I libri che fanno bene alla mente: tra art therapy e creatività

Ecco un modo per stimolare la creatività, ritornare un po' bambini e allontanare lo stress.

25 OTT 2016 · Tempo di lettura: min.
I libri che fanno bene alla mente: tra art therapy e creatività

Esistono alcuni libri studiati appositamente per scaricare lo stress, aumentare la creatività e per far giocare il bambino che alberga dentro di noi.

Alcuni di questi libri sono "statici" e altri "dinamici" ma, entrambi, hanno la funzione di farci sentire meglio.

Ed è così che, tra i vari scaffali delle librerie dedicati al tempo libero, ci ritroviamo davanti a libri da colorare per adulti o a libri-manuali che ci spingono a compiere azioni che, normalmente, mai avremmo pensato di fare.

Libri da colorare

L'attività si chiama couloring, serve per scaricare lo stress e ritrovare quell'equilibrio a cui tutti noi aneliamo. Molti, inizialmente, potrebbero storcere il naso pensando che sia un'altra moda freaky ma, in realtà, è un ottimo modo per staccare dalla routine e concentrarsi su qualcosa in cui tutti siamo capaci.

libri-da-colorare.jpg

Stiamo parlando di libri contenenti disegni in bianco e nero pronti per essere colorati a nostro piacimento. I disegni proposti possono essere molto dettagliati o semplici e sono studiati in base alle capacità degli adulti.

Perché fa bene?

È una sorta di Art Therapy semplificata. L'attività di colorare ci isola da quelle che sono le nostre preoccupazioni, dando libero sfogo alla parte creativa del nostro cervello; l'emisfero sinistro si concentra sulla precisione e quello destro sulla scelta dei colori. Questa doppia stimolazione fa sì che, nel nostro corpo, vengano rilasciate delle sostanze chimiche chiamate endorfine (anche conosciute come le sostanze della felicità), facendoci rilassare e abbassando i livelli di stress. Ovviamente non è un'attività da vedere come rimpiazzo alla terapia, è semplicemente un modo per staccare la spina e lasciarsi trasportare in un mondo di colori.

Le collane dinamiche

Esistono, oltre ai libri da colorare, anche dei libri-manuali che lanciano una serie di sfide a chi li compra, inducendo il proprietario a comportarsi al contrario di come normalmente è abituato a fare. Sono libri estrosi dove la creatività può essere espressa in vari modi e che mettono il lettore davanti a duelli, a volte bizzarri ma anche molto divertenti.

L'apripista di questo filo è stata Keri Smith - blogger ed illustratrice canadese - che, dal 2003, crea libri con veri e propri esercizi per allenare la creatività. Il più famoso della collezione è senza dubbio "Distruggi questo diario", definito come un insolito manuale per uscire dal seminato che fa provare, a chi accetta la sfida, la libertà di sperimentare.

kerismith.jpg

Le istruzioni di Distruggi questo diario

Ad esempio, in una delle 144 pagine ce n'è una che chiede al lettore di legare il libro ad un filo per portarlo in strada come se fosse un cane al guinzaglio. Quanti di voi sarebbero disposti a farlo?

Altro libro degno di essere menzionato, sempre di Keri Smith, è "Piccolo manuale dei grandi sbagli" in cui si consiglia a chi lo possiede di farlo diventare il proprio angolo personale di caos e dove, finalmente, potrà evitare di essere ordinato (e pulito) invitandolo a fare (sempre nel manuale) tutto quello che nel "mondo reale" non gli è permesso.

Si parte dalla semplice richiesta di stropicciare una pagina fino ad arrivare a quella, un po' più complicata (e sporca), di sotterrare il libro nella terra per una settimana.

piccolo-manuale-dei-grandi-sbagli-keri-s

Una pagina del Piccolo manuale dei grandi sbagli

Su quali di questi libri ricade la vostra attenzione (e magari la vostra scelta!)? Avete pensato di inserirne uno tra la lista dei desideri? Siete più per il couloring o preferite accettare le sfide? Fateci sapere, commentando quest'articolo, quale comprereste o regalereste.

Se ti è piaciuto ciò che hai letto e sei interessato ad approfondire l'argomento, consulta il nostro elenco di esperti in Art Therapy.

psicologi
Linkedin
Scritto da

Eugenia Marfuggi

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale