Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Relazioni e legami affettivi

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Nuovi profili emergenti nel legame affettivo: la violenza che può arrivare alla distruzione di interi sistemi familiari.

8 GEN 2016 · Tempo di lettura: min.
Relazioni e legami affettivi

La cronaca e la quotidianità portano alla ribalta fenomeni dai toni e dai contenuti che ci lasciano spesso senza parole e ci toccano emotivamente. Assistiamo a fenomeni di violenza trasversale a diversi contesti, non ultimo quello familiare che ritenevamo pressoché immune da fenomeni drammatici.

Quello che tendiamo a dimenticare o sottovalutare è che la violenza è spesso l'ospite indesiderabile di ogni relazione sociale.

Nei tempi moderni che stiamo vivendo il sistema tecnico-economico sta ristrutturando le nostre relazioni sociali e tra queste quelle tra generi.

In passato, la famiglia ha gestito storicamente le relazioni tra generi e le relazioni inter-generazionali. Oggi siamo in una fase di transizione della complessità delle relazioni e dell'intimità.

Possiamo identificare due movimenti:

  • l'intimità che presuppone immediatezza della fusione di emozioni e sentimenti - siamo alla ricerca di rapporti in cui si esclude il "senso della perdita";
  • l'instabilità in cui assistiamo allo slegamento delle relazioni e per difesa, l'attaccamento a certezze che conduce a radicalismo e fondamentalismo.

La fragilità nei rapporti che osserviamo in determinate situazioni e in presenza di fragilità individuali, facilita quel fenomeno di adesività nelle relazioni e quindi la paura della perdita e la violenza.

Scritto da

Dr. Vittorio Sacchi

Lascia un commento

ultimi articoli su relazioni sociali