​La potenza delle relazioni

Le relazioni sono una manifestazione della nostra vita, e l'altro diventa la forma di questa manifestazione.

28 OTT 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

​La potenza delle relazioni
Le relazioni sono una manifestazione della nostra vita, e l'altro diventa la forma di questa manifestazione. Allora possiamo dire che: se crediamo che la nostra vita sia sacra, lo sarà anche ogni nostra relazione. 

Esse possono essere di diversa intensità , dalle familiari, intime "amorose" o di un'amicizia, alle istantanee che nascono e si concludono in pochi istanti. Quale è lo scopo delle nostre relazioni? Dalla mente rispondere a questa domanda non ha alcun senso, diventa del tutto relativa ai bisogni di ciascuno di noi, invece diventa interessante vederla da un piano di coscienza differente, dove ogni relazione è uno strumento molto potente che la vita ci mette a disposizione per accrescere la consapevolezza di noi stessi.

È capitato a tutti noi di perdersi in una relazione, questo avviene quando proiettiamo tutta la nostra attenzione sull'altro, inevitabilmente si definiscono dei ruoli, legati alla storia della nostra vita, e la relazione naufraga nella mente e perde ogni sua autenticità. Una relazione rimane autentica quando nel viverla restiamo in contatto con noi stessi, fare questo, magie delle magie, ci fa rimanere in contatto anche con l'altro.

Ogni relazione ci origina delle sensazioni fisiche, vivere la relazione significa stare con queste sensazioni fisiche, sentirle... sensazioni che si possono connettere a sentimenti di gioia, rabbia.. impotenza.. delusione.. pace. . insomma con quello c'e, senza necessariamente un contatto reale continuativo con l'altro. Non serve scappare da una relazione, usare l'indifferenza o attaccarsi con morbosità...

Non serve escludere certe relazioni o farne diventare altre dei miti, questi atteggiamenti sono solo legati alle nostre paure, ma ci rendiamo conto di queste nostre paure?Sfuggiamo da qualche relazione tipo con l'altro sesso..

Perché stiamo bene così!? Ci leghiamo sempre più a relazioni sicure, tipo fratelli o sorelle, perché sono i nostri eroi!?

Se così è, oppure, se così non è, poco cambia, quello che cambia è iniziare a accogliere tutte le relazione che la vita ci porta, scopriremo che più ci osserviamo e più qualcosa in noi potrebbe cambiare e conseguentemente potrebbero cambiare le persone che incontriamo, e finalmente la vita non si ripete più come un "disco rotto".

Possiamo trovare l'amore sull'altro solo nel momento in cui andiamo in contatto con l'amore che sta dentro di noi, perché l'amore esteriore che "speriamo" di trovare sull'altro è solo il riflesso del nostro.

Il principe azzurro può arrivare solo dopo che la favola è stata scoperta dentro di noi.

Buone Relazioni

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Emanuela D'Erasmo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su relazioni sociali