MAMMA CHE STRESS!

Lo stress è uno stato di disagio psicofisico molto frequente. Il termine stress è però molto abusato. In questo articolo: la definizione moderna di stress, le cause e le risposte del corpo.

20 FEB 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

MAMMA CHE STRESS!

CHE COS'E' LO STRESS?

Negli anni '50 con il termine "stress si definiva il "turbamento dell'equilibrio iniziale dell'organismo". Esso era distinto dagli "stressors", cioè da stimoli di diversa natura o situazioni che producono lo stress.

LA DEFINIZIONE MODERNA DI STRESS?

La definizione moderna di stress non considera qualsiasi cambiamento o variazione stressante. Il turbamento dell'equilibrio iniziale dell'organismo non è stressante di per sé; infatti, ogni organismo non tende soltanto a mantenere inalterato un equilibrio iniziale (es., la temperatura corporea), ma vi sono momenti in cui fa proprio il contrario (es., durante l'attività sportiva).

QUANDO LA RISPOSTA DELL'ORGANISMO E' ADEGUATA?

La risposta dell'organismo è adeguata quando è caratterizzata da continue oscillazioni attorno ad un valore medio ottimale (es., la temperatura corporea ottimale necessaria alla sopravvivenza). Quando l'organismo percepisce che i valori non sono adeguati (es., perché la temperatura corporea è scesa o salita troppo) dovrà eseguire delle risposte correttive che lo riportano al ripristino dei valori medi ottimali (Lo Stress, S. Cabib & S. Puglisi Allegra, 1995).

COME VENGONO EFFETTUATE LE STRATEGIE CORRETTIVE?

Le risposte correttive vengono attuate attraverso delle "strategie correttive"che dovranno esserespecifiche per ogni agente o situazione stressante (es., abbassando o alzando la temperatura corporea attraverso comportamenti idonei: accendendo un fuoco, muovendosi per produrre calore o, al contrario, cercando un riparo o dei panni da mettersi addosso).

COSA SUCCEDDE QUANDO L'AMBIENTE NON CONSENTE LE STRATEGIE CORRETTIVE?

Quando l'ambiente non consente la realizzazione delle strategie correttive, privando l'organismo di ogni possibilità di soluzione, inizierà a manifestarsi "la risposta da stress", caratterizzata da reazioni che riguardano l'organismo nel suo insieme, coinvolgendo contemporaneamente il livello fisiologico (del corpo), comportamentale (le azioni), cognitivo (il pensiero e l'immaginazione), e sociale (le relazioni).

QUALI SONO I PRINCIPALI AVVENIMENTI DELLA VITA CHE POSSONO CAUSARE STRESS ALLA MAGGIORANZA DEGLI UOMINI?

Holmes e Rahe (1967) e Sarason e collaboratori, (1978) hanno identificato una lista dei principali avvenimenti della vita che possono causare stress alla maggioranza degli uomini.

La lista (adattata da Biondi M., Palma A. e Panchieri P.) prevede i seguenti principali eventi:

1. Fidanzamento o inizio di una relazione

2. Matrimonio

3. Gravidanza (propria o del partner)

4. Aborto (proprio o della partner)

5. Se donna, inizio della menopausa

6. Contrasti con il coniuge

7. Divorzio, separazione

8. Riconciliazione con il/la partner

9. Problemi sessuali

10. Problemi con i suoceri

11. Problemi con i genitori

12. Separazione dal coniuge per lavoro

13. Cambiamenti significativi nelle condizioni di abitazione (costruzione o rinnovamento della casa, cambiamento della zona di abitazione)

14. Cambiamenti nella vita familiare

15. Cambiamenti nella vita extracasalinga del partner

16. Aggiunta di un nuovo componente familiare

17. Abbandono della casa da parte di un figlio

18. Grave malattia o incidente o disturbi del comportamento di un familiare

19. Grave malattia o incidente vissuto in prima persona

20. Infedeltà del/la coniuge

21. Relazione extraconiugale

22. Morte di un caro amico

23. Morte del coniuge

24. Procedimenti penali o civili in corso

25. Nuova attività lavorativa

26. Cambiamento situazione lavorativa

27. Problemi con il datore di lavoro o con il diretto superiore

28. Perdita del posto di lavoro

29. Cambiamento di responsabilità nel lavoro

30. Pensionamento

31. Insuccesso professionale

32. Presenza di un grande debito

33. Presenza di un debito minore

34. Cambiamenti importanti della situazione economica

35. Furto o perdita rilevante di oggetti

36. Fine di un ciclo di studio

37. Trasferimento a nuovi corsi di studio

38. Fallimento nei nuovi studi intrapresi

39. Esami importanti da sostenere

40. Cambiamenti del ritmo sonno/veglia

41. Cambiamenti delle abitudini alimentari

42. Cambiamenti delle abitudini voluttuarie (fumo, alcol, ecc.)

43. Cambiamenti delle attività del tempo libero

44. Cambiamenti nelle attività religiose

45. Cambiamenti nelle attività sociali

46. Cambiamenti nelle abitudini personali (abbigliamento, comportamento, rapporti sociali).

COME COMPORTARSI DI FRONTE AD UNO DI QUESTI AVVENIMENTI CHE PUO' CAUSARE STRESS?

In concomitanza del verificarsi di uno o più di questi avvenimenti potenzialmente stressanti, è fondamentale la scelta adeguata dei diversi tipi di strategie correttive fisiologiche, comportamentali, cognitive e sociali, sia per affrontare efficacemente gli stimoli, gli eventi e le situazioni stressanti, sia per gestire al meglio i livelli di ansia e paura correlati a tali condizioni. La scelta adeguata delle strategie correttive e la loro applicazione efficace contraddistinguono coloro che riusciranno a fronteggiare l'evento stressante in maniera adattiva, da coloro che lo faranno in maniera patologica.

COSA SUCCEDE QUANDO LE STRATEGIE CORRETTIVE FALLISCONO?

Quando le strategie correttive falliscono la persona è costretta ad una trasformazione più radicale, la quale può riguardare uno o più livelli in cui hanno fallito le strategie correttive (livello fisiologico, comportamentale, cognitivo e sociale). Per cercare di sopportare le nuove condizioni ambientali le reazioni del corpo tenderanno a diventare più estreme e meno stabili, le azioni potranno essere più impulsive e sconsiderate o potrà prevalere l'inibizione comportamentale, i pensieri e le immagini mentalitenderanno a convergere in maniera ridondante sul ricordo dell'evento traumatico o stressante, le relazioni sociali ne risentiranno vistosamente, con aperture sconsiderate o chiusure non meno dannose. Anche in queste condizioni è ancora possibile un nuovo adattamento funzionale e non patologico, ma sicuramente è molto più difficile da attuare rispetto a quando le strategie correttive funzionano adeguatamente. Sono queste le condizioni in cui è più facile che si creino i presupposti per l'insorgenza di un Disturbo Post-Traumatico da Stress Acuto o Cronico o di qualche altra psicopatologia.

Copyright © 2012 by Dott. Nunzio Bonaventura. Tutti i diritti riservati.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Nunzio Bonaventura

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su stress