Ipnotizzarsi più volte al giorno

L'ipnosi è un fenomeno naturale che, come tale, può verificarsi in qualsiasi momento della giornata di ognuno di noi, magari anche più volte nel corso delle 24 ore.

2 GIU 2016 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Ipnotizzarsi più volte al giorno

L'ipnosi è un fenomeno naturale che, come tale, può verificarsi in qualsiasi momento della giornata di ognuno di noi, magari anche più volte nel corso delle 24 ore.

A chi non è mai capitato infatti di perdersi nella trama di un bel film, o tra le pagine di un libro talmente coinvolgente da non rendersi conto del telefono che squilla? Si tratta di esperienze quotidiane così "normali" da passare inosservate.

Eppure, nonostante queste condizioni altro non siano che stati ipnotici (o di trance) naturali, ancora oggi molti pregiudizi e luoghi comuni avvolgono e distorcono il vero significato del termine "ipnosi" e del fenomeno ad esso collegato. Tra i pregiudizi più "terrificanti" vi è senz'altro la convinzione che un soggetto sotto ipnosi possa essere facilmente indotto a fare qualsiasi cosa, anche la più assurda o contraria alla legge o alla morale, propria o pubblica.

Niente di più falso, non è possibile infatti indurre alcuno stato modificato di coscienza senza la volontà del soggetto.

Parte della responsabilità di questa falsa credenza, oltre a ragioni storiche e culturali, è senza dubbio da attribuirsi alle spettacolarizzazioni televisive che, alimentando questa convinzione, spesso la rendono "verità assoluta" grazie al valore sociale che ad oggi questo mezzo di comunicazione ha acquisito.

L'ipnosi si basa sulla consapevolezza

Molto sinteticamente, e anche un po' semplicisticamente, in termini pratici l'ipnosi può definirsi come uno strumento che si presta a diverse funzioni, sempre e solo a condizione (necessaria e indispensabile) che vi sia l'accordo e la consapevole volontà di chi decide di sottoporvisi. È uno stato di particolare "concentrazione", facilitato e indotto "artificialmente" dal professionista esperto, che consente di spostare l'attenzione e quindi di abbassare le difese individuali, non sempre consce.

Rappresentato dal tipico atteggiamento esteriore di "dormiveglia", lo stato di trance può costituire una via privilegiata verso la riemersione di antichi ricordi causa di disturbi attuali, dando un indirizzo verso il quale procedere per la soluzione del problema; oppure può essere un ottimo metodo terapeutico nel momento in cui venisse utilizzato per mobilitare e sollecitare l'emersione di risorse individuali, "trattenute" a livello inconscio e che altrimenti non sarebbero riconosciute e utilizzate; può essere impiegata inoltre come metodo per indurre il rilassamento muscolare e generare un diffuso stato di calma e benessere, utile nel controllo dello stress e dell'ansia; ancora, può essere utilizzato nel controllo del dolore.

Vale la pena citare, per concludere, un ulteriore e molto discusso uso di questo strumento: adottato da alcuni e sostenuto da una consistente letteratura (non scientifica), è quello relativo alla regressione a vite passate.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Fausto Molinas

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su ipnosi