Il vero cambiamento di sé e del mondo intorno a noi parte dal cuore

Le emozioni preparano mente e corpo all'azione. È importante educare le emozioni attraverso l'ascolto di sé per orientarci verso il miglioramento di noi stessi e del mondo intorno a noi.

10 DIC 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Il vero cambiamento di sé e del mondo intorno a noi parte dal cuore

«Prima di pensare a cambiare il mondo, fare le rivoluzioni, meditare nuove costituzioni, stabilire un nuovo ordine, scendete prima di tutto nel vostro cuore, fatevi regnare l'ordine, l'armonia e la pace. Soltanto dopo, cercate delle anime che vi assomigliano e passate all'azione», (Platone).

Il grande filosofo Platone con queste parole ci fa capire molto bene come le emozioni preparino la mente e il corpo all'azione. Consapevoli o meno le nostre emozioni condizionano i nostri pensieri e le nostre azioni.

Conoscenza e consapevolezza

La necessità di cambiamento può nascere quando sentiamo che la nostra vita non va nella direzione che vorremmo o quando ci accorgiamo che le nostre azioni sono guidate dal bisogno di compiacere gli altri per sentirsi accettati senza che però si vedano riconosciuti i propri diritti.

Per realizzare una vita consapevole che tenga conto anche dei propri bisogni e desideri è importante conoscersi, chiedersi chi siamo e dove stiamo andando, ma soprattutto cosa vogliamo e perché lo vogliamo.

Come dice Patrizio Paoletti nel libro L'intelligenza del Cuore:

"Dobbiamo prima di tutto studiare le nostre emozioni; dobbiamo decidere di dedicare tempo a scoprirle, comprenderle, coltivarle. Tanto per fare un esempio, esprimere un'emozione positiva non è sempre e comunque naturale, ma è sempre possibile. A patto che ci si educhi... a resistere a reagire alla prima sollecitazione, a buttar fuori la prima cosa che ci passa per la mente".

Educare le emozioni per orientarci verso il miglioramento di sé

L'armonia e la pace sono emozioni neutre che se coltivate attraverso l'ascolto di sé e la conoscenza di ciò che è veramente importante per noi, ci rendono più aperti e disponibili alla comprensione del proprio mondo interno e di quello esterno, perché ci permettono di comprendere i conflitti senza identificarci con essi e soprattutto di dirci le cose con chiarezza, accogliendo i nostri limiti senza vergogna e senza paura del giudizio proprio e altrui.

Questo ci consentirà di narrarci le cose nel giusto ordine per provare a creare un rapporto migliore e più armonioso con noi stessi e con il mondo intorno a noi.

Le Emozioni, così educate, ci permetteranno di orientarci nel mondo senza subire passivamente le influenze esterne, portandoci invece a riconoscere e a interagire con le persone che condividono i nostri valori e la nostra stessa visione del mondo.

È solo così, come dice Platone, che possiamo passare all'azione del cambiamento di sé e del mondo intorno a noi.

Dott.ssa Antonella Maffettone, Psicologa e Psicoterapeuta

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Antonella Maffettone

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale