Le mappe mentali

Le mappe mentali sono un valido "strumento" per aiutare le persone, soprattutto i ragazzi, nello studio.

26 OTT 2020 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Le mappe mentali

Le Mappe Mentali sono state Create dallo psicologo inglese Tony Buzan verso la fine degli anni settanta. Dedicò la sua vita a studiare e approfondire tecniche di apprendimento e memorizzazione.

Una mappa mentale rispecchia la struttura selle reti neurali del cervello, con rami che si biforcano a partire dal centro dell'immagine e si estendono verso l'esterno procedendo per associazione.

(Rete neuronale)

Le Mappe Mentali sono una rappresentazione grafica del nostro pensiero che stimola la memoria e l'apprendimento. Servono ad aiutare la mente a digerire concetti complessi in modo creativo, personalizzato e divertente. Si compongono di alcuni elementi che le contraddistinguono che sono:

  • Immagine centrale (che simboleggia l'argomento scelto)
  • rami (grossi rami che si irradiano a partire dall'immagine centrale)
  • immagini/parola chiave (che viene collocata su ciascun ramo)
  • colori
  • collegamenti

Nascono allo scopo di elaborare e assimilare informazioni (ma non solo) in modo efficace ed innovativo. Rispetto alle tradizionali tecniche per "prendere nota", le mappe mentali seguono il funzionamento del cervello e fanno lavorare in simbiosi la parte analitica (quella sinistra) insieme al lato più artistico (quello destro) (Matteo Salvo).

Come si crea una mappa mentale?

  • 1-Usare sempre un foglio di carta bianca, posizionato in orizzontale.
  • 2-Disegnare al centro del foglio un'immagine che rappresenti l'argomento scelto. Si usano almeno 3 colori.
  • 3-Usare immagini, simboli, codici e dimensioni in tutta la mappa.
  • 4-Selezionare le parole chiave e scriverle in stampatello.
  • 5-Collocare ciascuna parola o immagine su un ramo, in modo che si trovi da sola.
  • 6-Fare irradiare i rami dall'immagine centrale. Renderli più spessi verso il centro della mappa e più assottigliati man mano che si procede verso l'esterno e si biforcano in sotto-rami.
  • 7-Mantenere i rami della stessa lunghezza delle parole o immagini che contengono
  • 8-Usare i colori in tutta la mappa, cercando di sviluppare un codice cromatico personale per i rami.
  • 9-Usare sottolineature, frecce e linee di collegamento per rappresentare le associazioni tra diversi argomenti correlati nella mappa.
  • 10-Puntare alla chiarezza nella mappa, posizionando con cura i rami nello spazio a disposizione.

Le mappe mentali sono utili da utilizzare per lo studio, sia nella scuola primaria, che secondaria e soprattutto come preparazione agli esami universitari, ormai da diversi anni sono utilizzate anche nelle aziende.

 

 

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Gomiero Verena Elisa

Bibliografia

  • Tony Buzan, 2018 "Le Leggi delle mappe mentali. Come conoscere il più potente strumento del pensiero per utilizzare al massimo il vostro cervello". HOEPLI
  • Matteo Salvo, 2015 "Metti il turbo alla tua mente con le mappe mentali". Gribaudo Edizioni
  • www.matteosalvo.com/mappe-mentali/
  • www.mappementali.net
  • https://portalebambini.it/mappe-mentali

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su assertività