Perché non trovo l'amore?

Ti poni continuamente questa domanda? Sei alla disperata ricerca disperata di un partner? Sta diventando quasi una fissazione per te? Forse dovresti leggere quest'articolo.

7 DIC 2016 · Ultima modifica: 9 LUG 2020 · Tempo di lettura: min.
Perché non trovo l'amore?

Sapevi dell'esistenza di un disturbo che porta le persone ad ossessionarsi con la ricerca di un partner?

Non tutti sentono la necessità di avere un partner. Ci sono donne e uomini che decidono di vivere la propria vita senza stare in coppia. Altre persone, invece, hanno il desiderio di incontrare un'altra persona con cui condividere una parte o il resto della propria vita.

Esistono alcuni soggetti per i quali l'essere in coppia non è un desiderio ma un'ossessione vera e propria: avere un partner è un requisito imprescindibile per poter avere una vita completa. In questo articolo cercheremo di approfondire i diversi aspetti di questa domanda:

  • da un lato analizzeremo come la ricerca dell’amore possa diventare un’ossession
  • dall’altro approfondiremo quei casi in cui la ricerca dell’amore non ha basi fobiche, ma solo bisogno di un po’ di fiducia in sé stessi.

L’anuptafobia: la paura di rimanere single

Questa ossessione è un vero e proprio disturbo denominato anuptafobia, ossia la paura patologica di non trovare un partner e di rimanere single. La società attuale continua ad essere incentrata sulla famiglia: applicazioni per il cellulare, siti internet e pubblicità ci spingono a cercare la nostra "anima gemella".

Quando si arriva a una determinata fascia d'età, in generale a partire dai trent'anni, molte persone sentono la necessità ossessiva di dover stare in coppia.

In questo periodo, infatti, la diminuzione drastica dei rapporti con gli amici che nel frattempo hanno già trovato il proprio partner o hanno figli, e la pressione sociale relativa al cosiddetto "orologio biologico" spingono, soprattutto le donne, verso questa presunta necessità. Molte persone che soffrono di questo disturbo iniziano a sentirsi vulnerabili e anormali.

La condizione di single dovrebbe essere vista come una fase o una condizione della propria vita: avere un partner è un elemento aggiuntivo che aiuta a stare bene ma che non è indispensabile per vivere bene. Bisognerebbe imparare a star bene anche da soli. Alcune persone, e non solo chi soffre di anuptafobia, invece, reputano l'essere single come un fallimento.

anuptafobia

Come riconoscere l’anuptafobia

Chi soffre di anuptafobia solitamente rivolge tutte le sue attività verso la ricerca del partner. Questa ricerca ossessiva porta ad avere diversi sintomi collaterali come l'ansia.

In generale, questo disturbo colpisce prevalentemente quelle persone con bassa autostima e piuttosto dipendenti che spesso hanno subito relazioni o rifiuti traumatici durante l'infanzia o l'adolescenza. Solitamente il soggetto colpito da questo disturbo si vede come una vittima a causa della mancanza di un partner e si lamenta esageratamente della sua condizione di single.

Tutte le persone che conosce, inoltre, vengono suddivise in persone in coppia e persone single, quindi vengono giudicate in base a queste caratteristiche. Le relazioni che non rientrano nel concetto "normale" di coppia vengono criticate aspramente.

Il matrimonio, per esempio, viene visto come una sicurezza. Nonostante ciò spesso gli individui colpiti da questo disturbo passano da una relazione all'altra senza motivo, alla disperata ricerca di quello giusto o di quella giusta, e cercano di adattarsi ai gusti e alle richieste del partner per paura di essere abbandonati. Allo stesso tempo, cercano costantemente di dimostrare agli altri la felicità della coppia. E quando il partner non c'è non sono in grado di vivere appieno ciò che fanno.

Superare l’anuptafobia

Come altri tipi di fobie, l’anuptafobia si può superare con una terapia adeguata mirata a separare l’ansia collegata alla paura di non trovare un amore, cercando di capirne l’origine e le motivazioni, sopratutto quelle legate alla bassa autostima o alla paura dell’abbandono o ad alcune condizioni traumatiche.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in fobie.

