I due rimedi per la Stanchezza cronica

La stanchezza cronica è un importante segnale che invita l'organismo a riportare l'attenzione su di sè e sui propri bisogni. Non trascurate questo segnale e prevenite la depressione!

1 GIU 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

I due rimedi per la Stanchezza cronica

Soffri di stanchezza cronica?

In questo caso potresti sentirti affaticato, assonnato e provare indolenzimenti muscolari e articolari, dormire male. Potresti anche aver notato che non provi più piacere nello svolgere le tue attività quotidiane, nell'uscita con persone care, nei tuoi hobbies. Potresti avere meno interessi di un tempo, mangiare in modo poco regolare.

Tutti questi sono segnali che il corpo invia per suggerirci di riportare l'attenzione su di sé e sui propri bisogni.

Le due parole chiave per ricominciare a sentirsi attivi e riprendere brio:

1) ACCERTAMENTI FISICI

Rivolgersi al proprio medico di base per richiedere alcuni esami di accertamento:

- Carenza di magnesio, potassio, ferro o vitamina B

- Intolleranze alimentari: in particolare la celiachia.

- Infezione in corso

- Problemi alla tiroide

2) ORDINE

Ordine nelle abitudini quotidiane:

- Bere molto: l'acqua aiuta l'organismo a funzionare meglio e riduce la stanchezza. Si suggeriscono circa 8 bicchieri d'acqua al giorno.

- Dormire: dormire poco o male non permette all'organismo di recuperare le energie, lasciando la persona affaticata durante la giornata.

- Bere meno caffè: un consumo eccessivo di caffeina causa affaticamento e stanchezza.

- Svolgere un po' di attività fisica: quando si è stanchi si preferisce stare seduti o sdraiarsi, per permettere al corpo di riposare. Tuttavia, nel caso della stanchezza cronica, questa mossa è controproducente. Infatti, l'attività fisica lieve o moderata aiuta ad irrobustire muscoli e scheletro e a ridurre il senso di spossatezza e il movimento stesso produce endorfine, ormoni che fanno sentire meglio.

Ordine nei propri ambienti:

- Fare ordine negli ambienti in cui si vive e lavora: il disordine sollecita intensamente il cervello e le nostre funzioni cognitive e percettive, consumando molte energie e provocando stanchezza.

Ordine interiore:

- Fare ordine dentro di sé: l'ambiente in cui è più importante vi sia ordine è il proprio ambiente interiore. Una buona, piccola, abitudine e quella di rivolgersi ad uno psicologo per avere un supporto nell'immediato e una figura di riferimento in futuro. Lo psicologo può intervenire per prevenire lo strutturarsi di psicopatologie gravi, come la depressione e restituirvi fiducia in voi stessi, autostima, energia, amore e interesse verso voi stessi.

In seguito potrà essere un vostro punto di riferimento, da contattare occasionalmente, nei vostri momenti e scelte di vita, per essere incoraggiati e sostenuti, accolti e ascoltati.

Dott.ssa Francesca Fontanella

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Francesca Fontanella

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su depressione