Imparare a gestire la rabbia

La rabbia è un'emozione che a tutti capita di provare.Se non la teniamo sotto controllo può creare problemi, come ad esempio mandare all'aria un rapporto di amore o di amicizia e altri ambiti

27 OTT 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Imparare a gestire la rabbia

Chi ha difficoltà a gestire la rabbia teme di danneggiare le proprie relazioni personali, in particolare le relazioni più importanti come coniugi, figli, colleghi e amici.

Autoaccettazione incondizionata

Alla base dell'imparare a gestire la rabbia c'è un'autoaccetazione incondizionata, accettarsi da ciò che si fa e dai propri difetti.

La rabbia e la violenza derivano da una bassa tolleranza alle frustrazioni. Quando si è in preda alla furia, si insiste che tutto ciò che crea frustrazione non dovrebbe esistere. Invece, bisogna accorgersi che le frustrazioni evidentemente devono esistere (dato che esistono), così come le ingiustizie e le scorrettezze.

Inoltre contrastare le terribilizzazioni e le doverizzazioni è fondamentale per sradicare i sentimenti di rabbia, astio e ostilità ed ira. Spesso troviamo questo tipo di terribilizzazione in affermazioni come: "dato che tu non devi trattarmi male, e invece lo fai, io non sopporto di essere trattato così da te!".

Bassa tolleranza alle frustrazioni

In realtà, ogni volta che si pensa che la frustrazione sia troppa e che quindi non si può sopportare, non si soffre solo per la frustrazione ma anche per la propria bassa tolleranza alla frustrazione. La bassa tolleranza alle frustrazioni è la tendenza a sbraitare e protestare davanti alle frustrazioni, anziché limitarsi a trovarle sgradevoli. Ma quando ci si mette a sbraitare e protestare si finisce per aumentare ancora di più la frustrazione.

Bisogna accettare se stessi con i propri risentimenti, non bisogna colpevolizzarsi per provare rabbia e questo porterà più orientamento a risolvere i problemi che a lamentarsi delle "terribili ingiustizie". Bisogna rinunciare alla rabbia per avere un atteggiamento più tollerante e meno accusatorio verso il mondo e le persone che lo abitano.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Manuela Mori Psicologa Psicoterapeuta

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su aggressività