Abbiamo visto finora il caso in cui la ricerca dell’amore si trasforma in un’ossessione fino a trasformarsi in una vera e propria fobia. Adesso analizzeremo una situazione non legata a pensieri ossessivi, ma che sono comuni a tutti noi in alcuni momenti della nostra vita.

come trovare l'amore

Le persone si incontrano quando è il momento giusto per incontrarsi


Quando si è single e si è in ricerca dell’amore, si provano molte sensazioni confuse: ci si sente inadeguati, o non degni dell’amore, o incapaci di scegliere la persona giusta, o vittime degli eventi.

Per trovare l’amore bisogna iniziare a sfatare tutti questi miti e cercare da un lato di rafforzare la fiducia in sé stessi e il proprio benessere e dall’altro di uscire dalla zona di comfort o dalle proprie abitudini per vivere nuove esperienze e conoscere nuove persone.

In questo senso molto spesso incontriamo le persone sbagliate perché ancora non siamo pronti per affrontare una relazione seria o perché non abbiamo fiducia in noi stessi, e siamo attratti istintivamente a livello inconscio, da persone che sappiamo non potranno mai darci una relazione stabile e duratura.

Inoltre molto spesso tendiamo a concentrarci su quello che non abbiamo rispetto a quello che abbiamo. I nostri amici, la nostra famiglia, i conoscenti, possono essere una base solida di amore che ci può far capire che in realtà siamo già circondati da amore e che non è necessario fare le vittime e che avremo sempre un porto a cui tornare.

Questo ci permetterà di guardarci intorno con meno ansia e dipendenza e più sicurezza, aprendoci le porte a relazione più sane.

Consigli su come trovare l’amore

Abbiamo visto che molto spesso tendiamo a dare la colpa al mondo là fuori (anche se è vero che il mondo là fuori è davvero duro), quando potremmo provare a lavorare e migliorare alcuni aspetti di noi stessi.

E allora perché non provare? Siete pronti?

