Quanto bisognerebbe riposare a lavoro?

Man mano che passa il tempo diminuisce la creatività e il rendimento.

15 APR 2016 · Tempo di lettura: min.
Quanto bisognerebbe riposare a lavoro?

Non fare piccole pause durante il lavoro può causare non solo problemi di stress ma anche una riduzione della produttività.

Lavorare ininterrottamente non fa bene né ai lavoratori né alla produttività dell'impresa. Giornate di otto ore seduti e davanti a un computer, ad esempio, mettono a dura prova la nostra concentrazione. Man mano che passa il tempo, infatti, diminuisce la creatività e il rendimento. È importante, dunque, eseguire delle pause piccole e frequenti per non sentirci subito stanchi e lavorare inutilmente. La maggior parte del tempo, infatti, i lavoratori non sono realmente concentrati e, quando vanno in pausa non riposano realmente.

L'utilità del riposo è stata dimostrata da diversi studi. Uno degli ultimi realizzati è stato quello dell'impresa lituana Draugiem. Attraverso un'applicazione chiamata Desk Time l'azienda ha studiato le abitudini dei lavoratori, scoprendo che chi faceva pause più spesso era più produttivo.

Come e quando?

In generale, la migliore scelta è quella di riposare un quarto d'ora per ogni ora lavorata. Tuttavia, non è solo importante il quando ma anche il come. Alcune attività, infatti, svolte durante la pausa, possono rendere vani i minuti di riposo. Generalmente bisogna evitare di continuare a stare davanti al computer per consultare i social network, chattare o leggere le notizie. Tutte queste attività, infatti, non fanno riposare il cervello. Al contrario, richiedono troppo attenzione.

La pausa, invece, dev'essere utilizzata per alzarsi finalmente dalla sedia e svolgere attività che siano vantaggiose per la salute. Potete fare dei piccoli esercizi di stretching o fare una piccola passeggiata per rilassare e, allo stesso tempo, muovere i muscoli. Può essere utile anche ascoltare musica o guardare l'orizzonte per far riposare gli occhi.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in psicologia del lavoro.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

ultimi articoli su orientamento professionale