Smettere di fumare è possibile: 7 consigli pratici per riuscirci

Smettere di fumare non sempre è semplice. La dipendenza da fumo è molto diffusa. Spesso se ne sottovalutano gli effetti dannosi.

13 GEN 2014 · Tempo di lettura: min.
Smettere di fumare è possibile: 7 consigli pratici per riuscirci

Fumare è una dipendenza, dannosa per la salute e tante volte anche per il portafoglio. E per quanto siamo razionalmente consapevoli di quanto il fumo sia un vizio dannoso non riusciamo a interrompere quella routine che ci spinge ad accendere una sigaretta dopo un caffè, in momenti di stress o di relax con gli amici o colleghi di lavoro.

Eppure smettere di fumare è possibile, e come ogni dipendenza o cattiva abitudine, per combatterla dobbiamo essere determinati e motivati a evitare di cadere nella tentazione della sigaretta, una dipendenza che coinvolge non solo il corpo, ma anche la nostra psiche.

Mentre la dipendenza fisica dal fumo svanisce dopo qualche settimana, più difficile è liberarsi della dipendenza psicologica: la nostra mente potrebbe aver bisogno di più tempo per liberarsi dai rituali che accompagnano il fumare, dalla gestualità di tenere in mano una sigaretta a quella di portarla alla bocca.

Cosa spinge le persone a diventare dipendenti dalla sigaretta?

Le motivazioni che spingono le persone a fumare sono sempre soggettive e individuali, nel senso che ogni persona è spinta da propri pensieri e motivazioni da ricercare nella sua storia personale, tuttavia esistono delle motivazioni di carattere generale che potrebbero spingere le persone a fare un uso eccessivo delle sigarette:

  • la sigaretta potrebbe rappresentare una via d'uscita in situazioni di stress e tensione, una modalità poco funzionale per scaricare le emozioni negative che incameriamo;
  • la sigaretta instaura un rituale che rende difficile per la persona rinunciare a momenti abitudinari legati al fumare, come ad esempio fumare in auto, dopo il caffè;
  • fumare può diventare gratificante;

Indipendentemente dalle motivazioni che inducono a fumare, ogni persona può smettere di ricorrere alla sigaretta, un vizio che in qualche caso diventa una vera e propria dipendenza, che provoca astinenza dovuta dal calo dei livelli di nicotina nel sangue. Con determinazione e buona volontà pian piano giorno dopo giorno si può rinunciare alla sigaretta.

Alcuni consigli pratici per provare a smettere sono:

  • vivere la decisione di smettere di fumare come una scelta che ci porterà benessere fisico e psicologico, e non come una rinuncia;
  • pensare che abbiamo il potere di smettere di fumare in qualsiasi momento;
  • capire se ricorriamo alla sigaretta per scaricare la tensioni o in specifiche situazioni, in modo da sostituire il fumare con un'altra attività;
  • iniziare a diminuire gradualmente il numero di sigarette, andando a mangiare una gomma, bevendo un bicchiere d'acqua, facendo sport o altre attività che non permettono di fumare;
  • organizzare un programma per smettere di fumare;
  • diminuire l'uso di bevande alcoliche e di caffè, che alimentano il desiderio di fumare;
  • tenere un numero limitato di sigarette in casa.

Ogni persona gestisce le situazioni in maniera diversa, e anche per smettere di fumare bisognerà sintonizzarsi maggiormente su se stessi, sui propri tempi e i propri bisogni per capire qual è la strategia più funzionale per liberarsi dalla sigaretta. Se da soli non ci riuscissimo, possiamo ricorrere all'ipnosi, all'auricolo-terapia, o a un percorso psicologico finalizzato a liberarsi dalla dipendenza del fumo.

Scritto da

Psicologa Psicoterapeuta Naturopata Di Blasio Carmela

Lascia un commento
1 Commenti
  • Assunta

    Proverò a mettere in pratica i vostri consigli, nella speranza di liberarmi dal fumo

ultimi articoli su smettere di fumare