  1. Imparare a volersi bene. Anche se è una banalità e probabilmente già lo sapete, è importante ribadirlo. Se non siete voi ad amarvi, come potranno amarvi gli altri? Se non imparate ad accettarvi e ad amarvi, trasmetterete insicurezza e insoddisfazione agli altri, ovvero sensazioni da cui tutti quanti cerchiamo di sfuggire.
  2. Non disperatevi. La disperazione o l’ossessione di trovare l’amore non vi aiuteranno a trovare l’amore, anzi vi faranno apparire semplicemente… disperati. Provata a mettervi nei panni di una nuova conoscenza: sareste attratti da una persona negativa e disperata? Probabilmente la risposta è no. Ma sopratutto non ha senso vivere disperatamente una sensazione da single. Pertanto, fate un respiro profondo, calmatevi e pensate a tutte le cose belle che avete intorno e a tutte le qualità che avete da fare conoscere.
  3. Tempo al tempo. La disperazione, l’ossessione e la fretta vi potrebbero portare a realizzare scelte sbagliate.
  4. Cercate nei posti giusti. Non esistono luoghi migliori o peggiori per conoscere persone: il lavoro, la discoteca, gli amici, il quartiere, i diversi hobbies e così via. Pertanto non per forza bisogna uscire tutte le sere per conoscere persone nuove. Cercate però di fare nuovi contatti in posti in cui vi sentite a vostro agio o dove vi potreste permettere di osare un po’ di più!
  5. La regola dei due appuntamenti. Anche se le prime impressioni molto spesso sono quelle che valgono, in cui il nostro istinto ci guida, a volte è meglio concedere a una persona almeno due appuntamenti. Questo perché quasi tutti al primo appuntamento tendono ad essere nervosi o un po’ impacciati senza riuscire a lasciare scaturire chi sono davvero. Allo stesso modo si tendono ad avere molte aspettative che probabilmente verrano deluse. Un secondo appuntamento potrebbe essere più naturale e spontaneo e farci scoprire nuovi aspetti dell’altro (o magari semplicemente confermare i dubbi anteriori, ma a quel punto saremo sicuri che avremmo fatto bene a lasciare perdere!)
  6. Imparare a prendersi cura di sé stessi. Abbiamo già visto che in altro occasioni che è fondamentale prendersi cura di sé stessi sempre e comunque, per il nostro benessere personale: ci fa sentire più belli e sicuri, oltre a far davvero bene a livello fisico e mentale.
  7. Comunicate ai vostri amici che avete voglia di conoscere qualcuno perché vi possano presentare nuove persone o accompagnarvi in qualche nuova avventura. Condividere con gli amici queste esperienze, crea una serie infinita di aneddoti da raccontare nel futuro oltre a darci fiducia e benessere.
  8. Usciti dai soliti stereotipi. Molto spesso i nostri schemi mentali ci portano a scegliere sempre la stessa tipologia di partner a causa di diversi pattern educativi, esperenziali e comportamentali. È importante provare ad uscire da questi schemi, perché molto probabilmente stiamo tralasciando o non notando qualcuno che potrebbe essere perfetto per noi solo perché non rientra in quello che abbiamo sempre conosciuto, o non risponde esattamente ai nostri gusti.
  9. Fate delle prove. Non abbiate paura di mettervi alla prova. È vero che le delusioni bruciano, ma stare rinchiusi nel proprio guscio è ancora peggio. Provate a fare dei piccoli passi, ma mettetevi sempre in gioco. Inoltre un po’ di faccia tosta non guasta mai: quindi mettete da parte l’imbarazzo e buttatevi!
  10. Il partner ideale non esiste. Esistono persone che si incontrano in un particolare momento della loro vita e che decidono di percorrere insieme un cammino, unite da valori interessi e propositi di vita. Un insieme di due individualità unite dall’amore. Per questo pensare al partner ideale non ha molto senso. Molto spesso l’amore non dipende solo da chi siamo o dalle nostre caratteristiche comportamentali, ma anche da dove ci troviamo nel nostro sviluppo individuale ed emotivo. Potrebbe essere più giusto parlare di due persone che si incontrano nel momento giusto per iniziare la loro storia d’amore. È importante ricordare che l’amore ci deve fare star bene e non deve nascondere forme di dipendenza o manipolazione.
  11. Cercate di non fare la vittima e pensate positivo. Come abbiamo accennato prima, la forma in cui pensiamo modella il nostro mondo. Pensare in positivo ci aiuta a dare un aspetto positivo a ciò che ci circonda. Anche ai potenziali partner.
  12. Coltivate degli interessi. Il mondo è pieno di cose da scoprire, pertanto non ossessionatevi solo sull’amore. Coltivare degli interessi vi aiuterà a crescere come persone, oltre ad aprirvi le porte a nuovi ambiente dove trovare nuove amici o relazioni.
  13. Imparate a divertirvi. Conoscere nuove persone è divertente. Non fatelo diventare un lavoro.
  14. Non accettate o rifiutate tutto a prescindere. Cercate di essere il più oggettive possibile e non fatevi prendere dalla fretta o dall’essere schizzinosi. Cercate di andare incontro alla persona che avete davanti a cuore aperto, senza pregiudizi, cercando di capire se potrebbe essere una persona compatibile con voi.
  15. Non prendetevi in giro, né tanto meno mentite a voi stesse. Questo significa che non tutti gli uomini vanno bene per voi: le relazioni tossiche, gli ex opportunisti, le persone sposate narcisiste, chiunque vi tratti male, non sono scelte adeguate.
  16. Non abbiate paura di esprimere affetto e complimenti. Molto spesso ci tratteniamo da esprimere affetto o fare complimenti perché abbiamo paura che l’altra persona travisi i nostri sentimenti o sappia ciò che proviamo davvero. In realtà piccoli segnali di affetto o complimenti fanno sempre piacere e non sono compromettenti. Quindi lasciate libera la vostra voglia di esprimervi (ma senza esagerare!)

l'amore arriva quando arriva

L’amore arriva quando arriva

L’amore arriva quando arriva: e normalmente arriva quando meno lo si aspetta.

Come abbiamo accennato all’inizio nelle storie d’amore esiste il momento giusto più che il partner giusto.

Il momento giusto in cui siamo pronti per metterci in gioco, in cui non abbiamo bisogno di una relazione ma vogliamo solo condividere il nostro tempo e la nostra vita con qualcuno. Per questo è importante essere pronti per accogliere ed accettare una persona nella nostra vita perché questa vi possa entrare.

Poi è vero che a volte le cose capitano all’improvviso, in momenti non proprio giusti... Anche in questo caso è importante non chiudersi in sé stessa e magari perdere una bella conoscenza, perché si è troppo impegnati in qualcos’altro. Il vero amore è pronto ad accompagnarti e a lasciare spazi se è questo ciò di cui hai bisogno.

Cose da fare per innamorarsi

Secondo uno studio dell’Università di Bath, ci sono alcune attività che si possono realizzare per innamorarsi in una maniera più facile.

