Fitness mania: se la palestra diventa un’ossessione

Praticare regolarmente attività fisica, e quindi anche andare in palestra è una buona abitudine che tiene in forma e in buona salute: non dovrebbe mai mancare qualche ora alla settimana

22 SET 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Fitness mania: se la palestra diventa un’ossessione

Praticare regolarmente attività fisica, e quindi anche andare in palestra è una buona abitudine che tiene in forma e in buona salute: non dovrebbe mai mancare qualche ora alla settimana dedicata a svolgere uno sport, da soli o in compagnia, o delle passeggiate o andare in palestra. Recentemente, però, alcune persone sono diventate maniache del fitness: politici, attrici e modelle, ma anche persone comuni che dedicano moltissimo tempo a scolpire il proprio corpo, tanto da diventare una vera e propria ossessione.

Ma di cosa si tratta esattamente, quando si parla di "dipendenza da sport o da attività fisica?"

L'eccesso di attività fisica

Tutti sanno che l'attività fisica, che sia una lunga passeggiata, mezz'ora di cyclette o la pratica di uno sport, procura notevoli benefici al nostro organismo: dal mantenimento del peso forma, all'efficienza del sistema circolatorio, alla prevenzione dell'osteoporosi, ad uno stato di benessere generale. Senza contare i benefici a livello di miglioramento dell'umore: praticare sport è una specie di anti-depressivo naturale.

Ci sono però situazioni in cui la frequenza della palestra supera il desiderio di star bene e diventa una ricerca ossessiva di perfezione fisica: per le donne solitamente è una tendenza a voler dimagrire sempre più e di conseguenza migliorare il proprio aspetto fisico, per gli uomini è più spesso voglia di aumentare la massa dei propri muscoli.

La dipendenza da sport, detto anche vigoressia, rientra nei comportamenti compulsivi, ovvero la necessità di fare assolutamente una determinata cosa per sentirsi bene. Per chi ne è colpito l'andare in palestra diventa come una droga.

I fitness maniaci, che si stimano siano il 25% degli italiani, si riconoscono perché passano, tutti i giorni, molte ore in palestra tra sollevamento pesi e corsi, si guardano continuamente allo specchio per valutare i frutti del loro sforzo e non saltano mai un allenamento a costo di rinunciare ad altre attività quotidiane.

Cosa c'è alla base

Alla base di questo comportamento c'è una mancata accettazione del proprio corpo, si ha infatti, una percezione alterata della propria forma fisica e non si valuta obiettivamente la propria magrezza o la massa di muscoli. Per questo si tende ad aumentare smisuratamente le ore dedicate a quella che si crede l'attività migliore per modellare forme e muscoli, alla ricerca di una perfezione fisica.

Quello a cui invece si deve tendere è un benessere psico-fisico. Quindi ricercare una forma fisica adeguata al proprio corpo, uno stato soddisfacente di salute legato al benessere mentale. Nel creare e mantenere lo stato generale di benessere, l'attività fisica ha un ruolo importante, ma solo se praticata in modi e tempi corretti. È dunque importante non eccedere: per stabilire il tempo e gli esercizi ottimale per il nostro fisico, anche rispetto al nostro stato di salute, è opportuno affidarsi a degli allenatori adeguatamente preparati.

PUBBLICITÀ

Scritto da

D.ssa Annamaria Giancaspero

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su disturbo ossessivo compulsivo