. Sarebbe bene educare i nostri figli all'attività sportiva fin da piccoli in maniera tale che praticare sport diventi un vero e proprio stile di vita.

Altri benefici che si possono avere con l'attività fisica sono riferiti al mantenimento di una soddisfacente funzionalità cognitiva e alla prevenzione di malattie cardiache.

I benefici per la memoria sono numerosi se consideriamo che migliorano le nostre capacità mnemoniche e la nostra capacità di apprendimento di nuove informazioni. Questo principio è stato verificato soprattutto in soggetti anziani portatori di patologie caratterizzate da un deterioramento cognitivo.

È importante fare sport soprattutto al mattino perché ci permette di sviluppare una dose extra di energia che ci rende più attivi durante tutta la giornata.

Esistono poi numerose tecniche per migliorare e ottimizzare i benefici dell'attività fisica quali ad esempio le tecniche di respirazione.

Se focalizziamo la nostra attenzione sulla respirazione ci rendiamo conto che durante la giornata respiriamo molto male o non respiriamo affatto! Ricordiamoci che una buona respirazione contribuisce anche ad una migliore ossigenazione del sangue. La tecnica che suggerisco consiste semplicemente nell'inspirare profondamente, trattenere il respiro per alcuni secondi e rilasciare profondamente fino a svuotare completamente i polmoni. Questo esercizio può essere praticato in qualsiasi momento della giornata, ma ha degli effetti particolarmente benefici se praticato per 15 minuti la sera prima di andare a dormire e la mattina al risveglio, così da predisporci nel modo migliore ad affrontare una nuova giornata.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dr.ssa Tiziana Fanti

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su stress