Questo studio prende in analisi da un punto di vista matematico analizzando 18 variabili (tra cui l’età o la posizione geografica) le possibilità di innamorarsi:  una media di 1 possibilità su 562 (se lasciamo fare al fato).

Sempre questa analisi sottolinea alcune attività da realizzare attraverso le quali sarebbe più facile conoscere l’anima gemella. Quindi se non volete lasciare l’amore al caso e provare a velocizzare la mano del destino potreste provare queste attività: (ovviamente sono dati statistici su questioni sentimentali, quindi vanno presi più come idee che non come dati assoluti):

  1. La palestra. La palestra contro ogni previsione aumenta la possibilità di incontrare l’amore del 15%. L’importante è provare a fare conoscenza e cercare di attaccare bottone per trovare nuovi amici e poi chissà…
  2. Accettare l’invito a bere una cosa di un collega potrebbe aumentare le tue possibilità di trovare l’amore del 16%. Non solo per il collega, ma anche conoscendo gli eventuali amici. Quindi se volete provare ad ampliare il vostro gruppo di conoscenti, provate a dire di sì a quel collega che vi propone sempre di uscire.
  3. Anche altre attività ed hobby in generale fanno aumentare la possibilità di trovare l’amore dell’11%. Siete pronti a iscrivervi a qualche nuovo corso?
  4. Incontrare gli amici degli amici invece migliora le nostre possibilità solo del 4% mentre gli incontri combinati dalla famiglia solo dell’1%.

Insomma un po’ di cose sui cui riflettere!

Non avere paura di rimanere soli

In questo articolo abbiamo analizzato da un lato come il desiderio di trovare un amore si possa trasformare in un’ossessione e in una fobia, e dall’altro come a volte, prima di trovare l’amore si debba lavorare un po’ su sé stessi e sulla propria autostima, senza ossessionarsi con questo pensiero e rendendoci conto dell’amore che ci circonda già a prescindere.

Per questo è importante ricordare sempre  che non succede niente se state da soli o se siete single.

L’amore non si trova al di fuori di voi stessi: la cosa più importante su cui dovete concentrarvi è quella di stare bene con voi stessi e apprezzare le persone che vi circondano costruendo una base solida d’amore a cui potrete sempre tornare. Per il resto, il momento giusto arriverà proprio quando non ne avrete più bisogno. Ma proprio per questo sarete in grado di viverlo appieno e senza tossicità.

L'altro punto da ricordare è che se la condizione in cui vi trovate vi provoca malessere e dolore, non abbiate paura di chiedere aiuto sia alle persone che vi sono vicine, sia a un terapeuta.

 

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Bibliografia

  • https://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-4757816/Mathematicians-reveal-odds-finding-love.html
  • https://www.psychologytoday.com/us/blog/finding-love-the-scientific-take/201808/fear-being-single
  • https://www.psychologytoday.com/us/blog/the-attraction-doctor/201201/where-is-love-how-do-you-find-love

Lascia un commento
4 Commenti
  • Totaro fabio

    Mi chiamo fabio sono depresso ansia e attacchi di panico io vorrei conoscere una ragazza x stare bene ma allo stesso momento o paura perché

  • Giorgia

    Io ho 24 anni e mi rispecchio quasi in tutto tranne per il fatto che sto periodi lunghissimi senza uscire con nessun possibile partner. Però sto male al pensiero che sarò sola a vita, la vedo come una sconfitta personale.

  • Mara

    Questo problema si riferisce solo alle persone che hanno avuto già relazioni o anche alle persone che non hanno mai avuto relazioni? Farete magari un articolo in cui si cita il fatto che alcune persone trovano facilmente un partner e altre faticano a trovare la persona giusta? Personalmente mi trovo in questa situazione e anche se continuano a dirmi che sono giovane e che c'è tempo ad ogni cosa, ho la preoccupazione di non trovare nessuno.

  • Walter

    Articolo interessante, ma non rispecchia tutti. A me non interessa un partner di vita, ma un partner sessuale, se poi non è fisso va bene, l’importante è una vita sessuale piena e costante in termini di continuità temporale. Parlate tanto della paura di stare soli, ma non della terribile sofferenza di stare senza sesso, molto più grave. Il sesso è un bisogno primario come magiare e dormire. L’amore è un'aggiunta, se ci sta bene, se no si può essere felici anche da soli. Secondo me l’importante è soddisfare il bisogno di sesso.

ultimi articoli su fobie