La guida di aiuto psicologico dell'OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)  ha redatto una guida di aiuto psicologico per affrontare le grandi tragedie umanitarie. I principi fondamentali di questa guida, diretta specialmente a esperti e operatori umanitari, spiegano in maniera pratica e coincisa come agire di fronte ad una tragedia di grandi dimensioni.

2 DIC 2011 · Tempo di lettura: min.
Ottenere un appoggio per affrontare situazioni complicate è fondamentale per le persone che subiscono direttamente le conseguenze di disastri ambientali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) realizza la sua attività, nel sistema delle Nazioni Unite (ONU), vincolata ai temi sanitari di maggiore rilevanza mondiale: porta a termine ricerche sulla salute, redige normative sanitarie, offre supporto informativo e sociale ai paesi afflitti da calamità, povertà estrema.

Ottenere un appoggio per affrontare situazioni complicate è fondamentale per le persone che subiscono direttamente le conseguenze di disastri ambientali. Per ciò, l’OMS ha redatto una guida di aiuto psicologico per affrontare le grandi tragedie umanitarie. Catastrofi estreme come i terremoti, Tsunami, che colpiscono l’intera popolazione di una determinata zona geografica a volte di paesi, siccità, alluvioni, guerre, provocano situazioni di enorme shock per le persone che sono sopravvissute. Scaturiscono disagi mentali tanto gravi da rendere indispensabile un aiuto psicologico.

I principi fondamentali di questa guida, diretta specialmente a esperti e operatori umanitari, spiegano in maniera pratica e coincisa come agire di fronte ad una tragedia di grandi dimensioni e come comportarsi con le vittime, la parte più complicata di tutte.

La guida psicologica, che è stata approvata da una grande maggioranza di grandi agenzie internazionali, insegna ad approcciarsi con la popolazione traumatizzata, con rispetto alla sua cultura, alla sua intimità e con il massimo calore possibile. La protezione di popolazioni più vulnerabili psicologicamente, come disabili, adolescenti o vittime di violenza e discriminazione è fondamentale poiché sono i settori più deboli della popolazione nel momento in cui devono affrontare situazioni di estrema gravità.

Gli operatori umanitari apprenderanno ad aiutare una vittima, ad esprimersi, a infondere fiducia, a valutare il suo stato psicologico e a vegliare per soddisfare le sue necessità fisiche basilari.

L’importanza dell’elaborazione di questa guida sta nel fatto che i danni psicologici che possono colpire le vittime di disastri su larga scala, possono essere tanto o più gravi di danni fisici, poiché possono condizionare permanentemente la vita di queste persone.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale