L'insicurezza

Ti sarà capitato almeno una volta di pensare: “Non riuscirò mai a fare questa cosa” oppure “Sicuramente ci sarà qualcuno che sarà/farà meglio di me”.

3 GIU 2020 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

L'insicurezza

Ti sarà capitato almeno una volta di pensare "Non riuscirò mai a fare questa cosa..." oppure "Sicuramente ci sarà qualcuno che sarà/farà meglio di me...".

L'insicurezza è una condizione emotiva e psicologica che, normalmente, ogni individuo sperimenta. È una percezione soggettiva di inadeguatezza e fragilità che fa temere di non essere in grado di prendere decisioni adeguate. Spesso si manifesta in situazioni specifiche, correlate a eventi che mettono la persona alla prova (cambio di lavoro, inizio o fine di una relazione, una scelta di trasferimento...) e si conclude senza creare particolari problematiche. Alcune volte, anzi, crea un'attivazione di energie che può aiutare ad affrontare la situazione difficoltosa.

In alcuni casi, però, l'insicurezza può essere patologica e diventare una sensazione diffusa e persistente, sia nelle situazioni, che nel tempo, mettendo in difficoltà il fluire della quotidianità. Diventa infatti un tratto di personalità che guida e condiziona le diverse attività della vita.

Tutto questo con quali conseguenze?

In primo luogo l'abbassamento dell'autostima, che può portare alla paura di non essere all'altezza delle situazioni e a un forte senso di fallimento. Si abbasserebbero anche le capacità sociali e relazionali, rendendo così difficile interagire con gli altri in modo sereno e spontaneo e diminuendo le occasioni per creare o mantenere delle relazioni, di qualsiasi natura esse siano. Questo potrebbe accadere perché l'insicurezza può portare a non avere il "coraggio" di approcciare nel modo adeguato. Inoltre, le relazioni potrebbero essere rese difficoltose da atteggiamenti dipendenti o, all'opposto, aggressivi e allontananti, causati dalla frustrazione generata dal divario che si crea tra il desiderio di socialità e vicinanza, che a prescindere una persona insicura può avere, e le capacità di realizzarlo in modo adeguato e soddisfacente.

Questi comportamento insicuri comporterebbero il rischio di fare scelte non del tutto corrispondenti alla propria inclinazione o ai propri desideri, creando, come conseguenza, un circolo vizioso che andrà ad alimentare l'insicurezza.

Riflettendo su di sé...

Ti sarà capitato di vivere una situazione come questa (e se non ti è mai capitato...che fortuna!): una persona che trovi particolarmente carina si interessa a te, ma tu pensi di non essere abbastanza e rimani un po' diffidente, quindi non ti approcci liberamente e spontaneamente o lo fai in modo troppo accondiscendente. La frequentazione dopo un po' finisce e tu pensi che avevi ragione nei tuoi pensieri iniziali.

E se non fosse finita perché tu non sei abbastanza? Se il tuo pregiudizio iniziale avesse modificato il tuo comportamento? Se questo comportamento fosse proprio la parte che non piace all'altra persona? Non potrebbe essere che quello che sei tu davvero sarebbe potuto piacere?

Prova a pensare a questa possibilità in varie situazioni della vita.

Probabilmente senza insicurezza puoi essere molto più bella/o ai tuoi occhi e a quelli degli altri...e non parlo solo di bellezza estetica.

Cosa fare?

Nel caso in cui ti riconosca nelle caratteristiche dell'insicurezza "comune", potresti iniziare a osservarti nelle situazioni in cui ti senti insicura/o e provare a fare maggiormente quello che senti nelle tue corde. Potresti cominciare ad appuntarti le volte in cui riesci, scrivendo le emozioni provate prima e dopo, le conseguenze e le difficoltà o facilità. Così ogni tanto puoi rileggere e capire quanto tu ce la possa fare.

Se invece la tua insicurezza è patologica l'unica strada da percorrere per poter stare veramente meglio è quella di rivolgerti a un professionista che possa aiutarti a sviscerare le cause di questa condizione aiutandoti a superarla.

Concludo dicendo che superare l'insicurezza è possibile, e vuol dire poter avere finalmente una vita più ricca di possibilità e soddisfazioni, con conseguente ricaduta positiva sul proprio stato d'animo e sulla qualità della vita. Tutto si può fare quando lo si vuole davvero, senza essere eroi, ma sfruttando le proprie abilità per essere quello che si è: mai infallibili, ma il più possibili fedeli a se stessi.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Besana Claudia

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autostima