Dott.ssa Antonella Deninno: uscire dalla depressione con semplici passi

La Dott.ssa Antonella Deninno spiega come si può uscire da una fase di depressione. Uscire dalla depressione con semplici passi e ritrovare la serenità di sempre, è possibile.

24 MAG 2018 · Ultima modifica: 30 MAG 2018 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Dott.ssa Antonella Deninno: uscire dalla depressione con semplici passi

Sono la Dott.ssa Antonella Deninno,

e oggi voglio spiegarti quello che puoi fare per uscire da una situazione di depressione.

Uscire dalla depressione

La depressione è un malessere che ti porta a vivere negativamente ogni attimo della tua vita. Purtroppo è molto frequente potersi trovare a vivere in un periodo dove tutto sembra cupo, irrealizzabile e senza via d'uscita e questo sentimento di impotenza ti impedisce di uscire dalla tua situazione, ma ti assicuro che tu ti meriti e hai tutto il diritto di tornare a stare bene. Puoi uscire da questa situazione, ma devi chiedere aiuto.

I sintomi

  • Umore triste, irritabile o disperato per un tempo prolungato,
  • Perdita di interesse e piacere nelle attività che prima ti interessavano,
  • Faticabilità,
  • Cambiamento di peso,
  • Disturbi del sonno,
  • Agitazione o rallentamento motorio,
  • Autosvalutazione e critiche costanti,
  • Senso di colpa eccessivo,
  • Difficoltà di concentrazione,
  • Nei casi più gravi pensieri ricorrenti di morte.

I sintomi depressivi possono comparire quasi improvvisamente anche in persone che generalmente hanno una personalità ottimista e allegra, o possono essere presenti da diverso tempo in forma lieve con alcuni momenti o periodi di peggioramento.

Il pensiero tipico della depressione

Se ti stai trovando in una situazione del genere molto probabilmente avrai la tendenza a criticarti, senza esserne consapevole. Questi pensieri vengono definiti, Pensieri Automatici Negativi (PAN) e costituiscono uno dei più grandi sintomi del disturbo depressivo.

Cosa sono i Pensieri Automatici Negativi (PAN)

I Pensieri Automatici Negativi si presentano automaticamente, in modo involontario e spontaneo, sono fugaci e transitori. Secondo l'approccio psicologico cognitivista, tutte le persone hanno pensieri automatici, ma ciò che caratterizza quelli di una persona depressa è il loro contenuto:

  • negativo e con temi di fallimento, autocritica, insuccesso, incapacità, indegnità e non amabilità,
  • spesso il tema dominante è la perdita,
  • potresti vederti come inadeguato e difettoso e proprio per i tuoi presunti difetti (psicologici, fisici o morali) tendi a sentirti indesiderabile, inutile, a sottovalutarti e a criticare ogni cosa che fai, dici, pensi e provi,
  • potresti avere la tendenzaad interpretare negativamente le tue interazioni con l'ambiente circostante, descrivendole in termini di sconfitte, privazioni o denigrazioni e spesso fraintendendole,
  • può capitare che consideri gli attuali problemi come insolubili e le varie situazioni come insopportabili,
  • è presente anche una visione negativa per il futuro, con la tendenza a prevedere frustrazioni e difficoltà future come prolungamento di quelle attuali e per questo non intraprendi nulla perché sei convinto di una sicura sconfitta.

Il modo di vedere la realtà in termini negativi si sviluppa soprattutto durante l'infanzia, nelle relazioni significative, e possono rimanere latenti anche per tutta la vita, non producendo per forza la depressione, ma costituendo un importante fattore di vulnerabilità.

Vivere questo disagio è una grande sofferenza, spesso hai la tendenza ad auto isolarti e le persone accanto a te vivono un grande sentimento di impotenza, cercando di dare infiniti consigli per farti ritrovare il benessere. Non sempre i consigli degli amici o dei familiari possono aiutarti, anzi possono peggiorare la situazione perché potresti sentirti obbligato a fare una cosa contro la tua volontà, senza trovare le energie e sentendoti ancora di più una persona fallita.

Se leggendo questo articolo, ti sei ritrovato in quello che ho scritto è importante che tu sappia chiedere aiuto ad uno psicologo.

Il trattamento psicologico per la depressione

Attraverso il supporto psicologico verrai aiutato a

  • prendere consapevolezza dei circoli viziosi che mantengono e aggravano il tuo disagio,
  • avere padronanza del tuo modo di vedere la realtà, a soffermarti sulle tue credenze di svalutazione,
  • il passo successivo è quello di iniziare a vedere la realtà con occhi diversi, a dare significato agli eventi che vivi in modo più razionale,
  • riconoscere le tue potenzialità spesso sottovalutate,
  • gestire i tuoi Pensieri Automatici Negativi e modificarli con pensieri più positivi,
  • regolare il tono dell'umore e ridurre i sintomi, fino alla loro scomparsa,
  • gestire la tua vita in piena autonomia.

In questo modo è possibile interrompere i circoli viziosi che ti fanno vivere in una situazione di depressione e finalmente ritornare a stare bene, pieno di energie e di ottimismo per vivere felicemente la tua vita insieme ai tuoi cari.

Un caro saluto.

Antonella Deninno.

Dott.ssa Antonella Deninno: uscire dalla depressione con semplici passi Dott.ssa Antonella Deninno: uscire dalla depressione con semplici passi

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Antonella Deninno

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su depressione