Mindfulness in pratica

Semplici pratiche per fermare il pensiero ruminante, sospendere il giudizio e godersi il momento presente

15 NOV 2021 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Mindfulness in pratica

Il percorso Mindfulness

Stai nuotando in una meravigliosa caletta e il mare è tuo amico quando, senza che te ne rendi, conto inizia ad agitarsi. Cerchi di nuotare verso la riva ma tutto è contro di te, per quante bracciate tu faccia non riesci ad avvicinarti e all'improvviso un'onda gigantesca ti sommerge.

Pensi che non ce la farai e ti lasci andare, chiudi gli occhi e credi che ormai sia la fine ma quando li riapri ti rendi conto che sei a riva.

La vita è così. Impetuosa, imprevedibile e più resti attaccato a qualcosa o a qualcuno e più soffri. Quando lasci andare, quando diventi come l'acqua del fiume che scorre allora tutto cambia, tutto muta ed anche la qualità della tua vita diventa migliore.

Dedicarsi alla mindfulness è lasciarsi andare, accettare il cambiamento.

Spesso nell'arco della giornata ti senti pressato, oppresso e ti manca quasi il fiato, credi di non potercela fare. Ti guardi in giro e sembra che tutti riescano a fare le cose meglio, che siano più fortunati, belli, carismatici e quando cerchi qualche consiglio ti senti ripetere di vivere in tempo presente...certo, sembra così facile detto così ma in realtà cosa vuol dire? Come facciamo ad essere in tempo presente e a viverlo se gli impegni quotidiani ci catapultano costantemente nel passato o nel futuro?

Beh un bel dilemma! Sembra che tutti abbiano la risposta, che sappiano come fare e noi no.

Non è proprio così, ognuno di noi ha le risorse per cercare di attuare il cambiamento; non ti dico che fare mindfulness possa risolvere i tuoi problemi ma il fatto stesso di pensarci è già cambiare. Ecco alcuni esercizi che ci possono aiutare per intraprendere un cammino mindfulness.

Certamente all'inizio troveremo molte scuse e giustificazioni per non fare gli esercizi ma il prendersi una pausa dai nostri impegni e dal quotidiano è un regalo che facciamo a noi stessi.

Mindfulness e respiro

La vita è un bene prezioso e non deve essere sprecata rincorrendo un passato o aspettando il futuro, ciò che conta è il presente, dobbiamo vivere nel qui e ora liberandoci di tutti quei pensieri negativi che ostacolano il cambiamento. Una volta che ci rendiamo conto delle prigioni che ci siamo costruiti possiamo liberarcene.

Una volta che abbiamo appreso come vivere in tempo presente, ponendo attenzione al respiro, possiamo provare a sperimentare la meditazione dei 5 respiri, per sentirci un tutt'uno con l'universo e dissolvere le preoccupazioni e le inquietudini che ci fanno vivere male il presente proiettandoci costantemente nel passato o nel futuro.

Meditazione dei 5 respiri

Il respiro è un aspetto del corpo che succede in modo naturale ma che può essere influenzato dalle nostre intenzioni. Il respiro avviene anche quando non si presta alcuna attenzione, tuttavia possiamo prendere liberamente un lungo e profondo respiro…possiamo decidere di respirare intenzionalmente oppure no, ciò che non muta è che comunque respiriamo. Il respiro è una costante della nostra vita, è sempre con noi anche quando non poniamo attenzione.

1) Primo respiro

Pensiamo al respiro e sentendo l'aria che fluisce dentro di noi, possiamo essere quello che vogliamo, posso essere solido come una montagna, i venti della mente continuano a sferzare la montagna che rimane solida e centrata.

2) Secondo respiro

Respiriamo e siamo come un fiore che si dissolve nella terra, nell'universo e diventa anch'esso energia al centro dell'universo

3) Terzo respiro

Quando siamo pronti respirando diventiamo nuvola e ci vediamo come tale e come tale vediamo i venti della mente e ne prendiamo dei pezzettini e la nuvola diventa nera. Ci sediamo al centro della nuvola e sappiamo che ogni cosa cambia e abbandoniamo questi sentimenti negativi e la nuvola torna ad essere bianca e si trasforma ed infine si dissolve nell'aria.

4) Quarto respiro

Respirando divento calmo come l'acqua tranquilla che riflette la montagna, il fiore, la nuvola, di conseguenza tutti i pensieri non sono altro che quello: un riflesso.

Ogni cosa è impermanente. Siamo noi gli artefici dei sentimenti e non le situazioni, siamo noi che creiamo il nosto limite.

5) Quinto respiro

Mi trasformo in essere umano e guardo i venti della mente che soffiano. Parlo con la mente e lei ci dice che questa è la nostra vita, noi e la mente ci prendiamo per mano.Praticare la mindfulness significa diventare consapevoli del momento presente

Non bisogna pensare che la mindfulness sia meditazione, in realtà è un processo che permette alla mente di rimanere concentrato sull'oggetto di meditazione (respiro, corpo o momento presente).

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Rosella D'Avola

Bibliografia

  • Jon Kabat Zinn, Dovunque tu vada ci sei già, ed TEA; Milano 2014

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale