Giornata Mondiale contro il Cancro: l’importanza della psiconcologia

Il tema della Giornata Mondiale contro il Cancro 2017 è "Combattere il Cancro con la Prevenzione".

3 FEB 2017 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Giornata Mondiale contro il Cancro: l’importanza della psiconcologia

L'aiuto di uno psiconcologo può essere fondamentale per affrontare le conseguenze emozionali della malattia.

Anche questo 4 febbraio si celebra la Giornata Mondiale contro il Cancro (World Cancer Day). Quest'anno, il tema di quest'iniziativa promossa dall'Unione Internazionale Contro il Cancro (Uicc) è "Combattere il Cancro con la Prevenzione" che ha l'obiettivo di informare sulla malattia a partire dalla prevenzione, basata su un'alimentazione equilibrata e una vita libera dal fumo.

Durante la presentazione del volume "I numeri del cancro in Italia 2016", presentato dall'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e dell'Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM), Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM, ha affermato:

«Ogni giorno circa 1.000 persone ricevono la diagnosi. È un numero importante che evidenzia il peso della patologia oncologica e lo sforzo continuo per migliorare la sopravvivenza dei pazienti non solo in termini quantitativi ma anche di qualità di vita. Oggi le due neoplasie più frequenti, quella della prostata negli uomini e del seno nelle donne, presentano sopravvivenze a 5 anni che si avvicinano al 90%, con percentuali ancora più elevate quando la malattia è diagnosticata in stadio precoce. Risultati sicuramente incoraggianti».

La Giornata Mondiale contro il Cancro serve a ricordare e dare appoggio a tutti quei pazienti che lottano contro questa malattia, ma anche per informare sulla prevenzione e sui passi avanti fatti dalla ricerca.

La psiconcologia

Nella lotta contro il cancro, non bisogna dimenticare il supporto psicologico ai pazienti. Per questo, negli anni '50, negli Stati Uniti nacque la psiconcologia, disciplina che si occupa di tutte le conseguenze psicologiche che vivono le persone che soffrono di questa malattia. Il cancro, infatti, non stravolge solamente il fisico delle persone ma anche la sfera psicologica, gettando il paziente in uno stato di rabbia, paura e sconforto. Per questo i terapeuti specializzati in psiconcologia possono essere di enorme supporto al paziente e ai suoi familiari, aiutando a intraprendere un percorso psicologico di pari passo alla cura fisica della malattia.

Le reazioni psicologiche che seguono la notizia delle malattia possono rivoluzionare le relazioni sociali e la percezione di se stessi e del proprio corpo. Grazie all'aiuto di un terapeuta è possibile affrontare le conseguenze emozionali della malattia. Il paziente sarà accompagnato nell'elaborazione del trauma e nell'accettazione della malattia e nell'adattamento alla situazione. Combattere le emozioni negative e incoraggiare la comunicazione con gli altri può portare a un maggiore ottimismo e speranza per l'avvenire.

La possibilità di potersi rivolgere a uno psiconcologo, a livello pubblico o privato, dovrebbe essere un diritto di tutti i pazienti.

A livello nazionale e internazionale sono state molte le richieste che spingono a riconoscere questo diritto e a richiedere una migliore formazione degli specialisti in questo campo. Uno dei punti di riferimento per tutti i pazienti interessati alla terapia psiconcologica è la Sipo, la Società Italiana di Psico-Oncologia, che raccoglie tutte le informazioni e i professionisti esperti in questo campo.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti e scegliere quello più vicino a te.

«Non sai mai quanto sei forte fino a quando essere forte è la sola scelta che hai», (Cayla Mills).

PUBBLICITÀ

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su psicoterapie