Lo stress: come riconoscerlo e affrontarlo

Lo stress: cos'è? come riconoscerlo? Come affrontarlo?

13 FEB 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Lo stress: come riconoscerlo e affrontarlo
Sempre più spesso lo stress attanaglia le nostre viteriducendoci al limite della motivazione, assorbendo buona parte dell’energiavitale a nostra disposizione, rubandoci il senso della vita distraendoci dallasua bellezza.

Accade perché improvvisamente il nostro modo di pensare e di percepire la realtà diviene negativo e la paura ci porta ad allontanarci da eventi e situazioni che al contrario potrebbero offrirci uno stimolo in più.

E’ pur vero che in talune circostanze lo stress può dimostrarsi utile perché migliora le nostre performance, tuttavia questo avviene se ne possediamo in quantità moderata e non se questo ha la prevalenza sul nostro benessere e sulla nostra vita.

Il persistere dello stress può portare infatti ad un crollo nervoso per cui decidiamo di evitare i problemi, rifuggirli, raggirarli perché non ci sentiamo in quel momento in grado di affrontarli, come  fossimo già pieni.

Possiamo considerarci vittime dello stress se ci accorgiamo che la nostra vita è diventata monotona, senza scopo, se la sottovalutiamo,  se non riusciamo più a comprenderne il senso, se la consideriamo ripetitiva.

Ognuno di questi pensieri può divenire a sua volta causascatenante per lo stress e farci cadere in disagi più seri come perdita diappetito, disturbi del sonno,  difficoltà di concentrazione, disturbi del tono dell’umore.

Un modo per affrontare un momento di questo tipo è di considerare l’importanza che puoi avere per le persone intorno a te, quanto perqueste persone sia fondamentale il tuo agire e come i tuoi problemi possanoessere con loro condivisi. Ricordiamo sempre che a questo mondo non siamo soli.

E’ importante concedersi dei momenti di rilassamento ognigiorno dedicandoci un tempo per respirare, per coltivare un piccolo hobby checi distragga dalla monotona quotidianità, che ci motivi e ci faccia sentire vivi.

Altra cosa importante è comprendere che nella solitudine possiamo contare solo su noi stessi, abbiamo tutte le carte in regola perfarlo, le risorse necessarie. Non le riconosciamo solo perché non siamoabituati a vederle, ma ci sono e possiamo sfruttarle.

Talvolta non sentiamo la nostra forza perché troppo concentrati sulla nostra debolezza, quando, invece essa è in costante presenzaed attende solo uno spazio per uscire.

Soprattutto, consapevolizzare queste risorse può aiutarci anon ricadere in uno stato di stress oltre - limite, perché è proprio con laconoscenza del “dove possiamo arrivare” che ci preserviamo da un’eccessiva esposizionea cause stress-correlate.

La Dott.ssa Daniela Saurini è psicologa esperta in Psicologia dello sviluppo e Neuropsicologia Clinica

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dr.ssa Daniela Saurini

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su stress