In cosa consiste il concetto di "nostalgia illusoria"?

Vorremmo provare nuovamente quelle stesse emozioni, situazioni o circostanze specifiche rimaste impresse nella nostra memoria in modo indelebile, ma più ci sforziamo di cercare...

19 NOV 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

In cosa consiste il concetto di "nostalgia illusoria"?

Talvolta ci troviamo bloccati e intrappolati all'interno delle cosiddette "bolle emotive". Vorremmo provare nuovamente quelle stesse emozioni legate ad un determinato periodo della nostra vita, situazioni o circostanze specifiche rimaste impresse nella ns memoria in modo indelebile. Ma più ci sforziamo di cercare questi stati d'animo, più essi tardano a tornare.

Perché? Semplice: son si può trascinare la propria esistenza sulla base dei ricordi passati e delle emozioni ad essi legate. Nel principio di "nostalgia illusoria" tutte le illusioni (in questo caso nostalgiche). dapprima hanno un elevato potere attrattivo ma poi restituiscono dolore, delusione e sofferenza poiché la realtà è diversa da quella che ci si aspettava.

Non è possibile ricreare il passato per provare le medesime emozioni. Eppure eravamo sempre noi a sperimentare quelle particolari sensazioni...certo, ma ora siamo diversi, abbiamo modificato alcune nostre convinzioni, alcuni ns schemi mentali ed altri fattori interni come ad esempio il nostro "dialogo interiore". Tutto questo di fatto impedisce di riprovare esattamente le stesse emozioni. Il contesto ora è cambiato. Le esperienze avute in questo lasso temporale ci hanno cambiato senza che ce ne rendessimo conto. È come se si volesse tornare in un luogo passato visitato tempo fa, sperando di rivivere le stesse situazioni, le stesse emozioni o magari incontrare le stesse persone.

Ciò non sarebbe possibile. Non confondiamo il ricordo di cose belle con la presunzione di volere a tutti i costi ricercare dentro noi determinate sensazioni. Rischiamo di rimanerne profondamente delusi, intrappolati in uno stato di nostalgia illusoria. Bisogna invece imparare a vivere noi stessi nel presente guardando al futuro come se questo fosse la somma di tutti i momenti presenti che viviamo ogni giorno senza nessuna illusione nostalgica ma con la consapevolezza di vivere il presente con grande intensità, passione e gratitudine.

Solo così potremmo utilizzare il passato non come occasione per riviverlo in modo forzato nella quotidianità ma come occasione per vivere intensamente e in modo inedito il presente (hic et nunc). Proseguiamo il nostro cammino...

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dr. Giuliano V. Cipollini - Psicologo, Psicoterapeuta

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale