La Cura per non Tradire. Amore e altri rimedi per dare valore a sé e all’altro.

Cresciamo con l’idea che l’amore vero sia un po’ quello delle favole, principesse baciate da principi azzurri. Ma nella vita vera, l’alone magico è forte solo all’alba di un amore.

8 MAG 2018 · Ultima modifica: 21 AGO 2018 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

La Cura per non Tradire. Amore e altri rimedi per dare valore a sé e all’altro.

Cresciamo con l'idea che l'amore vero sia un po' quello delle favole, principesse baciate da principi azzurri. Ma nella vita vera, l'alone magico è forte solo all'alba di un amore e può anche capitare che quella magia venga spezzata da un tradimento.Confrontarsi con un tema così caldo surriscalda un po' tutti: cambiando il punto di vista ci si può identificare nel "tradito" e nel "traditore", in chi va via e in chi pensa di essere abbandonato. C'è chi lo condanna, chi lo teme, chi lo guarda con un po' di adrenalina, chi lo racconta con paura, chi l'ha fatta franca, chi dice "mai dire mai", chi "forse perdonerei", chi "mai e poi mai" e ancora e ancora.

Di fronte alla domanda "Ma per quale motivo si arriva a tradire?", le risposte sono state diverse:

"perché si hanno in corpo molte più energie di quelle che vengono consumate con un solo partner, perché è biologia, perché ci si annoia della stessa persona alla lunga, per vanità, per vizio, per egoismo, perché diventiamo incapaci di vedere l'altro, perché si ha voglia di cambiare, perché il vecchio amore è diventato così soffocante e simbiotico che è necessario differenziarsi in modo drastico"… e ancora: "perché si è cresciuti tanto di più del nostro partner che è rimasto indietro, perché sono cambiati i nostri bisogni" e via via così..

Di base, nella nostra mente, accade che il più delle volte si cerca fuori quello che non si riesce a trovare dentro, dentro se stessi, dentro la relazione di coppia.

E d'altra parte, dove finiscono dentro di noi le immagini, le sensazioni, le emozioni, le convinzioni che avevamo i primi mesi su quel nostro grande amore?

La passione va annaffiata.La passione nel tempo si spegne come una pianta che non annaffiata regolarmente appassisce e muore e ci si ritrova in una relazione priva di slancio.

È faticoso far rifiorire una pianta rinsecchita, che abbiamo lasciato priva di acqua per giorni, mesi, a volte anni.

Sarebbe notevole iniziare ad osservare attorno a noi le persone che già sanno farlo, tutti quelli che riescono a rimanere insieme nonostante le difficoltà, che hanno imparato a riparare le rotture quotidiane e anche quelle più importanti.

E infine, le Piccole attenzioni che ci fanno sentire importanti, sono quelle che fanno la differenza. Mettete in borsa e in tasca le aspettative degli amori ideali, smettete di aspettarvi cose che vorreste dall'altro, girate il riflettore su di voi e iniziate a fare. Ogni giorno, piccole attenzioni che facciano sentire l'altro importante, speciale, unico, un essere che merita assolutamente di essere amato.

E parlatene, parlatene sempre.

E pretendete che tutto questo sia reciproco, e parlate ancora di quando l'amore smette di essere reciproco. Perché proprio in quel momento qualcosa si sta spegnendo, proprio in quel momento la piantina che avete scelto ha bisogno di più cure e attenzioni per continuare a rimanere in vita.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Deborak D'Antoni

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su relazioni sociali