Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

La terapia sistemico-relazionale per capire le relazioni che abbiamo

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

La causa del disturbo viene ricercata all'interno delle relazioni che l'individuo mantiene nel corso della sua vita.

24 AGO 2015 · Tempo di lettura: min.
La terapia sistemico-relazionale per capire le relazioni che abbiamo

La Psicoterapia sistemico-relazionale si diffonde in Italia negli anni '80. Ha elementi in comune con la psicoterapia sistemica, dando particolare importanza alle dinamiche relazionali. Quali sono i principi della Psicoterapia sistemico-relazionale?

Cos'è la Psicoterapia sistemico-relazionale?

La teoria nasce negli anni '50 con la scuola californiana di Palo Alto e si diffonde in Italia negli anni '80 attraverso il lavoro di Mara Selvini Palazzoli e di altri studiosi. La Psicoterapia sistemico-relazionale prende spunto dalla psicoterapia sistemica che prende in considerazione il disagio del paziente come un problema relativo a uno dei sistemi di appartenenza (coppia, famiglia, etc.). La causa del disturbo, inoltre, viene ricercata all'interno delle relazioni che l'individuo mantiene nel corso della sua vita. È indispensabile, dunque, studiare a fondo l'ambiente in cui si muove il paziente e il suo sistema di relazioni.

La terapia

La Psicoterapia sistemico-relazionale viene utilizzata prevalentemente per affrontare tutti quei problemi che soffre il singolo individuo, come attacchi di panico o depressione, in relazione con i rapporti con gli altri, in particolar modo la famiglia e la coppia: disturbi sessuali, anoressia, bulimia, separazioni e divorzi, ecc.

Il terapeuta osserva l'ambiente in cui il paziente si muove, studiando le sue relazioni famigliari e non separando il vissuto dell'individuo dal suo percorso di coppia o in famiglia. La causa, infatti, non è interna all'individuo ma è presente nelle sue esperienze relazionali.

Nelle sedute, il terapeuta aiuta il paziente a trovare nuove modalità relazionali in modo da eliminare il disturbo alla base. Le vecchie strutture famigliari, ormai non funzionali, vengono sostituite con altre per adattarsi meglio alla nuova situazione.

Il terapeuta decide di volta in volta se svolgere sedute individuali, di coppia o familiari, in base alle necessità del paziente.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in psicoterapia sistemico-relazionale.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento
1 Commenti
  • Valentina Forni

    Buongiorno sono Valentina, vorrei prendere un appuntamento. Grazie

ultimi articoli su psicoterapie