Perché continuo a fare lo stesso errore?

La paura di cambiare le cose ci porta a ripetere gli stessi errori e a non diventare responsabili delle proprie scelte.

23 MAR 2016 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Perché continuo a fare lo stesso errore?

Mi accorgo di fare come il cane che si mangia la coda. Posso permettermi di essere ciò che veramente sono? Posso superare questa paura che mi blocca?

Domandarselo ritengo sia il primo passo per cambiare. E come se si stesse dando importanza a sé stessi all'importanza delle nostre scelte e come se la prima volta che si pensa che se c'è qualcosa che non va posso fare veramente qualcosa per cambiare la situazione.

Perché se siamo fermi sull'estremo: "è tutta colpa degli altri"! E come se si fosse convinti di essere vittime del sistema, che gli altri sono ingiusti e che non siamo mai e o per niente responsabili di ciò che mi succede.

Non ci sarà mai un cambiamento se neanche lo cercherete. Certo allo stesso tempo non penso che dobbiamo passare al secondo estremo: "è solo colpa mia sono inetta e incapace".

Non è detto che me ne accorga subito, ma ad un certo punto mi chiedo:

"Ogni volta che ho avuto una relazione sono arrivata a sentire la stessa sensazione di intrappolamento, di fastidio. Poi li lascio sempre io".

Perché faccio sempre gli stessi errori?

Sono troppo gelosa e poi mi lasciano. Continuo sempre a rimandare i progetti.

Come se ci si fosse intrappolati in un solco continuo doloroso e conosciuto e per tanto rassicurante. Il solco si è fatto così profondo che non vedo più altre opzioni, possibilità. Il solco è stretto ma molto protettivo. Come se in maniera inconsapevole non volessi variare o modificare l'infelicità costante proprio perché è conosciuta prevedibile e meno spaventosa

La paura del cambiamento ci immobilizza e ci intrappola, ma è possibile cambiare veramente e fare il primo passo verso delle scelte sane. La paura può essere superata. Basta chiedere aiuto e superare l'orgoglio e il giudizio che bisogna farcela da soli.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Mariagrazia Raffa

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale