L'assertività: benessere e qualità di vita

L’Assertività può essere definita come lo stile comunicativo che caratterizza un individuo socievole, sicuro di sé e aperto al confronto. Essere assertivi significa vivere esercitando i prop

5 OTT 2020 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

L'assertività: benessere e qualità di vita

L'Assertività può essere definita come lo stile comunicativo che caratterizza un individuo socievole, sicuro di sé e aperto al confronto. Essere assertivi significa vivere esercitando i propri diritti in modo naturale, senza provare disagio, riconoscendo agli altri la reciprocità di questo assunto.

Questo atteggiamento presuppone una buona conoscenza di sé e delle modalità più efficaci che si possono mettere in atto per esprimere le proprie idee, affetti, emozioni, evitando così che si cada in balia dell'ansia.

Il concetto di benessere, è un concetto soggettivo, e rapportato all'ambiente in cui ognuno di noi è inserito. Ma per ottenere buone capacità comunicative e, di conseguenza, migliorare le relazioni interpersonali è molto importante cambiare i nostri comportamenti.

Lo strumento che ci permette di effettuare questo cambiamento si chiama: Assertività.

Per assertività intendiamo: la capacità di una persona di riconoscere i propri bisogni e di soddisfarli.

L'assertività serve sempre perché siamo tutti costantemente inseriti in una rete di relazioni sociali in cui continuamene è necessario mediare fra le nostre e le altrui esigenze. Alcune situazioni particolari, però, mettono più a dura prova la nostra assertività, per questo motivo rendono più probabile che ci si comporti in modo eccessivamente passivo oppure eccessivamente aggressivo. La capacità di essere assertivi ha un effetto importantissimo sulla nostra autostima, cioè sul giudizio profondo che abbiamo su noi stessi, fatto di parole, ma anche di emozioni e sensazioni.

Poiché l'assertività è coinvolta in una così grande quantità di situazioni, è evidente che se ci ritroviamo ad essere poco assertivi, avremo, con grande probabilità, una vita caratterizzata da problemi di mancanza di autostima, frustrazione, ansia, rabbia più o meno repressa, demotivazione o anche depressione. Tutte le persone intorno a noi ne saranno, in qualche misura, coinvolte.

Per migliorare la nostra qualità di vita occorre quindi imparare a valorizzare e potenziare le proprie risorse.

In questo modo potremo vivere meglio e, soprattutto, evitare tante problematiche ed eventuali patologie.

riportiamo alcuni esempi di comportamenti che si dovrebbero modificare:

Potenziare le abilità e le risorse personali, al fine di incrementare le performance professionali e relazionali nell'ambito lavorativo;

Superare l'incapacità di esprimere, ciò che si pensa in pubblico ad amici o colleghi o conoscenti, soprattutto quando la nostra opinione è diversa da quella altrui;

Imparare ad affrontare e gestire pressioni psicologiche derivanti da eventi vissuti come fortemente stressanti;

Sapersi relazionare con il proprio "partner" rispetto ad una decisione importante senza avere dei contrasti forti;

Saper affrontare insieme al proprio partner il complesso ruolo genitoriale ed educativo reso sempre più difficile dalla società attuale;

Sviluppare nuove strategie per gestire la propria ansia.

Per poter assumere in modo soddisfacente questo tipo di atteggiamento possiamo farci aiutare dal "linguaggio del corpo" per capire la persona che abbiamo di fronte.

Vediamo quindi quali possono essere i messaggi che ci vengono trasmessi dall'atteggiamento della persona (comunicazione non verbale) con la quale stiamo interagendo e che ci possono far capire come dobbiamo comportarci nei suoi confronti:

Arroganza/Aggressività

Volto e testa

  • Guarda fisso l'interlocutore
  • Sorride sarcastico tipo "questa l'ho già sentita"
  • Aggrotta le sopracciglia
  • Guarda al di sopra degli occhiali

Mani e braccia

  • Punta il dito contro l'interlocutore
  • Batte il pugno sul tavolo
  • Si gratta dietro il collo

Corpo e gambe

  • Resta in piedi mentre l'altro è seduto
  • Gira per la stanza
  • Se seduto, si piega all'indietro con le mani dietro il capo e le gambe distese in avanti

Diffidenza

Volto e testa

  • Non guarda l'interlocutore
  • Evita il contatto visivo o lo sfugge immediatamente

Mani e braccia

  • Serra le mani
  • Incrocia le braccia
  • Si gratta di continuo il naso o un orecchio o all'angolo di un occhio

Corpo e gambe

  • Si ritrae dall'interlocutore
  • Incrocia le gambe
  • Piedi rivolti in direzione dell'uscita

Ansia

Volto e testa

  • Batte frequentemente le palpebre
  • Si umetta le labbra
  • Si chiarisce continuamente la voce

Mani e braccia

  • Apre e chiude frequentemente le mani
  • Si copre la bocca con la mano mentre parla
  • Si tira un orecchio

Corpo e gambe

  • Si agita sulla sedia
  • Batte leggermente un piede

Amichevolezza e disponibilità

Volto e testa

  • Guarda in faccia l'interlocutore
  • Sorride
  • Annuisce mentre l'altro parla

Mani e braccia

  • Mani aperte
  • Mani sul viso di tanto in tanto
  • Braccia non incrociate

Corpo e gambe

  • Gambe non incrociate
  • Si piega lievemente in avanti
  • Si avvicina all'interlocutore

Fiducia

Volto e testa

  • Guarda negli occhi l'interlocutore
  • Non batte le palpebre
  • Spinge il mento in avanti

Mani e braccia

  • Mani lontane dal viso
  • Mani unite per la punta delle dita
  • Se in piedi, mani dietro la schiena in posizione di completo agio

Corpo e gambe

  • Se seduto, si piega all'indietro con le gambe distese
  • Se in piedi, si mantiene eretto
  • Niente movimenti improvvisi, niente contorsioni

Riflessività

Volto e testa

  • Quando ascolta, guarda l'interlocutore per circa 3/4 del tempo
  • Testa lievemente inclinata di lato

Mani e braccia

  • Mano sulla guancia
  • Si pizzica il mento od il naso
  • Se ha gli occhiali, se li toglie e tiene in bocca la punta di una stanghetta

Corpo e gambe

  • Si piega in avanti quando parla
  • Si piega all'indietro quando ascolta
  • Non agita le gambe

È importante ricordare che una persona Assertiva, infatti, sa innanzitutto comprendere gli altri e rispettarli e allo stesso tempo è in grado di salvaguardare i propri diritti.

Dott.ssa Alice Salmi

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dottoressa Alice Salmi

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su assertività