Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ritorno a scuola: come affrontare ansie e timori

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Il ritorno a scuola è una fase molto delicata. Riuscire a contenere le ansie e i timori dei bambini e degli adolescenti e ad affrontare questa fase in maniera serena è molto importante.

1 SET 2015 · Tempo di lettura: min.
Ritorno a scuola: come affrontare ansie e timori

Il ritorno a scuola provoca spesso nei bambini e negli adolescenti un'ondata di emozioni, spesso confuse e contrastanti: la gioia di rivedere gli amici, l'entusiasmo per nuove materie, ma anche l'ansia degli impegni e il timore di non riuscire ad andare bene.

È importante evidenziare come questa ondata di emozioni non riguardi soltanto i bambini e gli adolescenti, ma anche tutte le figure adulte coinvolte nel mondo della scuola, genitori e insegnanti per primi.

Ma come adulti cosa possiamo fare per fare in modo di vivere in maniera serena il ritorno a scuola con i nostri figli e i nostri studenti?

Per prima cosa è importante "preparare il terreno" parlando delle nostre emozioni, condividendole e lasciando spazio per ascoltare e contenere le aspettative, l'entusiasmo e il timore che i bambini e gli adolescenti esprimeranno.

Come aiutarli

È fondamentale suscitare e alimentare la curiosità e l'interesse, fattori che influenzano positivamente l'apprendimento scolastico, proponendo il ritorno a scuola come l'inizio o la ripresa di un viaggio, come l'occasione per fare nuove esperienze, stando quindi attenti a non evidenziare solo i doveri e gli aspetti normativi e punitivi ("Adesso dovrai studiare molto di più!", "Non avrai più tempo per giocare", "Voglio vedere se sarai bravo!").

Contemporaneamente è molto utile "dare un'occhiata a cosa ci aspetta", raccogliendo e condividendo tutte le informazioni pratiche (orari, attività didattiche ed extradidattiche) in modo da poter fornire risposte precise di ordine pratico agli interrogativi dei bambini e degli adolescenti su come saranno scandite le giornate.

L'alleanza educativa

Infine è fondamentale curare "l'alleanza educativa", fare si che gli studenti sentano che la famiglia e i docenti, nella loro specificità, sono alleati nell'obiettivo comune di rendere l'esperienza scolastica quanto più possibile serena e soddisfacente, mostrandosi disponibili a condividere informazioni e a confrontarsi sulle strategie educative da proporre e portare avanti in maniera coerente.

Ovviamente, quando sentiamo il bisogno di approfondire come gestire nel miglior modo possibile questa fase delicata, possiamo sempre rivolgerci allo Psicologo Scolastico eventualmente presente nella Scuola o a un professionista esperto nella Psicologia Scolastica, in modo da avere un nostro spazio nel quale esprimere ed elaborare i nostri vissuti e nel quale condividere le strategie educative per rendere quanto più possibile serena la ripresa scolastica.

Buon ritorno a scuola a tutti noi!

Scritto da

Dott.ssa Fabiola Trojani

Lascia un commento

ultimi articoli su crisi adolescenziali